News:


+ Vasco Rossi Forum |Vascoforever.it » Off Topics » Musica
|-+ Pino Daniele è morto

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


Autore Topic: Pino Daniele è morto  (Letto 1110 volte)

steovasco

  • Il Mondo Che Vorrei Member

  • Offline
  • *

  • 179
Pino Daniele è morto
« il: Gennaio 05, 2015, 04:13:18 »
Genova - Pino Daniele sarebbe morto a causa di un infarto.

La notizia è stata diffusa sul web da Eros Ramazzotti su Instagram con questo messaggio: «Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perché eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…».

Successivamente sono arrivate conferme da altri protagonisti del mondo della canzone come i Negramaro, Fiorella Mannoia, Laura Pausini e i Tiromancino che hanno postato la notizia e affidato il loro dolore a twitter e facebook.

Pino Daniele, classe 1955, avrebbe compiuto 60 anni il prossimo 19 marzo. Il decesso sarebbe avvenuto nella serata, mentre Ramazzotti ha diffuso la notizia alle 2.08.

Jack80

  • Utente Storico
  • Rewind Member

  • Offline
  • *****

  • 7670
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #1 il: Gennaio 05, 2015, 07:34:50 »
Un Artista con la A maiuscola.. un pezzo importantissimo di storia della musica italiana
Dispiace davvero
R.I.P. grande PINO DANIELE
"Il cielo lasciamolo ai passeri, noi stiamo coi piedi per terra!”

"Quante volte sono arrivati i guai
..anche se ero già migliore ormai!"

the river

  • Nessun Pericolo Per Te Tour Member

  • Offline
  • **

  • 299
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #2 il: Gennaio 05, 2015, 07:53:23 »
Un grande artista, ci lascia un piccolo capolavoro con Vasco quale era Hai ragione tu, una vera perla di canzone che spero Vasco rispolveri nel tour in omaggio a Pino.

La fine di Pino, che pure da alcuni anni non era cero in forma fisica smagliante, dovrebbe anche far riflettere quanti su questo forum scrivevano sciocchezze sull'immagine di Vasco.

Ciao Pino, suona sempre Blues adesso che puoi.

branz

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 18314
  • Testo personale
    VIVERE O NINETE, VASCO PER SEMPRE!!!
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #3 il: Gennaio 05, 2015, 10:51:55 »
grande pino

FANTASIE, FANTASIE CHE VOLANO LIBERE, FANTASIE CHE A VOLTE FAN RIDERE, FANTASIE CHE CREDONO ALLE FAVOLE FAVOLE FAVOLE...

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Online
  • *****

  • 17009
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #4 il: Gennaio 05, 2015, 11:49:09 »
Incredibile assurdo non ci sono parole...:'(

messo45

  • Visitatore
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #5 il: Gennaio 05, 2015, 13:02:44 »
Un altro Artista con la A maiuscola ci lascia...  :'(
Ciao Pino!

vascomin

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 31246
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #6 il: Gennaio 05, 2015, 14:00:22 »
Con Pino Daniele c'è un rapporto di affetto e di stima da tanti anni. E' da quando faceva "Je so'pazzo" che sono impazzito. Ricordo che quando uscì dissi -Perché non l'ho scritta io?-. Era perfetta. Da lì è nata la stima che sfocia in conoscenza. Ci conosciamo abbastanza bene e lui è una persona eccezionale. Come artista, secondo me è uno dei più grandi e come musicista è una dei più bravi che abbiamo in Italia. Insomma a quel punto volevo facesse qualcosa nel disco "Gli spari sopra". E' venuto e ha fatto l'assolo nel pezzo di Dave Stewart, "Hai ragione tu", e tra l'altro ci ha messo un'anima, la sua anima napoletana, la sua anima grandissima. Se senti quell'assolo lì è una roba spettacolare.
01.05.2009 Roma (Piazza San Giovanni)
11.10.2009 Pesaro (Adriatic Arena)
17.10.2010 Firenze (Nelson Mandela Forum)
01.07.2011 Roma (Stadio Olimpico)
02.07.2011 Roma (Stadio Olimpico)
07.03.2013 Bologna (Via Emilia Levante)
07.06.2013 Torino (Stadio Olimpico)
22.06.2013 Bologna (Stadio Dall'Ara)
23.06.2014 Roma (Stadio Olimpico)
25.06.2014 Roma (Stadio Olimpico) 
10.07.2014 Milano (Stadio San Siro)
05.06.2015 Bari (Stadio San Nicola)
22.06.2015 Bologna (Stadio Dall'Ara)
18.06.2016 Lignano Sabbiadoro (Stadio G. Teghil)
23.06.2016 Roma (Stadio Olimpico)
01.07.2017 Modena (Parco Enzo Ferrari)

GIANLUKA

  • C'è Chi Dice No Tour Member

  • Offline
  • *****

  • 946
  • Testo personale
    forse era giusto così..forse ma forse ma sì!
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #7 il: Gennaio 05, 2015, 15:23:58 »
un altro grande che se ne va..ciao Pino.
04 07 2001 Roma
05 06 2004 Roma
27 06 2007 Roma
28 06 2007 Roma
14 07 2007 Ancona
29 05 2008 Roma
30 05 2008 Roma
21 06 2008 Venezia
05 09 2008 Teramo
01 05 2009 Roma
02 10 2009 Mantova
04 05 2010 Londra
27 09 2010 Bologna
05 06 2011 Ancona
01 07 2011 Roma
02 07 2011 Roma
07 06 2013 Torino
22 06 2013 Bologna
23 06 2014 Roma
25 06 2014 Roma
04 07 2014 Milano
05 06 2015 Bari
12 06 2015 Firenze
18 06 2016 Lignano Sabbiadoro
22 06 2016 Roma
29 06 2017 Modena Park Soundcheck
01 07 2017 Modena Park
25 05 2018 Lignano Sabbiadoro
11 06 2018 Roma

blasco1988

  • Utente Storico
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 12022
  • Testo personale
    Perchè tradire seeeee è una libidineeee
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #8 il: Gennaio 05, 2015, 16:12:22 »
Una botta forte, troppo forte
Trovi un cucciolo per strada, cosa fai?
Rew: ":ciauz:"

:rido:

Dannate Nuvole

  • San Siro 03 Member

  • Offline
  • ******

  • 1971
  • Testo personale
    ..e le stesse, stesse, stesse delusioni!
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #9 il: Gennaio 05, 2015, 16:46:51 »
PINO UN GRANDE ARTISTA E UN AMICO VERO.
Un grande artista e un amico vero. Sono colpito, Pino Daniele ci ha lasciato e da oggi siamo tutti un po’ più’ poveri. Della sua autentica generosità artistica, della sua capacità di rivoluzionare la canzone napoletana senza tradirla.
Pino era un musicista, un cantante, un rocker, un bluesman, un nero a metà… la sua musica non conosceva barriere, lui era un artista totale e le sue canzoni rimarranno nella storia della musica italiana.
E poi, la sua fierezza di essere napoletano, Pino ha trovato nelle sue radici la prima forza ed ispirazione per un'arte davvero unica e originale, con cui è entrato nella canzone napoletana del passato rendendola moderna, riportandola al centro della musica italiana ed internazionale.
Io l’ho conosciuto, sono stato a casa sua per una bellissima serata “in famiglia” che non scordero’ mai. Quella sera ci confessammo di essere un po’ fan uno dell’altro: io amavo sopra tutte la sua “Je so’ pazzo”, che avrei voluto scrivere io, lui amava la mia “Vita spericolata”…. Anche lui stava rincorrendo i suoi sogni ...

Vasco Rossi

http://www.vascorossi.net/it/news/pino-un-grande-artista-e-un-amico-vero/16-31322.html
"E allora la felicità dov'è? Conoscere se stessi, stare bene con se stessi. Prima di tutto ammettere la propria solitudine, accettare questa condizione. Partire da questa consapevolezza di nascere, vivere e morire soli, per poi potere stare con gli altri, con allegria e affetto, ma senza dipendenza: è questa la mia strada, my way..."

V.R.


...non vince il più bravo, ma il più furbo di sicuro!

rewind25

  • Amministratore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *******

  • 87042
  • Testo personale
    Gli amori del passato non si scordano mai.
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #10 il: Gennaio 05, 2015, 18:14:04 »
Sarò strana, ma sto piangendo da oggi. Ciao Pino.
Disapprovo ciò che dici, ma difenderò il tuo diritto di dirlo. (Voltaire)
\"Io non credo in Dio, non ci ho mai creduto.. Diciamo che lo stimo.\" Woody Allen

Agente REW007 con licenza di BANNARE!!!!

Si tratta di uno stato di rincoglionimento talmente evidente che mi sono vergognata con me stessa e mi sono chiesta scusa.
:rido:

Credi Davvero

  • Gli Spari Sopra Tour Member

  • Offline
  • ***

  • 537
  • Testo personale
    SONO INNOCENTE O NO?!? SI FA QUEL CHE SI PUO'...
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #11 il: Gennaio 06, 2015, 11:32:27 »
Secondo quanto riportato dai quotidiani quando Pino Daniele si è sentito male era in Toscana vicino a Grosseto ma ha voluto farsi portare a Roma in macchina dal suo cardiologo di fiducia.
Prima però hanno richiesto l'intervento di una ambulanza locale che stava anche arrivando ed è poi rientrata.
Durante il viaggio con i figli verso Roma hanno anche bucato una gomma.
E' stato uno sbaglio enorme non farsi portare nel più vicino ospedale attrezzato in Toscana, al limite Firenze.
Forse si poteva ancora salvare.

In ogni caso è morto il più grande bluesman italiano di sempre.  :(

R.I.P. Pino.
E poi mi parli di una vita insieme, di una casa, di bambini, del nostro amore, e di me che vado a lavorare...

Siamo noi, siamo noi, quelli più stanchi, siamo noi, siamo noi che dovremmo andare avanti!

Portatemi Dio, lo voglio vedere, portatemi Dio, gli devo parlare...

Non c'è nessuno diverso, non c'è nessuno che sorride quando ha perso!

Tanta gente è convinta che ci sia nell'aldilà, qualche cosa, chissà... quanta gente comunque ci sarà che si accontenterà...

Mi sveglio spesso sai pieno di pensieri, non sono più sereno, più sereno com'ero ieri!

Basta poco per essere intolleranti, basta poco, basta esser solo un po ignoranti...

vanz

  • Il Mondo Che Vorrei Member

  • Offline
  • *

  • 117
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #12 il: Gennaio 06, 2015, 14:44:06 »
"Pensavo fosse amore e invece era un calesse" con la sua colonna sonora.
Un comico televisivo che lo imita cantando "Napule è".
E infine ieri l'ipod che in riproduzione casuale fa partire la sua "Un sole dentro di me".
Tre piccole cose, tutte successe nei pochi giorni delle vacanze natalizie. Alcuni artisti sono sempre lì, sono la pelle di questo paese, sono i colori, sono le trame invisibili che avvicinano la gente. E lui era un colore a parte, artista libero come pochi, ha sempre fatto ciò che desiderava. I necrologi musicali stanno diventando troppi. Ciao Pino.

Credi Davvero

  • Gli Spari Sopra Tour Member

  • Offline
  • ***

  • 537
  • Testo personale
    SONO INNOCENTE O NO?!? SI FA QUEL CHE SI PUO'...
Re: Pino Daniele è morto
« Risposta #13 il: Gennaio 07, 2015, 11:14:22 »
Pino Daniele: procura di Roma indaga per omicidio colposo. Oggi il doppio funerale.
(www.repubblica.it 7 gennaio 2015)

Omicidio colposo contro ignoti: è l'ipotesi di reato formulata dalla procura di Roma in relazione alla morte di Pino Daniele, il cantautore partenopeo stroncato da un infarto la notte del 4 gennaio. Il procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e il pm Marcello Monteleone hanno disposto l'autopsia che sarà eseguita nella stessa giornata dopo i funerali a Roma e Napoli.
Dopo una giornata, ieri, di convulse informazioni, notizie senza verifiche e comunicazioni ufficiali, la famiglia del bluesman ha deciso di confermare le esequie nella capitale presso il Santuario del Divino Amore, alle 12 di oggi, e di svolgere una seconda cerimonia funebre a Napoli, città natale dell'artista, in serata. I funerali "bis" si svolgeranno alle 19 nella basilica reale di San Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito, dove nel 1981, il cantante ebbe la sua consacrazione di artista in un concerto con 200mila spettatori.

La polemica tra ex moglie e compagna. "Amanda, che era l'unica in macchina con Pino nell'ultimo viaggio, dica tutto quello che sa. Voglio la verità sulla morte di mio marito per i miei figli e per gli altri suoi figli": lo dice Fabiola Sciabbarrasi, seconda moglie di Pino e madre dei tre dei suoi figli. Fabiola è certa che a guidare la macchina, a differenza da quanto riportato dai giornali, quella notte, fosse Amanda Bonini, ultima compagna del cantautore. "Non ho rapporti con lei a causa di come è stata gestita questa storia negli ultimi dodici mesi. Non ci parliamo ma io andrò fino in fondo. Quella sera in casa c'erano anche i miei figli Sofia e Francesco e Cristina, l'altra figlia femmina di Pino. E' stata lei a riaccompagnare a Roma i miei bambini, mentre la 'signora' portava in ospedale Pino. Ho letto sui giornali della gomma dell'auto bucata sull'Aurelia ma, non so, questa forse è un'invenzione". "In un primo momento - dice ancora Fabiola Sciabbarrasi - avevo rinunciato all'idea dell'autopsia per evitare un ulteriore oltraggio al corpo del padre dei miei figli. Poi, ieri, sono stati gli inquirenti a chiamarmi per dirmi che forse sarà necessaria per stabilire che cosa è successo e chiarire meglio la dinamica della morte di Pino. I quesiti - continua - sono tanti e tutti ancora aperti. Ripeto, voglio solo la verità e la cercherò in tutti i modi", conclude.

Una Piazza per l'addio. In un primo momento alcuni familiari del cantante avevano diffuso la notizia che la messa funebre nel capoluogo campano si sarebbe svolta presso la basilica di Santa Chiara, a poca distanza dal luogo nel quale Daniele nacque il 19 marzo 1955, ma l'ubicazione della chiesa e gli spazi angusti dei vicoli limitrofi all'edificio religioso hanno spinto a optare per una soluzione più opportuna. "La seconda funzione che si svolgerà a Napoli è stata voluta dalla famiglia tutta dell'artista - ha spiegato una nota diffusa nella tarda serata di ieri - per dare modo alle cittadinanza, dato il calore dimostrato in queste ore, di dare un ultimo saluto in forma religiosa all'artista". Nella stessa nota, lo staff di Pino Daniele ha tenuto a precisare che, in entrambi i luoghi di culto, non sarà possibile (sia per i media che per il pubblico) accedere con macchine fotografiche o telecamere chiedendo "di non riprendere immagini o realizzare video con telefoni cellulari o qualunque altro apparecchio elettronico".
Questo a causa di uno spiacevole incidente accaduto ieri alla camera ardente. "La famiglia è sconvolta perché qualcuno ha fatto una foto alla salma e l'ha messa su internet", aveva raccontato ieri il musicista Enzo Gragnaniello, amico storico del cantautore, dasvanti all'obitorio. "Una cosa bruttissima - ha aggiunto - una mancanza di rispetto. Un sacrilegio per qualunque cattolico". La famiglia aveva fatto luce sulla vicenda legata alla chiusura della camera ardente ("stamattina è stata chiusa solo il periodo necessario per permettere alla famiglia dell'artista, molto numerosa, di stringersi intorno a Pino un ultimo momento; dopodiché la camera è stata riaperta al pubblico fino a quando la salma non è stata prelevata per la funzione di domani") avevano spiegato ieri. Dopo le proteste della mattinata, era stata riaperta "in via eccezionale" per poco la camera ardente per permettere l'accesso ai fan in attesa davanti alla porta della camera mortuaria. È stata richiusa dopo che le persone in fila sono entrare e uscite. "I familiari hanno dato l'ok per le persone che sono qui", ha spiegato uno dei responsabili della sicurezza. Molti in lacrime.

Flashmob a Piazza Plebiscito. Intanto a Napoli continua il dolore e la commozione dei fan. A partire dal tardo pomeriggio di ieri, in piazza del Plebiscito, sono giunti a poco a poco centinaia di partenopei per culminare in un flash mob partito dai social network che ha coinvolto ieri sera circa 100mila persone. Un abbraccio per intonare le canzoni più note di Pino Daniele accompagnate dalle luce di cellulari e candele. Un rito "laico" e popolare per salutare un figlio amatissimo della terra napoletana. Tanti gli striscioni e le foto dell'artista esposte in piazza da persone di ogni estrazione sociale e di ogni età. E mentre il gonfalone della città sarà portato in prima fila ai funerali di Roma, la giunta comunale sta valutando la possibilità di intitolare al cantautore di Napule è una piazza o una strada della città.

Il musicista e amico di Pino Tullio De Piscopo ha accusato ieri un malore durante la sua visita alla camera ardente di Pino Daniele all'ospedale Sant'Eugenio. Secondo quanto si è appreso da fonti sanitarie si è sentito male per la forte emozione ed è stato subito visitato al pronto soccorso del nosocomio. Il musicista avrebbe poi rifiutato di rimanere sotto osservazione.
E poi mi parli di una vita insieme, di una casa, di bambini, del nostro amore, e di me che vado a lavorare...

Siamo noi, siamo noi, quelli più stanchi, siamo noi, siamo noi che dovremmo andare avanti!

Portatemi Dio, lo voglio vedere, portatemi Dio, gli devo parlare...

Non c'è nessuno diverso, non c'è nessuno che sorride quando ha perso!

Tanta gente è convinta che ci sia nell'aldilà, qualche cosa, chissà... quanta gente comunque ci sarà che si accontenterà...

Mi sveglio spesso sai pieno di pensieri, non sono più sereno, più sereno com'ero ieri!

Basta poco per essere intolleranti, basta poco, basta esser solo un po ignoranti...

Cav. Lambert

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Online
  • *****

  • 21387
  • Testo personale
    Siculication!!!
Re:Pino Daniele è morto
« Risposta #14 il: Aprile 10, 2018, 23:28:11 »
Pino è… La musica italiana omaggia Pino Daniele con un concerto al San Paolo

«Ieri ho chiesto a Maurizio Salvadori: “Da dove partiamo?”. E lui mi ha risposto: “Partiamo dal nostro rapporto con Pino”. Il mio è iniziato nel ’93 ed è durato oltre 20 anni. Un periodo che mi ha permesso di conoscere i suoi aspetti migliori, ma anche i suoi aspetti “peggiori”. Prima che salisse sul palco, gli dicevo sempre: “Tu sei buono”. Perché a lui certi meccanismi del mondo dello spettacolo stavano stretti. E allora gli dovevo ricordare sempre di sorridere». Inizia così Ferdinando Salzano, a.d. di F&P Group, per presentare il concerto Pino è, in programma il 7 giugno allo Stadio San Paolo, per ricordare l’artista napoletano, a tre anni dalla sua scomparsa. «L’idea di un concerto a lui è dedicato ci è venuta subito dopo il suo funerale. Farlo a distanza di tre anni e mezzo credo assuma un significato ancora più potente, perché in questo lungo periodo abbiamo capito veramente quanto abbiamo perso quando ci ha lasciato».

Ad alternarsi sul palco saranno soprattutto gli artisti che hanno condiviso con Pino Daniele momenti della carriera e di vita. A partire da Jovanotti ed Eros Ramazzotti, suoi compagni nel tour negli stadi del ’94. «In quel periodo Ramazzotti era impegnato con una tournée in Sud America e io facevo la spola tra il Sud America e l’Italia», ricorda Salvadori. «Quando, finalmente, Eros finì il tour e tornò in Italia, abbiamo organizzato un incontro tra loro tre, così che potessero parlare e accordarsi. Bene, la sera stessa i rispettivi manager mi dissero che i concerti erano saltati. Ero disperato, abbiamo dovuto ricominciare tutto da capo! Poi il tour andò benissimo. In particolare, la data al San Paolo fu memorabile. Non ho mai capito quante persone ci fossero veramente, perché si erano creati due circuiti di vendita dei biglietti: uno ufficiale e l’altro… potete intuirlo. Altro che le regole (giuste) che ci sono oggi sulle due persone ogni metro quadrato: lo stadio era pieno come un uovo».

E poi Ron, Fiorella Mannoia e Francesco De Gregori, nel 2002 compagni di Pino per una tournée, poi diventata un disco. Ancora, Biagio Antonacci, cantante con cui Pino duettò per l’ultima volta, sulle note di One day. Claudio Baglioni, che ospitò Daniele nel suo disco Oltre, e Giorgia, il cui album Mangio troppa cioccolata fu prodotto dall’artista napoletano. Altri cantanti dai tanti duetti: Emma, Giuliano Sangiorgi, Alessandra Amoroso, Antonello Venditti, J-Ax.

«Nell’ultimo periodo della sua vita, Pino stava sperimentando dei cross over tra il pop e la musica classica. Vorremmo fare anche noi un omaggio che vada in questa direzione. Per questo abbiamo invitato Placido Domingo, da cui tuttavia non abbiamo ancora ricevuto conferma, per un duetto con Il Volo». E poi ci saranno anche tanti altri artisti che hanno inviato una loro “candidatura spontanea”: Francesco Renga, Ornella Vanoni, Loredana Bertè.

Naturalmente, non mancheranno gli esponenti della musica napoletana. A partire dalle due (delle tre) band che si alterneranno sul palco: i gruppi di Vai mo’ e Nero a metà. Quindi, Gigi Di Rienzo, Rosario Jermano, Agostino Marangolo, Ernesto Vitolo. E, ancora, ci saranno James Senese, Enzo Avitabile, Enzo Gragnaniello, Tony Esposito, Clementino, Teresa De Sio e la Nuova Compagnia di Canto Popolare.

Tutti uniti nel nome e nella musica di Pino Daniele. Ma non solo. Ci saranno anche delle canzoni che esuleranno dal suo repertorio, tutte seguendo però una stessa direzione. E saranno diversi, poi, gli “interventi parlati”, per una lunga serata che inizierà già alle 20. Attesi sul palco, Alessandro Siani, grande amico di Pino negli ultimi anni, e Giorgio Panariello, suo “compagno di cene”. E poi Vincenzo Salemme, che si rivolse proprio a Daniele per la colonna sonora di un suo film, Enzo Decaro, Sabrina Impacciatore, Pierfrancesco Favino, Edoardo Leo, Beppe Fiorello, Salvatore Esposito, Marco Giallini, Renzo Arbore e Ciro Ferrara.

Il cast è chiuso? Ni. «Abbiamo chiesto a Zucchero di partecipare, vista la grande amicizia che li legava. Sicuramente ci sarà una sua testimonianza nel corso del concerto, anche se non sappiamo ancora in che forma. Abbiamo invitato anche Andrea Bocelli, ma quel giorno probabilmente sarà impegnato a Genova, quindi non ci ha dato una risposta definitiva. Un altro artista a cui ci eravamo rivolti è stato Pat Metheny, che purtroppo sarà in tour. Ci piacerebbe coinvolgere Jeff Beck, chitarrista che Pino amava moltissimo. Ci sarà Marcus Miller, mentre Al Di Meola sta verificando la sua disponibilità».

L’intero ricavato del concerto sarà devoluti ai progetti benefici di Pino Daniele Forever Onlus, gemellata con Save the Children, e alla Pino Daniele Trust Onlus, gemellata con l’Associazione Oncologica Pediatrica e Neuroblastoma – OPEN Onlus.
I biglietti per il concerto (a oggi ne sono stati venduti 20mila a fronte dai 40-45mila disponibili) possono essere acquistati su circuito TicketOne e in tutti i punti vendita autorizzati, a un prezzo che va dai 30€ agli 80€.


http://www.spettakolo.it/2018/04/10/pino-la-musica-italiana-omaggia-pino-daniele-un-concerto-al-san-paolo/
04/05/1996 Velodromo Borsellino (Palermo)
27/09/1996 Foro Italico (Palermo)
28/08/1999 Velodromo Borsellino (Palermo)
28/06/2001 Velodromo Borsellino (Palermo)
05/07/2003 San Siro (Milano)
05/06/2004 Olimpico (Roma)
25/06/2005 Velodromo Borsellino (Palermo)
07/07/2007 San Filippo (Messina)
04/07/2008 San Filippo (Messina)
21/02/2010 Mediolanum Forum (Assago)
10/07/2014 San Siro (Milano)
08/07/2015 San Filippo (Messina)
27/06/2016 Olimpico (Roma)
01/07/2017 Parco Enzo Ferrari (Modena)
12/06/2018 Olimpico (Roma)
21/06/2018 San Filippo (Messina)

 

WAP | RSS | XHTML
Theme by NW Updated by Diego Andrés