News:


+ Vasco Rossi Forum |Vascoforever.it » Tutto Vasco Rossi » Vasco Rossi » Band & Management
|-+ L'intervista a solieri

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


Autore Topic: L'intervista a solieri  (Letto 1528 volte)

bollicine

  • Amministratore
  • Fronte Del Palco Member

  • Online
  • *******

  • 44581
    • Vasco Rossi
L'intervista a solieri
« il: Febbraio 26, 2008, 12:08:45 »
Ecco in un intero topic l'intervista che Maurizio Solieri, recentemente ci ha concesso per zonarock.it

Abbiamo con noi, Maurizio Solieri,uno dei più grandi chitarristi rock italiani di sempre.

1.Ciao Maurizio,grazie di aver accettato la nostra proposta.
Tu sei considerato forse l’unico vero guitar-hero italiano di grande caratura,ti da fastidio che a volte vieni etichettato semplicemente come “il chitarrista di Vasco”?
No,non mi da fastidio,perche’sono trent’anni che collaboro con Vasco e questa cosa che e’ nata dal niente per arrivare a traguardi cosi’ importanti
chiaramente per il grosso pubblico e’ la cosa piu’ conosciuta,anche perche’ si
ha sempre bisogno di etichettare tutto.C’e’ anche un pubblico di nicchia,molto
meno vasto,che mi segue nei progetti che ogni tanto metto in piedi che non sono
assolutamente promozionati dai media ,che comunque da’ soddisfazione.

2.A quale chitarrista ti sei ispirato di più nel corso della tua lunga carriera?
Sono tanti,ancora adesso sono sempre alla ricerca di gente nuova ,in stile coi miei gusti,io sono un consumatore “onnivoro di cd,vinili e dvd.Sono partito dai
Beatles,Hendrix,J.Beck,J.Page,Clapton per arrivare a Van Halen,B.May e tanti
altri.Chitarristi attuali che mi entusiasmano sono Duog Aldridge(Whitesnake),Joe
Bonamassa e Derek Trucks(Allman Bros.).

3.Qual’è l’assolo a cui sei più legato?
Dei miei piu’ d’uno,io non ragiono mai con”La miglior chitarra”,il “miglior
chitarrista” ecc.Cosi’,al volo,”Liberi,liberi”,”Lo show”,e
naturalmente”Albachiara” che e’ stato il primo a farmi conoscere.

4.Ci sono novità per quello che riguarda la Steve Rogers Band?
Facciamo pochi concerti perche’ molti gestori di locali che non fanno la
differenza tra professionisti e amatori,sono abituati ai cachet di poche
centinaia di euro per coverband di ragazzini e non vogliono spendere di piu’ di
un certo cachet,anche se c’e’ la richiesta da parte del pubblico.Quelli che
facciamo sono sempre belli,con una grossa esplosione musicale e interazione col
pubblico che si diverte molto.

5.Cosa ne pensi della scena musicale attuale italiana?
Forse la migliore e’ quella che non e’ promozionata,che pochi conoscono.Non mi
piace il modo in cui,sempre i media,intendono il rock in Italia,sempre suddiviso
in generi e sottogeneri,col pubblico Metal che aborre il Country e il pubblico
punk che aborre il blues.Le uniche cose ti presentano sui giornali di piu’ larga
diffusione sono gruppi sempre legati alla politica ,con tendenze al punk ,techno
e sonorita’ balcaniche con un po’ di pop giovanilista:non mi piacciono.E questo
succede anche nei locali,la mia mentalita’ e’ Anglo-Americana,dove nello stesso
posto convivono tutti i generi,dal jazz ,all’hardcore.

6.Che strumentazioni usi?
Con Vasco uso tre ampli testata e cassa:Marshall jcm 900 per i suoni piu’
classici,Koch Powertone per suoni piu’ metal e Mesa Rectifier per clean suond e
distorsioni piu’ morbide ,tipo ballad ,il tutto pilotato da una pedaliera
custom-made che funziona via midi ma con pedali vintage e moderni ma
analogici.Chitarre una decina,da vari Les Paul vintage
,Stratocaster,Telecaster,12 strings Charvel,acustiche Larrivee e Gibson Chet Atkins:

7.Quali tra le nuove bands emergenti, italiane e non, ti hanno colpito di più?
Non vedo niente di interessante ,per i miei gusti,anche se ci sono buoni
musicisti,tecnicamente preparati.

8.Hai nuovi progetti per il futuro?
Dopo l’estate voglio preparare un mio disco solo,con tutti gli stilemi
musicali che mi piacciono,dagli Aereosmith a Mark Knopfler,come vedi in
controtendenza con quello che si sente in Italia.

9.Tra poco più di un mese uscirà il nuovo album di Vasco Rossi.Ci saranno anche pezzi tuoi nella track-list?Possiamo sperare in un ritorno alle vecchie sonorità anni ‘80 ?
Questa volta non c’e’ niente di mio,anche se pezzi ne propongo sempre:a volte
un brano rimane nel cassetto per dieci anni!

10.Cosa ne pensi della partecipazione di Slash con Vasco?
Slash e’ uno dei miei chitarristi preferiti,e’ un vero guitar hero,un artista,sono contento di questa cosa,gli Americani sono abituati alle collaborazioni,anch’io nella Vasco band mi trovo bene con Matt(Laugh n.d.r.) e Stef(Burns n.d.r.),ti apprezzano se sei “in style”,e’ un vero piacere.

11.Le domande sono finite,ti ringraziamo ancora per averci dato l’onore di intervistarti, e ti lasciamo libero spazio per un saluto o commento!.
Un salutone di grande,buona musica da Maurizio Solieri,e’ la cosa piu’
importante,non pensate in modo compulsivo al “VOGLIO DIVENTARE RICCO E FAMOSO,SUBITO!!!!”Ciao!

http://www.zonarock.it/intervista/maurizio-solieri/1020/
« Ultima modifica: Febbraio 26, 2008, 13:56:46 da bollicine »
A Bollicì
e come Vasco me score nelle vene
te dico: amico mio
te vojo troppo bene!
(by rew) :26: :26: :26:


 

WAP | RSS | XHTML
Theme by NW Updated by Diego Andrés