News:


+ Vasco Rossi Forum |Vascoforever.it » Tutto Vasco Rossi » Vasconostop Live 2019 [Concerti 2019]
|-+ Rivendita biglietti: Ok, il prezzo è giusto?

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


Autore Topic: Rivendita biglietti: Ok, il prezzo è giusto?  (Letto 471 volte)

UfficioStampaSindaco

  • Utente

  • Offline
  • *

  • 7
  • Testo personale
    Sono innocente ma...
Rivendita biglietti: Ok, il prezzo è giusto?
« il: Novembre 11, 2018, 16:17:36 »
Faccio seguito da qui
https://www.vascoforever.it/forum/index.php/topic,15947.msg1035223.html#msg1035223


Egregio sig. Max

Piacere di fare la sua conoscenza. Può chiamarmi amichevolmente Sindaco, al limite anche Innocente di secondo nome. Ufficio Stampa è un nome di servizio creato all'uopo, resosi necessario al momento della (re)iscrizione.
Premesso questo, che è acqua passata ormai da un po' di tempo, la ringrazio in primis dei complimenti e le rispondo anche se in ritardo e me ne scuso. Ma si è resa necessaria una risposta articolata, ed ho pensato di aprirne un topic apposito, vista la specificità del discorso, che esula dal generico oggetto "info biglietti".
Io personalmente sono riuscito a comperare un gold su due, come descritto. Nel nostro gruppo comunque c'è stata una buona riuscita di circa il 50%.
Questo spinge ad una riflessione più ampia, che era poi il faro che intendevo accendere con la parte finale della mia lettera, il nocciolo vero e proprio della questione, senza entrare nel merito delle responsabilità  e/o buona fede del fan club, dove cadiamo poi in un mondo di libere interpretazioni, anche se quando si compra un servizio, tale è l'abbonamento, questo dovrebbe essere tutelato dalle norme di trasparenza, oltre che dalla buona diligenza del venditore, dovuta dal buon senso, che spesso però, come sappiamo, essa è inversamente proporzionale al giro d'affari in questione, soprattutto dove questo soggetto opera in regime di sostanziale non concorrenza  tradotta in prepotenza commerciale.
Facciamo un esempio pratico semplice semplice, utilizzando una storia di fantasia e e spersonalizzata, quindi senza farci prendere dall'emotività, che invece nella mia lettera precedente era molto presente.

Il gruppo del Sig. Luigi, composto da 10 persone, investe 35 euro cad. (per un totale di euro 350) per abbonarsi al fan club, appositamente per partecipare alla vendita anticipata, perché vuole stare più tranquillo.
Neanche a dirlo, la data compatibile con gli impegni (lavorativi, scolastici, familiari, ecc.) di tutti è quella di sabato 1 giugno, che rende fattibile la trasferta da Roma a Milano.
Aprono le prevendite anticipate.
Di queste 10 persone, 5 sono state più abili o fortunate e sono riusciti a comperare il famigerato biglietto per il settore X, mentre le altre 5 persone non sono riuscite a fare in tempo: il settore X non è più disponibile, resta Y e Z.
A questo punto ci sono diverse alternative, tutte sgradevoli però. Per semplificare mi soffermo su un paio di esse:
A) i 5 restanti si accontentano del settore Z ed il gruppo purtroppo si dovrà dividere;
B) il gruppo non si vuole dividere e si attende la libera vendita con la speranza di acquistare i 5 tagliandi per il settore X.
Il gruppo del Sig. Luigi è unito ed opta per la soluzione B).
Il giorno dopo apre la vendita libera e dei 5 tagliandi nemmeno l'ombra.
A questo punto cosa fa il gruppo?
Ci potrebbero essere varie ipotesi, tutte scomode. Ma il gruppo del Sig. Luigi nelle difficoltà è più unito che mai: o tutti o nessuno.
A questo punto non solo il gruppo del Sig. Luigi ha investito 350 euro inutilmente, ma ha speso altri 115 euro a biglietto (sono importi di fantasia), composto ognuno da 90 euro per il solo tagliando, 5 euro di commissioni, 10 per la spedizione, per un totale biglietti di 575 euro.
L'ammontare della spesa è di 925 euro per non avere sostanzialmente nulla, che spalmati sui 5 ticket che si hanno in mano arriviamo ad un costo cad. di euro 185,00.
Il gruppo del Sig. Luigi non troverà nei giorni successivi dei tagliandi supplementari e decide di mettere in vendita i 5 tagliandi acquistati.
Qual è il prezzo giusto?
Lasciamo perdere discorsi etici, morali e di altra natura soggettiva. Soffermiamoci sul lato pratico.
Vendendo al prezzo netto di acquisto ci rimetterebbero, ma il gruppo non ha intenzione di perdere denaro, considerando il fatto non secondario che a loro, delle altre iniziative proposte dal fan club, non interessa.
Mettono allora sul mercato secondario i 5 biglietti a prezzo lordo, quindi 185 euro cadauno.
Sulla bacheca di questo forum non possono, se la memoria non mi inganna verrebbero meno al regolamento interno di compravendita.
Mettono annuncio allora su un sito di compravendita e trovano il Sig. Giovanni interessato all'acquisto dei loro biglietti.
Evviva, il gruppo del Sig. Luigi non ha perso un solo centesimo, ma non ne ha nemmeno voluto guadagnare.
Eppure loro vengono meno alle normative circa il secondary ticketing, che hanno obbligatoriamente accettato in sede di acquisto.
Il povero Sig. Giovanni di contro si vedrà annullare i suoi biglietti e lui ed i suoi amici non saranno ammessi all'ingresso del sognato e sudato concerto, pagato profumatamente.

Il fan club in tutto questo ha incassato regolarmente i suoi soldi.
Vivaticket e chi per lui, idem con patate.
Il gruppo del Sig. Luigi avrà qualche incidente con le autorità.
Il gruppo del Sig. Giovanni non entrerà al concerto per incauto acquisto.

Citando De Gregori: voi da che parte state: di chi ruba nei supermercati o di chi li ha costruiti rubando?



q
Qui non arrivano gli angeli
Con le lucciole e le cicale...
Qui non arrivano gli ordini
A insegnarti la strada buona!

Max73

  • Live Kom 013 Member

  • Offline
  • *

  • 59
Re:Rivendita biglietti: Ok, il prezzo è giusto?
« Risposta #1 il: Novembre 12, 2018, 09:34:45 »
Buongiorno Sig Sindaco. Ho capito quello che vuole dire. Mi dispiace x il suo gruppo che da come descrive l accaduto sembra lo unito.  Ovviamente lungi da me voler difendere il fan club di cui come detto non faccio parte. Però se entriamo in un campo meramente legale i 35 euro in prelazione danno diritto al biglietto ma non a quale. È veramente dura riuscire a prendere 10 biglietti nel solito settore specie se nei numerati. I 30 mila soci de fan club giovedì in prevendita prima della massa hanno avuto tutti la possibilità di prendere il biglietto.  Però non x tutti i settori. Trovare 10 biglietti insieme credo che sia altamente improbabile. E in vendita libera poi con 180 mila venduti in 2 ore come è successo anche a me fine dei giochi.  Però pur essendo arroganti in molte risposte agli utenti quello che offrono  con 35 euro ripeto legalmente parlando sembra rispettato. Spero tanto che risolviate questo problema anche perché è bello vedere in gruppo di 10 o più persone insieme che parte e vive le emozioni di un concerto.

Saluti
Max

Stupendo!

  • Utente Storico
  • Rewind Member

  • Online
  • *****

  • 5808
Re:Rivendita biglietti: Ok, il prezzo è giusto?
« Risposta #2 il: Novembre 12, 2018, 13:58:11 »
Velocemente, l'abbonamento prevede una serie di servizi /prodotti. Il fatto di utilizzare solo una parte di quanto offerto dal fc è valutazione dell acquirente. Che deve essere ben lucido nel ricordare che la richiesta è molto più alta dell offerta e difficilmente può assicurare a tutti di ottenere non l'accesso, ma il biglietto a ogni abbonato. E fin qui l'unica scappatoia è non abbonarsi. Perché le leggi della fisica e dei numeri non fanno sconti a nè al fc a prescindere dalla condotta più o meno irreprensibile, né a chi compra l'accesso a una piattaforma che vende accessi illimitati a settori limitati. E fin qui... Mi dica lei che soluzione potrebbe essere adattata.
Venendo alla rivendita del tagliando : potrei ricordarle che ci rimette anche nelle eventuali spese di spedizione ;ma le ricordo che se lei o chi per lei decidesse poi di sfruttare l'abbonamento per acquistare un impensabile omaggio del fc o per partecipare a un impensabile incontro di Vasco coi fan in una struttura a lei comodissim, sarebbe improprio aver chiesto all'acquirente il rimborso Dell importo della tessera fc.
Credo l'unica soluzione sia rivendere a prezzo di costo, che è l'opzione se non erro concessa su tante piattaforme compresa questa
Modena 1.7.17
Un nuovo ricordo, pieno di tutti quelli prima e carico di quelli che arriveranno... Perché solo i ricordi possono essere eterni.
                                                                                                                                                                                                anymore.blu

Gente che s'appassiona :caffe:


"Si sa che la gente dà buoni consigli
Sentendosi come Gesù nel tempio
Si sa che la gente dà buoni consigli
Se non può più dare cattivo esempio"

UfficioStampaSindaco

  • Utente

  • Offline
  • *

  • 7
  • Testo personale
    Sono innocente ma...
Re:Rivendita biglietti: Ok, il prezzo è giusto?
« Risposta #3 il: Novembre 12, 2018, 18:07:58 »
Pur essendo grato per gli interventi, vorrei far notare però che il discorso non voleva affatto incanalarsi in tediosi cavilli giudiridici, in quanto non mi spettano e non è mai stata mia intenzione intraprendere vie legali verso qualcuno. Operare in condizioni di prepotenza commerciale non significa automaticamente essere fuori legge, spero sia più chiaro adesso. Anzi nella storiella successiva gli unici a rischiare qualcosa dal punto di vista legale erano Luigi ed i suoi simpatici amici.

Evito quindi di rispondere alle singole voci perché figlie probabilmente di un equivoco.

Sicuramente sono stato un po' prolisso, anzi ad un certo punto ho anche cercato di tagliare corto, avendo scritto in tempi diversi e ho perso anche il filo del discorso, che voleva essere ancora più ampio.  :rido:

In particolare è bene evidenziare che la storiella del Sig. Luigi è di pura fantasia, anche se penso sia simile a tante altre accadute e che quindi sia facile mettersi nei panni del Sig. Luigi.

Appositamente, nella storiella fantasiosa ho indicato volutamente che il gruppo di amici non è interessato ad altre iniziative, proprio onde evitare risposte del tipo: "eh, ma con l'abbonamento puoi fare anche questo o quello".

Il mio gruppo non sarà di 10 persone, è stato un numero messo per semplificare i calcoli  sia in scrittura che in lettura.

Anzi io personalmente è probabile che venda i miei gold per il 1 giugno.

La domanda diretta era "qual è il prezzo giusto" secondo gli spunti dati e le vostre considerazioni?

La citazione finale ne celava anche una seconda: è eticamente e moralmente attaccabile chi vende ad un prezzo per rientrare del costo lordo, pur senza trarne guadagno?

Insomma, se i venditori dei servizi sono inattaccabili (più o meno giustamente) è giusto accanirsi verso il sig. Luigi, o chi per lui, che fatica ad arrivare a fine mese, i cui 35 euro vanno a pesare sul bilancio familiare?

« Ultima modifica: Novembre 12, 2018, 18:17:26 da UfficioStampaSindaco »
q
Qui non arrivano gli angeli
Con le lucciole e le cicale...
Qui non arrivano gli ordini
A insegnarti la strada buona!

 

WAP | RSS | XHTML
Theme by NW Updated by Diego Andrés