News:


+ Vasco Rossi Forum |Vascoforever.it » Off Topics » Attualità Sport & TV
|-+ Una domenica davvero indimenticabile

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


Autore Topic: Una domenica davvero indimenticabile  (Letto 1420 volte)

Parsifal69

  • Il Mondo Che Vorrei Member

  • Offline
  • *

  • 124
Una domenica davvero indimenticabile
« il: Ottobre 02, 2015, 17:29:57 »
E’ difficile spiegare le sensazioni e le emozioni che si provano davanti a certi eventi.Una Domenica unica nella storia del calcio,mai successa una cosa simile prima d’ora.Ci provo.La giornata inizia con la protesta,e ironico funerale del Calcio,dei tifosi della LAZIO davanti agli uffici della Lega,poi la protesta continua all’interno dello Stadio,la gente ha ancora davanti agli occhi il gol di Cannavaro annullato ingiustamente da De Santis la domenica precedente.Cominciano le partite,la LAZIO gioca in casa con la Reggina,mentre la Juve va’ in trasferta contro il Perugia di Carletto Mazzone.La squadra di Eriksson,reti di Inzaghi e Veron,ci mette un tempo a chiudere la gara e a mettersi idealmente alla radiolina,a Perugia invece la partita non decolla e la Juve resta bloccata sullo 0-0.Verso la fine del 1° tempo si abbatte un violento aquazzone sulla citta’ Umbra che mette in discussione la ripresa del gioco,allagando perfino gli spogliatoi.All’Olimpico il 2° tempo iniizia con circa 10 minuti di ritardo,si attendeva la ripresa anche di Perugia,ma visto il prolungarsi dell’attesa almeno a Roma si riparte.La ripresa scivola via,ancora el Cholo Simeone timbra la terza rete,ma il pensiero e’ fisso a Perugia,dove la gara dovrebbe ripartire a breve,vista la testardaggine di Collina,convinto che si possa riprendere a giocare.Finisce a Roma e inizia a Perugia,dopo una manciata minuti Calori porta in vantaggio la squadra Umbra,il gol viene accompagnato dall’urlo di un incredulo Olimpico,ancora pieno.La Juve trova delle difficolta’ a reagire al vantaggio,a Roma i tifosi si riversano tutti in campo, l’atmosfera e’ surreale,si aspetta con trepidazione il fischio finale.Collina fischia la fine,il Popolo Laziale esplode e con essa tutta la Capitale,la LAZIO vince il suo secondo scudetto dopo una rincorsa entusiasmante,la gente si riversa per le strade e per le piazze di Roma,inizia la festa che durera’ molte settimane.Uno scudetto unico arrivato in un modo incredibile.Il lavoro di Cragnotti alla fine ha pagato, la Lazio è diventata una delle squadre piu’ importanti nel panorama calcistico internazionale. Radio Rai : SONO LE 18 E 4 MINUTI DEL 14 MAGGIO DEL 2000 LA LAZIO E’ CAMPIONE D’ITALIA.



Army_blasco

  • Utente Storico
  • Rock Sotto L'Assedio Member

  • Offline
  • *****

  • 3916
Re:Una domenica davvero indimenticabile
« Risposta #1 il: Ottobre 06, 2015, 02:25:12 »
E’ difficile spiegare le sensazioni e le emozioni che si provano davanti a certi eventi.Una Domenica unica nella storia del calcio,mai successa una cosa simile prima d’ora.Ci provo.La giornata inizia con la protesta,e ironico funerale del Calcio,dei tifosi della LAZIO davanti agli uffici della Lega,poi la protesta continua all’interno dello Stadio,la gente ha ancora davanti agli occhi il gol di Cannavaro annullato ingiustamente da De Santis la domenica precedente.Cominciano le partite,la LAZIO gioca in casa con la Reggina,mentre la Juve va’ in trasferta contro il Perugia di Carletto Mazzone.La squadra di Eriksson,reti di Inzaghi e Veron,ci mette un tempo a chiudere la gara e a mettersi idealmente alla radiolina,a Perugia invece la partita non decolla e la Juve resta bloccata sullo 0-0.Verso la fine del 1° tempo si abbatte un violento aquazzone sulla citta’ Umbra che mette in discussione la ripresa del gioco,allagando perfino gli spogliatoi.All’Olimpico il 2° tempo iniizia con circa 10 minuti di ritardo,si attendeva la ripresa anche di Perugia,ma visto il prolungarsi dell’attesa almeno a Roma si riparte.La ripresa scivola via,ancora el Cholo Simeone timbra la terza rete,ma il pensiero e’ fisso a Perugia,dove la gara dovrebbe ripartire a breve,vista la testardaggine di Collina,convinto che si possa riprendere a giocare.Finisce a Roma e inizia a Perugia,dopo una manciata minuti Calori porta in vantaggio la squadra Umbra,il gol viene accompagnato dall’urlo di un incredulo Olimpico,ancora pieno.La Juve trova delle difficolta’ a reagire al vantaggio,a Roma i tifosi si riversano tutti in campo, l’atmosfera e’ surreale,si aspetta con trepidazione il fischio finale.Collina fischia la fine,il Popolo Laziale esplode e con essa tutta la Capitale,la LAZIO vince il suo secondo scudetto dopo una rincorsa entusiasmante,la gente si riversa per le strade e per le piazze di Roma,inizia la festa che durera’ molte settimane.Uno scudetto unico arrivato in un modo incredibile.Il lavoro di Cragnotti alla fine ha pagato, la Lazio è diventata una delle squadre piu’ importanti nel panorama calcistico internazionale. Radio Rai : SONO LE 18 E 4 MINUTI DEL 14 MAGGIO DEL 2000 LA LAZIO E’ CAMPIONE D’ITALIA.




sono interista ma mi son venuti i brividi leggendo

Parsifal69

  • Il Mondo Che Vorrei Member

  • Offline
  • *

  • 124
Re:Una domenica davvero indimenticabile
« Risposta #2 il: Ottobre 07, 2015, 11:58:41 »
Io sono tifoso granata e quindi anti-juventino. Quello è stato uno dei più bei giorni della mia vita!

Ceccio14

  • San Siro 03 Member

  • Offline
  • ******

  • 2560
  • Testo personale
    Non dirmi che non ti Droghi mai....DAI!!!
Re:Una domenica davvero indimenticabile
« Risposta #3 il: Ottobre 07, 2015, 12:13:01 »
ricordo che veron non aveva la maglia per continuare gli avevano tolto tutto i tifosi a 10 minuti dal termine
sempre forza lazio
Maledetta sia la vita..
Se la vita è solo Questo!
Se ti tocca poi di Viverla lo stesso!

vedraichevitavedrai

  • Utente Storico
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 22330
  • Testo personale
    quando quel suono diventera' blu... SARA' L'INIZIO
Re:Una domenica davvero indimenticabile
« Risposta #4 il: Ottobre 07, 2015, 12:21:35 »
E’ difficile spiegare le sensazioni e le emozioni che si provano davanti a certi eventi.Una Domenica unica nella storia del calcio,mai successa una cosa simile prima d’ora.Ci provo.La giornata inizia con la protesta,e ironico funerale del Calcio,dei tifosi della LAZIO davanti agli uffici della Lega,poi la protesta continua all’interno dello Stadio,la gente ha ancora davanti agli occhi il gol di Cannavaro annullato ingiustamente da De Santis la domenica precedente.Cominciano le partite,la LAZIO gioca in casa con la Reggina,mentre la Juve va’ in trasferta contro il Perugia di Carletto Mazzone.La squadra di Eriksson,reti di Inzaghi e Veron,ci mette un tempo a chiudere la gara e a mettersi idealmente alla radiolina,a Perugia invece la partita non decolla e la Juve resta bloccata sullo 0-0.Verso la fine del 1° tempo si abbatte un violento aquazzone sulla citta’ Umbra che mette in discussione la ripresa del gioco,allagando perfino gli spogliatoi.All’Olimpico il 2° tempo iniizia con circa 10 minuti di ritardo,si attendeva la ripresa anche di Perugia,ma visto il prolungarsi dell’attesa almeno a Roma si riparte.La ripresa scivola via,ancora el Cholo Simeone timbra la terza rete,ma il pensiero e’ fisso a Perugia,dove la gara dovrebbe ripartire a breve,vista la testardaggine di Collina,convinto che si possa riprendere a giocare.Finisce a Roma e inizia a Perugia,dopo una manciata minuti Calori porta in vantaggio la squadra Umbra,il gol viene accompagnato dall’urlo di un incredulo Olimpico,ancora pieno.La Juve trova delle difficolta’ a reagire al vantaggio,a Roma i tifosi si riversano tutti in campo, l’atmosfera e’ surreale,si aspetta con trepidazione il fischio finale.Collina fischia la fine,il Popolo Laziale esplode e con essa tutta la Capitale,la LAZIO vince il suo secondo scudetto dopo una rincorsa entusiasmante,la gente si riversa per le strade e per le piazze di Roma,inizia la festa che durera’ molte settimane.Uno scudetto unico arrivato in un modo incredibile.Il lavoro di Cragnotti alla fine ha pagato, la Lazio è diventata una delle squadre piu’ importanti nel panorama calcistico internazionale. Radio Rai : SONO LE 18 E 4 MINUTI DEL 14 MAGGIO DEL 2000 LA LAZIO E’ CAMPIONE D’ITALIA.




Che bellezza, che ricordi  :bro: :bro: :bro:

Be' anche il 26 maggio 2013 è stata una domenica indimentucabile. L'attesa, lo stadio strapieno, l'inno d'Italia, i fischi totali allo yang style, il fischio d'inizio, fine primo tempo sullo 0-0 con il cuore che batte sempre più forte, il gol di Lulic al 71', l'esplosione di gioia al fischio finale, la festa e la consapevolezza di aver vinto una finale storica.


"Io ho scelto di vivere anche la mia vita spericolata, che non significa vita drogata" V.R :onorato:

NON GRADISCO... INSODDISFATTI E CRITICI A PRIORI


29 AGOSTO 2011.... ma guarda il caso però...

antobe91

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 18802
Re:Una domenica davvero indimenticabile
« Risposta #5 il: Novembre 26, 2016, 22:37:43 »
Che bellezza, che ricordi  :bro: :bro: :bro:

Be' anche il 26 maggio 2013 è stata una domenica indimentucabile. L'attesa, lo stadio strapieno, l'inno d'Italia, i fischi totali allo yang style, il fischio d'inizio, fine primo tempo sullo 0-0 con il cuore che batte sempre più forte, il gol di Lulic al 71', l'esplosione di gioia al fischio finale, la festa e la consapevolezza di aver vinto una finale storica.




bellina...non l'avevo letto :26:

 

WAP | RSS | XHTML
Theme by NW Updated by Diego Andrés
anything