News:


+ Vasco Rossi Forum |Vascoforever.it » Off Topics » Attualità Sport & TV
|-+ Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


Autore Topic: Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019  (Letto 720 volte)

anymore.blu

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Online
  • *****

  • 44829
  • Testo personale
    Guarda dove Vai...
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti: in votazione l'emendamento
« Risposta #15 il: Dicembre 24, 2018, 18:07:40 »
Dividendo gli eventi raduni partite e Vasco... (noi facciamo parte della polverizzazione in tre minuti e dei primi 100 in blocco entrata dopo la notte... ...), direi che da luglio potrebbero attuare sistemi e regole che andrebbero ad alleggerire e regolarizzare il tutto (vendite intendo su larga scala per i privati si cambia uguale nominativo e te li do sotto banco nel caso ).

Sono ottimista quando si tratta di ripulire, vediamo da che si parte e come.

...e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...


Con i pensieri sporchi ma innocenti
Con i traslochi fra gli appartamenti
E le canzoni scritte per calmare
Amori grandissimi e mai un'altare
Con l'energia spese nei tormenti
L'umore fra le offese e i complimenti
Con la saliva contro il pregiudizio
E la salute smarrita per colpa di un vizio
E la vita che va
Un minuto un'età
Per me


  ...Da quanto tempo sei li' cosi'...

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 17455
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti: in votazione l'emendamento
« Risposta #16 il: Dicembre 27, 2018, 10:09:13 »
Lo scrivo qui anche se potrebbe essere off topic. Dovrebbe essere stata approvata dal governo luna nuova legge che dal primo luglio rende obbligatoria per eventi superiori a 5000 persone il biglietto nominativo come c è  ora col calcio. Quindi se io compro 4 biglietti x un concerto di Vasco devo fornire tutti i dati miei e degli altri 3 che vengono al concerto. Questo non so se sarà un vantaggio o meno. Code più lunghe x tutti i dati e siccome credo che comunque esista la cedibilita' magari con delega i bagarini sarebbero danneggiati ma non sparirebbero.

Allora...per ora il governo ha solo approvato l'obbligo, da parte dei gestori dei biglietti, di usare biglietti nominativi.

Sulle modalità con cui avverrà questa cosa, ancora non si sa nulla. I gestori hanno 60 giorni di tempo per stabilire e chiarire tutte le procedure che intendono utilizzare. Tempo fa si parlava di un metodo che permetteva di annullare un biglietto e farlo ricomprare tramite canali ufficiali e a prezzo di costo. Però è tutto da vedere

Rage Against

  • Utente Storico
  • Rewind Member

  • Offline
  • *****

  • 8286
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti: in votazione l'emendamento
« Risposta #17 il: Dicembre 27, 2018, 23:28:41 »
Per la questione code non cambierà nulla, chi controlla il biglietto controlla il documento.
Tutto in scioltezza

anymore.blu

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Online
  • *****

  • 44829
  • Testo personale
    Guarda dove Vai...
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti: in votazione l'emendamento
« Risposta #18 il: Dicembre 27, 2018, 23:32:46 »
Cambieranno qualche passaggio o metodo di entrata distribuita per l esigenze diverse ... ...

Verrà messo tutto in sicurezza sempre di più, e ci saranno sempre più biglietti puliti.
...e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...


Con i pensieri sporchi ma innocenti
Con i traslochi fra gli appartamenti
E le canzoni scritte per calmare
Amori grandissimi e mai un'altare
Con l'energia spese nei tormenti
L'umore fra le offese e i complimenti
Con la saliva contro il pregiudizio
E la salute smarrita per colpa di un vizio
E la vita che va
Un minuto un'età
Per me


  ...Da quanto tempo sei li' cosi'...

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 17455
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti: in votazione l'emendamento
« Risposta #19 il: Gennaio 04, 2019, 11:42:33 »
Secondary ticketing: dal 1° luglio solo biglietti nominali. Rivenditori e associazioni: ‘Penalizza musica e giovani’

Il provvedimento inserito nella legge di bilancio punta a bloccare il bagarinaggio e la maggiorazione dei prezzi. Sarà possibile cambiare i nominativi in un secondo momento, ma l'unico costo di intermediazione addebitabile sarà quello per lo smaltimento delle pratiche burocratiche

Addio a biglietti rivenduti a prezzi maggiorati e bagarinaggi fuori dai concerti. Questo almeno lo scopo di un emendamento alla manovra, diventata legge lo scorso 30 dicembre, firmato dal deputato del Movimento 5 stelle, Sergio Battelli. Il testo, che regola il secondary ticketing, obbliga la vendita, a partire dal 1° luglio 2019, di soli biglietti nominali per tutti gli eventi organizzati in strutture con capienza superiore ai 5000 spettatori (esclusi eventi come opera, balletti, circhi, concerti classici o jazz).

A sottolinearlo, con un lungo post su Facebook, lo stesso promotore della norma, presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera. Il provvedimento, spiega, che ha “fortemente voluto da un lato per ridare spazio e libertà alla passione degli spettatori e, dall’altro, per abbattere un meccanismo odioso e oneroso sia per le persone che per lo Stato: le società off-shore che in tutti questi anni hanno rivenduto i biglietti a prezzi più che maggiorati, infatti, non hanno versato un euro di tasse nel nostro Paese”.

Per accedere all’area, sottolinea lo stesso deputato, sarà necessario esibire un documento di identità. Possibile, però, rimettere in vendita il proprio biglietto oppure cambiarne il nominativo, “il tutto sempre, e soltanto, passando attraverso le piattaforme di rivendita primarie, i box office autorizzati o i siti internet ufficiali che assicureranno che il biglietto mantenga il suo prezzo nominale e non subisca maggiorazioni”. Unico rincaro, i prezzi di gestione della pratica di intermediazione (come il cambio nominativo) “applicati in modo trasparente da parte di quegli stessi canali”. A definire nel dettaglio le modalità di rivendita di un ticket già acquistato, continua Battelli sul social, sarà “un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che verrà pubblicato entro 60 giorni dall’entrata in vigore di questa legge”.

La linea dura del provvedimento era in parte già stata avviata dal decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze pubblicato in Gazzetta del 12 Marzo che vietava la maggiorazione dei ticket in fase di rivendita, di fatto però mai applicato.

La nuova norma non è piaciuta agli addetti del settore, che avevano già espresso perplessità prima dell’approvazione definitiva. Non solo le società come Live Nation o ViaGogo, le principali piattaforme di secondary ticketing, ma anche le associazioni come Assomusica e i rivenditori ufficiali come Ticket One hanno espresso perplessità, come riporta Business Insider. “Assomusica – ha detto il presidente Vincenzo Spera – per prima ha proposto una norma per sconfiggere il secondary ticketing, ma il Parlamento la bocciò. Siamo però contro chi vuole introdurre il biglietto nominale solo per la musica popolare. Blocchiamo sì l’illegalità, ma non vietiamo la voglia di divertirsi, di emozionarsi e di stare insieme delle giovani generazioni”. “Abbiamo chiesto direttamente a chi ha predisposto l’emendamento una riflessione su questi temi che tenga conto non solo del bagarinaggio online, ma anche delle libertà personali del pubblico e dei danni potenziali che potrebbero derivare, anche in termini di posti di lavoro, all’industria del live – aveva commentato prima dell’approvazione l’ad di Ticket One Stefano Lionetti al Sole 24 Ore – La nostra proposta resta quella di vietare sempre e comunque la rivendita a prezzi maggiorati, anche da parte di singoli privati, elevare multe e oscurare i siti, cosa già prevista dalla legge in vigore, finora mai attuata”.


Il rischio, secondo molti è che, vista la ‘burocrazia’ del cambio nome, gli spettatori indecisi scelgano alla fine di rinunciare all’evento, o, banalmente, che il biglietto per un concerto non venga più regalato (ad esempio per un compleanno) data la necessità di inserire nominativo (e dati personali) del ricevente. “Un’applicazione orizzontale della formula del biglietto nominale – aveva detto Roberto De Luca, ceo di Live Nation – da un lato appesantirebbe l’iter di chi deve acquistare i biglietti, dall’altro aumenterebbe in maniera spropositata il rischio d’impresa per chi organizza un evento. Risultato: metteremmo in seria difficoltà un settore che, per fortuna, in questi anni ha dimostrato di essere in salute”. Contrari anche molti promoter, preoccupati di un possibile aumento generale del costo dei biglietti.

L’emendamento, nato principalmente per arginare la rivendita di biglietti a prezzi maggiorati, è conseguenza di un fenomeno che dura da anni e che si ripete ad ogni concerto. A dare il via alla polemica era stato un simbolo: lo spettacolo dei Coldplay del 2016. All’epoca i titoli d’ingresso vennero esauriti in pochi minuti, comprati per lo più da agenzie e rivenduti a cifre anche 16 volte superiori a quelle originali, fino ad arrivare a 1780,94 euro per l’ambito anello rosso. Nonostante i siti di vendita ufficiali prevedano un meccanismo per evitare il fenomeno, sono molti i server che riescono ad aggirarlo con meccanismi automatici. Un utente ‘normale’, infatti, impiega circa 3 minuti per acquistare un biglietto, dovendo ‘superare’ più controlli di sicurezza, e può prenderne un numero limitato: il suo indirizzo Ip viene registrato dalla piattaforma che blocca ulteriori acquisti. Diversamente, i bot impiegano pochi secondi per fare incetta di ticket: i robot aggirano i captcha, che rallentano la procedura e, collegandosi a server proxy, acquistano grandi quantità di titoli con indirizzi Ip multipli. Un sistema che ora, grazie alla nuova normativa, potrebbe essere messo all'angolo.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/03/secondary-ticketing-dal-1-luglio-solo-biglietti-nominali-rivenditori-e-associazioni-penalizza-musica-e-giovani/4872815/?fbclid=IwAR2WCV_Ya1qJHCG16Xuqb427p-b_0Xl1i3qyPJQwgsO5FmOuA3gtz2TAkbQ

anymore.blu

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Online
  • *****

  • 44829
  • Testo personale
    Guarda dove Vai...
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #20 il: Gennaio 04, 2019, 14:04:54 »
Più biglietti per tutti e anche gli indecisi come dicono loro avranno una scelta (la burocrazia esiste già ora per il cambio nominativo e gli onesti lo sanno :ok: )

I vari live nation e co. Pensassero solo alla GESTIONE (entrata flusso controllo) inv3ce di pensare alle vendite...
...e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...


Con i pensieri sporchi ma innocenti
Con i traslochi fra gli appartamenti
E le canzoni scritte per calmare
Amori grandissimi e mai un'altare
Con l'energia spese nei tormenti
L'umore fra le offese e i complimenti
Con la saliva contro il pregiudizio
E la salute smarrita per colpa di un vizio
E la vita che va
Un minuto un'età
Per me


  ...Da quanto tempo sei li' cosi'...

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 17455
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #21 il: Gennaio 04, 2019, 14:31:51 »
Accusare la maggior "burocrazia del cambio nome" di portare la gente a rinunciare agli eventi è un po' come dire che l'obbligo di cinture di sicurezza porti la gente a non usare la macchina... una cavolata colossale.

Se ne facciano una ragione

Stupendo!

  • Utente Storico
  • Rewind Member

  • Offline
  • *****

  • 5855
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #22 il: Gennaio 04, 2019, 15:19:47 »
Accusare la maggior "burocrazia del cambio nome" di portare la gente a rinunciare agli eventi è un po' come dire che l'obbligo di cinture di sicurezza porti la gente a non usare la macchina... una cavolata colossale.

Se ne facciano una ragione
la cintura è lì a fianco, sta a te
il cambio nominativo non sta a te, io ho chiesto il modulo a vivaticket penso un mesetto fa ormai, e niente.
in pochi rinunceranno , ma sicuramente qualcuno in piu ci penserà un attimo a comprare i biglietti con 135 mesi di anticipo e rimane una gran rottura di scatole se poi per rivenderli devi accendere un cero, oltre a aprire la relativa pratica
« Ultima modifica: Gennaio 04, 2019, 15:21:18 da Stupendo! »
Modena 1.7.17
Un nuovo ricordo, pieno di tutti quelli prima e carico di quelli che arriveranno... Perché solo i ricordi possono essere eterni.
                                                                                                                                                                                                anymore.blu

Gente che s'appassiona :caffe:


"Tu hai le tue ragioni
Ed io son forse troppo stanco"

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 17455
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #23 il: Gennaio 04, 2019, 16:17:20 »
la cintura è lì a fianco, sta a te
il cambio nominativo non sta a te, io ho chiesto il modulo a vivaticket penso un mesetto fa ormai, e niente.
in pochi rinunceranno , ma sicuramente qualcuno in piu ci penserà un attimo a comprare i biglietti con 135 mesi di anticipo e rimane una gran rottura di scatole se poi per rivenderli devi accendere un cero, oltre a aprire la relativa pratica

La cintura di sicurezza non "sta a te" perché è un obbligo, come il nome sul biglietto.

La procedura per cambio nome ancora non la conosciamo. L' ipotesi dell'annullamento del biglietto e nuovo acquisto on line mi sembra molto buona e non credo sia particolarmente difficile da applicare e comunque nessuno ha interesse a fare una procedura troppo difficile e macchinosa

Stupendo!

  • Utente Storico
  • Rewind Member

  • Offline
  • *****

  • 5855
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #24 il: Gennaio 04, 2019, 16:27:21 »
La cintura di sicurezza non "sta a te" perché è un obbligo, come il nome sul biglietto.

La procedura per cambio nome ancora non la conosciamo. L' ipotesi dell'annullamento del biglietto e nuovo acquisto on line mi sembra molto buona e non credo sia particolarmente difficile da applicare e comunque nessuno ha interesse a fare una procedura troppo difficile e macchinosa
sta a te nel senso che non devi confidare nell'efficienza di nessuno, entri in macchina e da solo ti metti la cintura.
il cambio nome non puoi farlo da te,dopo che hai chiesto (hai mai provato?)puoi solo sperare che dall'altra parte rispondano e facciano le cose in modo veloce. ripeto, a me sta capitando di averne bisogno,e ancora niente. l'indirizzo di spedizione nel mio caso non cambia,ma sta di fatto che per cambiare il nome non è bastato un mese, e non credo nessuno abbia interesse a farla difficile o macchinosa. ma fatto sta che sto aspettando e sono nelle loro mani
Modena 1.7.17
Un nuovo ricordo, pieno di tutti quelli prima e carico di quelli che arriveranno... Perché solo i ricordi possono essere eterni.
                                                                                                                                                                                                anymore.blu

Gente che s'appassiona :caffe:


"Tu hai le tue ragioni
Ed io son forse troppo stanco"

anymore.blu

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Online
  • *****

  • 44829
  • Testo personale
    Guarda dove Vai...
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #25 il: Gennaio 04, 2019, 18:16:31 »
sta a te nel senso che non devi confidare nell'efficienza di nessuno, entri in macchina e da solo ti metti la cintura.
il cambio nome non puoi farlo da te,dopo che hai chiesto (hai mai provato?)puoi solo sperare che dall'altra parte rispondano e facciano le cose in modo veloce. ripeto, a me sta capitando di averne bisogno,e ancora niente. l'indirizzo di spedizione nel mio caso non cambia,ma sta di fatto che per cambiare il nome non è bastato un mese, e non credo nessuno abbia interesse a farla difficile o macchinosa. ma fatto sta che sto aspettando e sono nelle loro mani

Credo che ci siano ritardi al momento proprio per le nuove normative

Fino a questo tour per esempio non era obbligatorio il cambio nominativo ma solo facoltativo, nel senso che ti dava modo di essere tranquillo sulla tua vendita.
Una volta obbligatorio scatteranno le regole e via dicendo :ok:

Anzi, per chi deve cambiare nominativo perché ha venduto un biglietto viva credo aspetti proprio l invio del tagliando :ok: (sicuro non lo cambia prima da loro risposta).

Accusare la maggior "burocrazia del cambio nome" di portare la gente a rinunciare agli eventi è un po' come dire che l'obbligo di cinture di sicurezza porti la gente a non usare la macchina... una cavolata colossale.

Se ne facciano una ragione

Penso anche che conoscendo la burocrazia per altri settori uno si fa domande... Ma in questo caso non credo sia nell'interesse di nessuno rallentare,  prima cambi prima vendi ecc...
:ok:
« Ultima modifica: Gennaio 04, 2019, 18:47:26 da anymore.blu »
...e lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...


Con i pensieri sporchi ma innocenti
Con i traslochi fra gli appartamenti
E le canzoni scritte per calmare
Amori grandissimi e mai un'altare
Con l'energia spese nei tormenti
L'umore fra le offese e i complimenti
Con la saliva contro il pregiudizio
E la salute smarrita per colpa di un vizio
E la vita che va
Un minuto un'età
Per me


  ...Da quanto tempo sei li' cosi'...

Rage Against

  • Utente Storico
  • Rewind Member

  • Offline
  • *****

  • 8286
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #26 il: Gennaio 05, 2019, 12:08:11 »
Claudio Trotta su Facebook:
"Le obiezioni di chi è contrario al biglietto nominale paventano soprattutto enormi costi per la la applicazione della norma per gli organizzatori,e disagi per il pubblico.

Ho provato a fare un ragionamento.

Quali terribili costi aumenteranno ? E per chi ?

Quali disagi per il pubblico ?

Premesso che a monte ci sono una serie di importanti e qualificanti problematiche tecniche e fiscali relative al sigillo fiscale che dovranno e potranno essere risolte dalla Agenzia delle Entrate di concerto con la Siae e prima della diffusione dei regolamenti attuativi e alla cui stesura le associazioni di categoria e le principali biglietterie dovranno responsabilmente collaborare,provo a ragionare su come dovrebbe funzionare secondo me :

1)Le società di ticketing dovranno fornirsi di una piattaforma di re selling per l’utilizzo di quei clienti che hanno necessità o piacere di cedere il biglietto ad altri .

La transazione avverrà con lo stesso prezzo pagato o inferiore e mai superiore e il cliente che necessita di questo servizio pagherà una commissione o in percentuale come in Uk con See Tickets che ha una ottima piattaforma di re selling o con un fee fisso a carico di chi vuole cedere il biglietto

Questo genere di transazione non comporterà alcun costo aggiuntivo per chi organizza e per quanto riguarda le biglietterie sarà ampiamente ripagato con la commissione di cui sopra.

Questa transazione potrà avvenire negli ultimi 30 giorni prima dello show e anche il giorno stesso ed escluderà solo i biglietti venduti alla cassa il giorno stesso ovviamente.

2)Per controllare i biglietti gli spazi dove si svolgono gli spettacoli dovranno a regime e come nel calcio munirsi del controllo accessi elettronico.

Per fare un esempio positivo e per parlare di un tema caldo,una volta abbassata la soglia di 5000 ,questo significherà per tutte le discoteche e per le ospitate nelle discoteche stesse la adozione del biglietto elettronico/ digitale sul telefonino che viene per ora scannerizzato(controllato) solo in entrata per i concerti di una certa dimensione , e lo dovrebbe essere anche in uscita per le discoteche cosi evitando che possano nascondersi nell’ipocrisia di quante persone ci siano davvero in quel momento.

In questa maniera il futuro vedrà la scomparsa del biglietti cartacei,scomparsa della pre/stampa, scomparsa del ritiro sul luogo dell’evento.

Solo biglietti smaterializzati .

Quindi risparmi per i clienti ,nessuna coda alle biglietterie per il ritiro dei biglietti e risparmi per gli organizzatori e certamente inferiori ricavi per le biglietterie.

Dando solo la possibilità di stampare qualcosa nel luogo dell’evento x la vendita serale.

Si potrà a mio parere per preservare la passione per l’oggetto cartaceo concepire un biglietto cartaceo fac simile per chi come me per esempio ama collezionare i tagliandi dei concerti a cui ha partecipato per di più con il proprio nome e cognome e magari anche la propria fotografia a fianco del nome o del logo o della foto del cantante o gruppo preferito.

Le discoteche dove si vende tanto la sera dovranno attrezzarsi con la tecnologia x scannerizzare le entrate e le uscite. Questo significherà che le discoteche che non si adegueranno potrebbero anche chiudere.

Rimarrano probabilmente solo le più serie e professionali e quelle più attente alla sicurezza dei propri clienti .

Ma la Siae dovrà tornare a vigilare agli ingressi ovunque come faceva e non fa più

3)Si dovrà far si che le società che forniscono i servizi di controllo delle strutture (per intenderci quelle chiamate impropriamente Security)abbiamo la possibilità di formare il loro personale al controllo dei documenti o dei sigilli fiscali o dei codici a barra a seconda delle strutture per garantire al pubblico trasparenza,educazione,sicurezza e correttezza .

4)Il costo di queste operazioni che garantiranno un miglioramento generale del servizio al pubblico e dei notevoli risparmi allo stesso potrà tranquillamente essere ripartito fra artisti(i principali beneficiati da tutto questo visto che si tratta del loro pubblico)strutture dove si svolgono i concerti,società di ticketing,società che forniscono i servizi di controllo e promoter senza in alcun modo necessitare di aumenti del prezzo dei biglietti.

A monte Tutti :addetti ai lavori,pubblico ,media e istituzioni dovremmo considerare di lavorare per una Politica che consideri i cambiamenti epocali per esempio della età media (che si è abbassata tantissimo recentemente)dei partecipanti a spettacoli di qualsiasi genere nel rispetto dell’individuo delle sue passioni e delle sue necessità primarie

Ho trovato molte di queste istanze nei post anche odierni di chi per ora non è d’accordo con la adozione del biglietto nominale e quindi spero di aver dato motivi di cambiare idea."

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 17455
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #27 il: Gennaio 05, 2019, 12:33:08 »
Bell'articolo :ok:

donkeytonkey90

  • Nessun Pericolo Per Te Tour Member

  • Offline
  • **

  • 370
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #28 il: Gennaio 05, 2019, 12:37:08 »
È sempre interessante leggere Trotta, una persona sincera e competente

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 17455
Re:Biglietti nominali per i grandi concerti dal 1 Luglio 2019
« Risposta #29 il: Gennaio 05, 2019, 13:01:54 »
Più che altro fa piacere leggere finalmente un parere oggettivo e non viziato da interessi privati e preferenze politiche

 

WAP | RSS | XHTML
Theme by NW Updated by Diego Andrés
anything