Vasco Rossi Forum |Vascoforever.it

Tutto Vasco Rossi => Vasco Rossi => Vasco sul web => Topic aperto da: vascomin - Aprile 14, 2012, 13:39:35

Titolo: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 14, 2012, 13:39:35
PRIMA PARTE
E’ vero che, almeno in teoria, gli artisti non entrano mai realmente in competizione tra loro, per la semplice ragione che la creazione artistica, per definizione, è la risultante di un profondo e tumultuoso processo interiore, personale, sofferto, intimo, in grado quindi di generare, ogni volta, qualcosa di esclusivo e di unico nel suo genere: qualcosa di non confrontabile, logicamente.
E’ vero anche, infatti, che la competizione, gli artisti, la vivono più che altro nei confronti di loro stessi: nel tentativo di superarsi continuamente crescendo, cambiando, maturando… e tentando ogni volta di rinnovare (o addirittura di migliorare) gli ultimi livelli raggiunti.
 
Tra noi cantautori e cantanti italiani, in effetti, c’è una certo rapporto di familiarità: ci conosciamo tutti (almeno di vista), e siamo pure consapevoli di condividere in qualche modo un mestiere, uno stato sociale, un ruolo pubblico, un posto nell’immaginario collettivo… ed un certo successo, di solito.  Quindi possiamo sentirci abbastanza simili. E ci sentiamo certo più tranquilli uno di fronte all’altro, e forse anche più a nostro agio, senza quel senso di tensione e senza quell’atmosfera di eccitazione che abbiamo quando invece ci ritroviamo negli alberghi o per le strade circondati o inseguiti, o a volte addirittura proprio assaliti,  da ammiratori o da semplici curiosi sconosciuti… che sono spesso anche un po’ troppo… agitati.
 
 Questo però è l’aspetto superficiale, l’apparenza, quello che si può intravedere attraverso la nebbia di questo buonismo, oggi tanto diffuso nell’aria della nostra musica italiana, che dice: “Siamo tutti amici, siamo tutti buoni e ci vogliamo tutti bene!”.
Eh sì…!
Se si va a guardare oltre, invece, se si alza il velo del politicamente corretto, ci sono poi le simpatie varie e le emozioni vive, le empatie autentiche, ma anche le profonde divisioni, le antipatie istintive… ed infine le competizioni vere e proprie.
 
Eh… Cosa fai, allora, quando incontri un cantante che consideri un perfetto imbecille per le cose che canta? Quando ti trovi di fianco ad uno che, secondo te, dovrebbe andare a zappare la terra, piuttosto che continuare a frignare stupide canzoni che sono tutte la stessa lagna? Canzoni lagnose che non sopporti, ma non glielo puoi dire certo in faccia. Allora lo guardi solo negli occhi, ma in un certo modo provocatorio ed inequivocabile, aspettando (e sperando!) che abbia almeno una qualsiasi reazione visibile, che dica anche soltanto una parola, per poter scatenare una battaglia dialettica, per fargli qualche battuta cattiva ma sincera, qualche critica impietosa ma oggettiva. Quando incontri un Baglioni, insomma, che per te impersona… che per te è l’emblema… delle musichette da sala d’attesa… Con testi che non raggiungono neanche il livello dei peggiori discorsi sul più e sul meno, infarciti dei soliti luoghi comuni, come quelli che si fanno per ammazzare il tempo quando si sta in fila alle Poste o che fanno tra loro le signore dal parrucchiere durante una messa in piega…  Lo hai conosciuto agli inizi della sua carriera, quando sembrava la brutta copia di Battisti. Certo… “la tua maglietta fina”… in confronto alle “scarpette rosse”… “Passerotto non andare via”… rispetto a “Dieci ragazze per me”…! O “La mia canzone per Maria”, “La vita è adesso” in confronto a “Emozioni”… Eh, insomma! …Impallidivano un po’! Sarà forse per questo che lo hai preso subito in antipatia…
 
(Mi ricordo che il periodo in cui lui cantava “Passerotto non andar via”… io avevo diciannove anni e scorrazzavo con la mia Honda 750… senza nemmeno sognarmi di poter mai chiamare una donna in un modo così stupido e ridicolo).
 
 E cosa vuoi fare, dicevo, quando ti ritrovi seduto di fianco ad un tal Wolfang Amadeus Minghi ( il soprannome è mio) che sembra talmente soddisfatto di sé e delle sue canzoni tristi e lagnose…? Che poi, queste sue lagne, lui le fa sempre in tonalità minore… che ti fa scendere giù per le sue scale melodiche sempre di più e, alla fine della torturante atmosfera di triste malinconia, ti risolleva finalmente (anche perché più giù non poteva proprio più andare) con un compiaciuto e soddisfatto…. “La vita mia!” ….In MAGGIORE!! E nel momento in cui lo senti cantare quest’ultima egocentrica e superba frase, lo vedi anche alzare il viso ed assumere un’espressione da imperatore… Be’, allora può venirti proprio voglia di smontarlo un po’, di dirgli che la sua aria da fenomeno musicale e il suo modo di tirarsela ti fanno pena, che sono solo un triste squallore, il risultato di una presunzione eccessiva che ha perso ogni contatto con la realtà, quella vera. E sì… E alla fine glielo dici pure! E lui non fa una piega, resta sordo ed isolato nel suo mondo fatto di favole e di preghiere. Così tu ti allontani, e vai a sederti in mezzo ai Litfiba. Allora, magari, ti ritrovi di fianco a Pelu’… e lo osservi un attimo. E pensi che ancora non hai capito se canta per scherzo e fa del rock per caso, o se in fondo si diverte soltanto… per sesso! Certo non hai ancora capito nemmeno un suo testo. Tutti quegli ululati poco funzionali e tutte quelle gratuite distorsioni vocali continue, che sottomettono il significato delle parole al solo fine dello spettacolo e della recitazione, sono tanto lontani dalla tua concezione di “canzone” e di “musica rock” che finisce che uno come lui, poi… ti sembra un UFO.
 
 Poi ci sono quelli che non hanno niente da dire, quelli che non sanno comunicare, e poi anche quelli che ammiri e apprezzi. Solitamente finisci per star con questi ultimi, è naturale, è logico.
 
Ogni tanto può capitarti d’incontrare il giovane talento un po’ sbruffone che ti vuole sfidare, e quindi che devi un po’ “domare”, come Grignani, nei primi tempi. Ma c’è anche chi, come Zucchero, si mette a competere con te a suon di dischi pieni di splendide ed orecchiabili… e travolgenti musiche, complete di arrangiamenti davvero ben confezionati.  C’è sempre qualcuno che ti ritrovi regolarmente avanti nelle classifiche, e che raccoglie sempre un po’ più di pubblico di te nei concerti… e che vorresti strozzare!
 
Ad un certo punto, mi ricordo, arrivò pure il “Baglioni da stadio”, che regolarmente ti batteva negli incassi per un pelo. E volava sulle ali dell’affetto della gente mentre ….avesse avuto la tua reputazione!! Finché il divino Claudio commise un grave errore… 
 
 Amnesty international organizzava un festival rock coi miti internazionali. Io avevo offerto la mia disponibilità a partecipare, come rappresentante italiano, e la cosa pareva stesse andando in porto, quando Baglioni scese dal Cielo e offrì Sua disponibilità. Così Blasco Rossi , lo scomodo e imbarazzante personaggio, fu immediatamente messo da parte, per poi essere escluso: venne accolta invece a braccia aperte la notizia della Sua partecipazione. Stampa e critica italiane spalancarono subito le porte al beniamino delle italiche mamme, al punto di riferimento delle spose giovani e bianche, all’ottimo esempio per tutte le brave ragazze, al supporto nazionale per i discorsi sul tempo che si devono fare per forza durante l’attesa alle Poste o dal parrucchiere.
 Effettivamente, lui era la perfetta rappresentazione dell’ ideale del bravo ragazzo: pulito, bello e sano.  L’unico problema, pensavo io, era che lui che non c’entrava niente con i gruppi rock feroci come quelli di Springsteen ed altri. Ma lui, completamente in preda a se stesso, lui non c’ha mica pensato! E così, quando fece la sua apparizione su quel palco, venne massacrato da un pubblico che non lo riconosceva, che non lo voleva, che non lo stimava e che non lo apprezzava. Il pubblico si espresse a suon di lanci di bottiglie, di lattine e di insulti (cosa che a lui non era mai capitata); lui fu costretto a fuggire dal palco, e la cosa lo scioccò a tal punto che sparì per anni dalla circolazione. Povero lui, abituato da sempre a esibirsi solo davanti a persone che già lo adoravano per le sue canzoni; povero lui, che aveva sempre conosciuto soltanto l’esperienza di salire su un palco per accontentare e soddisfare un pubblico già conquistato, che già lo stava aspettando, a cui bastava anche solo vederlo da vicino per acclamarlo…
Da quella volta, non si esibì più dal vivo per oltre dieci anni. Ricominciò timidamente dal balcone di casa sua con un concerto per il suo vecchio cortile…! Poi ne fece uno su un camion, ed infine riprese il coraggio di riaffrontare il pubblico in un Palasport.
 Non posso dire di avere sofferto per lui. Anzi, parliamoci chiaro: fui contento che la sua arroganza e il suo delirio di onnipotenza fossero stati ridimensionati in quel modo.
 Io ne avevo presi, di schiaffi, nei miei primi anni di concerti...! Soprattutto in quelle centinaia di esibizioni che ho fatto in manifestazioni e fiere dove la gente non stava lì appositamente per me. E per me non era facile convincere, ogni sera, un pubblico che all’inizio si mostrava decisamente freddo e spesso addirittura ostile… per poi riuscire a farlo divertire e a farlo  emozionare. Per lunghi anni io ho ricevuto insulti e sarcastici commenti. Molti miei concerti sono stati delle guerre…
 E poi ero io il rappresentante più azzeccato per quel festival! Solo la mia reputazione di soggetto impresentabile, di personaggio fuori dalle regole, mi aveva fatto escludere.
Comunque io sarei sopravvissuto anche a questo, mentre Baglioni, intanto, era subito corso a nascondersi sotto il letto.
Già sapevo allora che, da quel momento in poi, non avrei avuto più rivali nei concerti dal vivo. Infatti, la mia esperienza e tutti gli anni di gavetta, su tutti i tipi di palco, di fronte ad ogni tipo di pubblico, mi fecero diventare presto una realtà unica nel panorama musicale italiano. Nessuno ha dovuto imparare quanto me a sedurre la gente mettendo l’anima nel comporre le canzoni e nel cantarle. E in quell’epoca nessuno era bravo come me, nel farlo: ero diventato “un incantatore di serpenti”!
 
NEGLI anni ‘90 lo spettacolo divenne sempre più coinvolgente e trascinante.
Le canzoni erano ormai penetrate nel cuore della gente, che finalmente le ascoltava senza pregiudizi, e che si commuoveva con me, gioiva con me, si esaltava con me. In pratica, la gente cominciava a riconoscere dentro di sé le stesse emozioni, le stesse delusioni, sofferenze ed esaltazioni che raccontavo io nelle mie canzoni. Stupefatti e consolati dal sentire un pazzo che, dal suo palco, confessava le proprie debolezze senza vergogna, che riconosceva i propri errori ed era capace di riderci sopra… le persone cominciavano a sentirsi meno sole nelle loro inconfessate sofferenze… E questo le faceva sentire più sicure, più tranquille …e più serene. Uno dei messaggi di fondo di tutte le mie canzoni è “Non siamo perfetti”: lo si deve accettare, riconoscere, ricordare, tenere presente… e quindi poi saper perdonare, lasciar correre! Dire anche “Chi se ne frega”. Siamo solo noi quelli che sbagliano e “buttano via la loro vita”, secondo voi, perché facciamo tardi la notte: ma andate a farvi fottere, voi e i vostri (pre)giudizi! Vogliamo una vita spericolata, e non rispettiamo più i vostri falsi valori. Per il momento ci stordiamo un po’, poi affronteremo il mondo e i suoi problemi. Siamo noi, siamo noi che dovremo andare avanti. Non accettiamo più lezioni da persone e da istituzioni che non possiamo più rispettare, perché le abbiamo viste troppe volte tradire, mentire e vendersi. E rubare…! Rubare anche il nostro futuro, fottendosene di noi.
 
 E poi… Tante emozioni… condivise all’unisono… attraverso canzoni che rievocavano amori, passioni, gioie e delusioni in modo semplice e spontaneo, senza la minima ombra di dubbio che non siano nate da sole, senza alcuna volontà di sedurre, compiacere o farsi ammirare…. Le mie canzoni…! Sempre più libere di essere come vogliono, come volevano allora e come vorranno sempre. La mia assidua ricerca stilistica della sintesi… che mi ha sempre portato a saltare volontariamente alcuni passaggi lasciando così all’immaginazione il compito di riempirli. E l’immaginazione è un mezzo che può raggiungere vette e profondità… insondabili.
 
Io, nella mia vita, mi sono sempre, continuamente e solamente, dedicato a questa straordinaria avventura del cantare… E sono ormai tranquillo, consapevole di non aver più niente da dimostrare o da perdere… E quindi sono sempre più sfrontato nell’azzardare, nello sperimentare, nel giocare e nel rischiare tutto, ogni volta.
Tanto che, ad un certo punto, ho pensato che la più grande trasgressione, dopo quelle degli anni ottanta, soprattutto per una Rockstar, fosse quella di costruire una famiglia, di abbandonare il comodo Stupido Hotel.
 
E se oggi riesco ancora a portare avanti un tale coinvolgente progetto e, contemporaneamente, a continuare l’avventura di VascoRossi, allora significa che sto vivendo (e, per ora, vincendo!) una bella sfida. La sfida più spericolata che esista in questa vita precaria moderna: il progetto famiglia, che mi è costato sacrifici enormi, ma mi ha fatto vivere un’esperienza straordinaria, e mi ha dato tante soddisfazioni. La nascita di un figlio mi ha regalato una nuova visione del mondo, e così io mi sono guadagnato un riposizionamento della mia esistenza su un piano molto più sano e realistico: non sono più un artista eccentrico e di successo al centro dell’universo, ma mi sono elevato fino a diventare un uomo come tanti, pronto a sacrificare la propria vita per quella di qualcun altro, per quella di un figlio, e senza alcuna paura o indecisione di sorta.
 
 
 (continua)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 14, 2012, 13:54:35
'azz  :xsxsxs: :xsxsxs: :xsxsxs:

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 14, 2012, 13:56:58
c'è andato leggerino con Baglioni ahahahahahahahah
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 14, 2012, 13:57:37
Ora comincerà una guerra

litfiba - baglioni - minghi vs Vasco Rossi  :svengo:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 14, 2012, 13:59:05
ne finisce una...ne cominciano 3 :)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 14, 2012, 14:32:48
W la sincerità!! :xsxsxs: :xsxsxs: :xsxsxs:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 14, 2012, 14:48:21
 :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 14, 2012, 14:48:44
Come al solito non le manda a dire :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 14, 2012, 15:54:23
 :delusa: :delusa:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 14, 2012, 17:03:15
Eheheheh ecco cosa vuol dire "dirla in faccia la verità" cit.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 14, 2012, 20:14:58
quanti lumaconi sono venuti fuori con questa prim parte di L'AltraAutobiografia che si sono soffermati su inutili particolari come i miei gusti musicali senza capire niente della storia...adesso vi pubblico anche la seconda parte e volgio proprio vedere chi legge in buona fede e chi vuol solo litigare giudicare e offendermi perchè racconto una storia fuori dai denti, vera reale e vissuta. benvenuti nello spietato e violento mondo del rock...

V.R.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 14, 2012, 20:34:30
e se domani sui giornali leggerò solo il mio giudizio su Baglioni sarà l'ennesima dimostrazione di come ai giornali non interssi mai raccontare e divulgare informazioni serie su i fatti che succedono ma che il loro unico scopo è fare scoop estrapolando da una storia solo quello che a loro serve per fare scandalo. in tutta la prima parte della mia Altra Autobiografia hanno notato solamente quello che penso di Baglioni cantautore (non della persona stessa che reputo squisita) il particolare meno significativo e importante di tutta la storia. ma se pensano di alzare un polverone tra me e il divino Claudio hanno toppato perchè l'ho già chiamato e ci siamo già chiariti. lui pensa di me le stesse cose ma è molto più educato e non le dice. del resto so di essere considerato da molti in un modo non troppo benevolo...ho letto certi commenti su you tube!!!...ma io non mi preoccupo e vado avanti. c'è tanta gente ch mi vuole bene.

V.R.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 14, 2012, 20:40:56
e se domani sui giornali leggerò solo il mio giudizio su Baglioni sarà l'ennesima dimostrazione di come ai giornali non interssi mai raccontare e divulgare informazioni serie su i fatti che succedono ma che il loro unico scopo è fare scoop estrapolando da una storia solo quello che a loro serve per fare scandalo. in tutta la prima parte della mia Altra Autobiografia hanno notato solamente quello che penso di Baglioni cantautore (non della persona stessa che reputo squisita) il particolare meno significativo e importante di tutta la storia. ma se pensano di alzare un polverone tra me e il divino Claudio hanno toppato perchè l'ho già chiamato e ci siamo già chiariti. lui pensa di me le stesse cose ma è molto più educato e non le dice. del resto so di essere considerato da molti in un modo non troppo benevolo...ho letto certi commenti su you tube!!!...ma io non mi preoccupo e vado avanti. c'è tanta gente ch mi vuole bene.

V.R.

bha sta cosa però non l'ho capita  :mmm:

Fossi stato baglioni gli avrei attaccato il telefono in faccia  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 14, 2012, 20:46:53
che poi mi sa che è stata anche eliminata...sulla pagina ufficiale non c'è più...


come non detto....ricomparsa  :)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 14, 2012, 20:50:12
bha sta cosa però non l'ho capita  :mmm:

Fossi stato baglioni gli avrei attaccato il telefono in faccia  :ok:

beh mi sembra abbastanza chiaro il concetto che vuole esprimere Vasco...esprime liberamente il suo pensiero sull'artista Baglioni non sull'uomo!!...del resto che Baglioni non gli piacesse e che i testi dei Litfiba li ritenesse privi di senso o quantomeno enigmatici era risaputo...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 14, 2012, 20:54:43
questo vasco è proprio tosto...mi lascia un po sorpreso
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 14, 2012, 21:20:55
Sui Litfiba ha assolutamente ragione.Pelu' e' secondo me la peggior voce italiana.Sono veramente scandalosi e non li ho mai sopportati.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 14, 2012, 21:21:31
beh mi sembra abbastanza chiaro il concetto che vuole esprimere Vasco...esprime liberamente il suo pensiero sull'artista Baglioni non sull'uomo!!...del resto che Baglioni non gli piacesse e che i testi dei Litfiba li ritenesse privi di senso o quantomeno enigmatici era risaputo...

si , però perchè lo devi chiamare per chiarire ?  :mmm:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 14, 2012, 21:25:41
e se domani sui giornali leggerò solo il mio giudizio su Baglioni sarà l'ennesima dimostrazione di come ai giornali non interssi mai raccontare e divulgare informazioni serie su i fatti che succedono ma che il loro unico scopo è fare scoop estrapolando da una storia solo quello che a loro serve per fare scandalo. in tutta la prima parte della mia Altra Autobiografia hanno notato solamente quello che penso di Baglioni cantautore (non della persona stessa che reputo squisita) il particolare meno significativo e importante di tutta la storia. ma se pensano di alzare un polverone tra me e il divino Claudio hanno toppato perchè l'ho già chiamato e ci siamo già chiariti. lui pensa di me le stesse cose ma è molto più educato e non le dice. del resto so di essere considerato da molti in un modo non troppo benevolo...ho letto certi commenti su you tube!!!...ma io non mi preoccupo e vado avanti. c'è tanta gente ch mi vuole bene.

V.R.
Quello che pero' dovrebbe capire e' che e' logico che i giornali si soffermeranno sulle critiche agli altri cantanti.E' inutile che provochi e poi attacchi i giornalisti.Spero che non ricominci con i soliti deliri su facebook.Oltretutto non capisco che bisogno abbia di attaccare gli altri.Se io ero Baglioni lo smontavo completamente di critiche e insulti.Speriamo che sia un signore anche lui come Ligabue.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 14, 2012, 21:28:06
Poi arrivò la scommessa di Sansiro. Nessun italiano aveva mai avuto il coraggio di affrontarlo. Noi potevamo al massimo aspirare alle grandi balere palasport. Gli stadi erano per gli stranieri solennemente accolti da stampa esterofila come veri e propri DEI scesi dal cielo .  era una consuetudine affermata da anni. Da sempre. Arrivava un bob Marley per una data unica e riempiva SanSiro. Bruce Springsteen e alla gente non sembrava vero di vederlo dal vivo. non solo miti ma veri e proprie divinità .
 
Rovelli mio manager milanese gestore di mitici locali rock come il Rolling Stones Prenotò lo stadio di san siro con quel pizzico di incoscienza e sfida che solo lui poteva avere. Sufficientemente pazzo da credere in me dal primo momento che mi aveva visto In realtà sapeva fare il suo mestiere. Conosceva la sua città sapeva dell’amore di milanesi per quel pazzo della vita spericolata delle sensazioni forti e del concetto dionisiaco della vita. Che non considerava un crimine usare sostanze stupefacenti  e non ne faceva mistero. Che considerava lo sballo una valvola di sfogo come andare a vedere una partita di pallone.
Che non ci vedeva niente di male ad usare, Non abusare di sostanze illegali. E che se ne stava ben lontano dall’eroina perché le droghe lui le usava per andare più forte per scrivere e lavorare di più per non dormire mai…
Bene arrivarono in settata mila a festeggiare il rock italiano e qualche giorno dopo madonna fece un mezzo flop.
Improvvisamente il mondo si capovolse. Avvenne una epocale inversione di tendenza.  “Vasco ha ucciso madonna” titolò il corriere della sera decretando la fine dello strapotere degli dei stranieri.
Per me che avevo cominciato dieci anni prima nelle balere e nemmeno mi sognavo di veder un giorno più di venti mila persone… non mi sembrava vero di aver infranto quell’invalicabile muro. e di avere portato la musica italiana dove meritava di stare. Di aver distrutto con la credibilità conquistata in anni di coerente lavoro addirittura la strapotenza degli Dei dell’olimpo mondiale.
 
Me ne vado ad affrontare gli anni novanta pensando a cosa cazzo potrò dire ancora di nuovo. Quando la rabbia di dover assistere allo spettacolo dell’arroganza dell’intelligenza fare a pezzi in televisione in vere e proprie risse verbali poveri indifesi. Con negli occhi ancora la spudoratezza socialista di considerare la questione morale una cosa da rimandare, farsi finanziare, con miliardi di soldi neri da industriali, tellevisionari , che senza alcun trasparenza versavano fiumi di enaro nelle casse (nei conti svizzeri) del partito. Un signore di nome craxi certo uno con le palle vivere all’ultimo piano di un albergo a roma come una specie di principe con una manciata di voti diventare ago della bilancia e conquistare il potere e regalare televisioni (canali televisivi) ad amanti, permettere ai suoi di fare neanche troppo nascostamente affari sfruttando le posizioni di potere. Insomma tutta questa bella situazione mi ispira una canzone veramente incazzata. Gli spari sopra.
 
E torno in ballo. Rifaccio Sansiro. Un altro successo. Locale strapieno. Sono il re degli stadi. Finalmente comincio a ricevere quello che mi spetta
 
Nel 95  la guerra nei Balcani è scoppiata. Sarajevo è assediata. Da mesi nessuno esce nessuno entra. ci viene una idea pazzesca. progettiamo una pericolosa spedizione per fare uscire  dalla città assediata un gruppo rock “i Sikter” e un gruppo teatrale. Li portiamo in Italia li ospitiamo e li togliamo dall’inferno.
POI realizziamo  uno spettacolo a San Siro col titolo carico di significato  “Rock Sotto l’assedio” in segno  di solidarietà nei confronti di una popolazione che soffre spezzando idealmente l’assedio alla città riunendo con il rock -La prima cosa che mi viene in mente è di cominciare il concerto con “Generale” il capolavoro di Degregori. A metà  presento i Sikter gruppo rock di Sarajevo al mio straripante pubblico che li accoglie con entusiasmo.             
Dopo  una toccante performance del gruppo teatrale durante “vivere”  finisco lo spettacolo con la solita Albachiara.
Soddisfatto e felice vado a cercare di dormire
 
Nel pomeriggio avevo presentato in una conferenza stampa tutta l’idea e il progetto spiegando significati e gesto di solidarietà.
Una giornalista di novella duemila che conosco da anni e si diverte a volte a provocarmi chiede improvvisamente. Ma l’incasso? È devoluto in beneficenza? Una domanda talmente inattesa e fuori luogo  che mi lascia senza parole. Avevo spiegato si trattava di un gesto di solidarietà. Non di un concerto di beneficenza. Non ci avevamo neppure pensato. Certo dopo una domanda così tutta l’operazione sembrava quasi una speculazione. Cazzo un grande comunicatore come Montezemolo avrebbe immediatamente risposto
È chiaro che una parte dell’incasso sarà devoluto alla croce rossa alla croce bianca e sarà utilizzato per pagare le spese di mantenimento del gruppo qui a Milano.  e ne diamo un po’ anche a te troia di una fetente testa di cazzo.
Ma io NON sono Montezemolo e non ho avuto quella presenza di spirito.
Ho ripetuto che il concerto era un gesto di solidarietà e alla beneficenza non avevamo pensato ma che avremmo certo a questo punto fatto qualcosa in questo senso.
 
L’evento straordinario fu un evento straordinario. Io cantai “Generale” con una passione e una intensità incredibili. I Sikter conquistarono con il loro rock crudo violento ed essenziale il pubblico. Ma un giornale il giorno dopo titolò
“Rock Sotto L’assegno”
 
e questo mi ferì profondamente.
 
 
Stavo avviandomi verso la seconda metà degli anni novanta quando un problema cominciò a farsi sentire. Io non suonavo più la chitarra. Da anni. In casa con Luca piccolo non mi veniva nemmeno in mente di prenderla in mano Non scrivevo più canzoni.
Non c’era più la condizione necessaria. Assenza di orari….o meglio assenza di tempo…situazione di non tempo che scorre ma tempo che non scorre ma è sempre un presente senza  orari limiti o motivi. Un tempo vuoto che sei libero di riempire senza pensare a riempirlo ma cazzeggiando magari strimpellandoo…
 
Questo succedeva anche a Tullio. Aveva ripreso un menage familiare un po’ forzatamente…si occupava di una figlia…io non lo vedevo da tempo. Lo chiamo e  gli dico passa a fare un giro. Il giorno dopo arriva con la solita valanga di parole improperi contro qualcosa le sigarette ha smesso di fumare le canne. Hai un po’ di maria. Ma come. Claro che no. È un periodo di detoxing come dicono a L.A. Gli chiedo ma hai qualche canzone. Mi risponde macchè. Non riesco più a suonare. In casa mia figlia …la scuola….la cena….
Mi rendo conto che abbiamo tutti cambiato vita e che di musica non se ne fa più
Chiamo riva. Stessa storia. Adesso sta con Valeria che ha portato giù il gatto comunque lui qualche idea ce l’ha…se vuoi te la faccio sentire. Ma si tratta di ideee…appunto.
Comincio a preoccuparmi. Anzi a disperarmi.  Come si può tornare indietro ormai.
Parlo con Fini
Pensiamo. Se noi potessimo ricostruire il modo di vivere di un tempo …..
io Tullio e Riva in un luogo con degli strumenti e niente orari niente disturbi.
Si potrebbe trovare un posto dove stare per tre o quattro giorni e poi tornare il week end alle nostre vite normali.
Pensiamo a uno studio di registrazione molto bello. Villa Condulmer. Nel veneto di fianco ad una . Villa Condulmer appunto trasformato in albergo e che frequentiamo spesso per i concerti. Una villa seicentesca con due vantaggi. Primo ha una serie di camere dietro la villa (dependance) che attraverso un sentiero e un cancelletto confinano con la sala di registrazione.
Una Sala nuova costruita da un ragazzo innamorato della musica abbastanza ricco da potersela permettere quasi come hobby. La sala ha una parte sotterranea dove si fa sul serio ma anche una splendida sala con una vetrata enorme che da sul prato. Noi la affittiamo e ci spostiamo subito li.
Ricordo ancora la faccia di Tullio quando arrivati la un po’ spaesati mi guarda e mi fa. E adesso? Cosa facciamo?
Dico non so. Siamo qui …se vuoi ti do una lezione di bigliardo. Non avevamo mai creato a comando e soprattutto ognuno di noi lo aveva sempre fatto da solo. Sembrava una situazione surreale e ridicola. Intanto Riva comincia a smanettare la batteria elettronica facendo ritmi e con la chitarra comincia a divertirsi a fare accordi…dopo un po’ Tullio imbraccia il basso e cominciano a giocare con dei giri musicali…poi parte col suo solito ispirato modo di cantare emettendo suoni con la voce e fissando una melodia. L’armonia di Riva era era semplice ma molto intrigante. Tullio col basso la puntava e la accompagnava verso una lenta e ripetitiva specie di nenia…molto strana nei suoni ma piacevolmente ipnotica. niente di più di un semplice giro armonico con due accordi ripetuti. Poi arriva la voce di Tullio che comincia nel mezzo di due accordi a fare “nunene “.,, perfetti nella loro semplicità  poi nanananana…nunene….e sempre la risposta nununenenunenune….sembra che non si arrivi a niente. Poi un cambio di accordo armonicamente molto felice di Riva stanco di ripetere  la stessa storia viene seguito da Tullio con la un’altra melodia che conclude in modo sospeso…
Poi dalla ricerca disperata di una soluzione per trovare il filo di una continuazione armonica Riva imbocca un’altra variazione improbabile di accordo che quasi sembra non c’entrare un cazzo. Tullio lo segue con una melodia inventata ma sempre carica di emozione . si fermano si guardano  si mettono a ridere nell’evidente consapevolezza di essersi cacciati in un vicolo cieco….riva torna ad arpeggiare l’accordo iniziale come per dire bè io mi fermo qui…Tullio lo segue e gli risponde giù un improbabile completamente fuori dal tema un provocatorio na-na-na-na-na-na…….riva come un suonatore di liuto del settecento ripete di nuovo l’accordo scandendo ogni corda….per terminare il gioco e Tullio ci spara un conclusivo na-na-na-na-na-na-na-na-na-na.
Sarà che da tempo non sento musica suonata dal vivo…sarà la voglia di trovare un senso. Sarà che mi emoziona sempre la voce di Tullio quando esprime melodie che gli vengono dall’anima…sarà che mi sono sempre piaciute le atmosfere di Massimo ….sarà che ho bisogno di emozionarmi ancora che dico. L’avete registrata?  No dice riva ….te la ricordi? Dico io. Fatela ancora e stavolta registrala. Avevo sentito qualcosa….un brivido breve…una sorta di senso ancora confuso ma se la risento. Riva riparte. E Tullio dopo un po’ ripete quel howeny……nevergonetughether…. Li lasci andare avanti ma mie è arrivata improvvisa la prima parola…. Quel howeny….resto zitto e ascolto snocciolarsi giù l’intera nenia…cerco altre parole in mezzo qua e là cerco di seguire la musica per capire come proseguire il discorso ma intanto me la godo…è proprio un gran bel giro….semplice ma originale ipnotico e la melodia di Tullio brevi frasi spezzate cariche di intensità ……
Quando finiscono  dico a Riva
Dai rimettila su che mi è venuta la prima parola…..
La musica parte e quando arriva la voce di Tullio li guardo e canto
VIVERE    i loro occhi si illuminano
Questo mi eccita
e io mi lancio a dire la prima cosa che mi viene in mente guardando riva
E PASSATO TANTO TEMPO
Ripeto VIVERE
E UN RICORDO SENZA TEMPO
((mentre penso che per adesso sto giocando e dico frasi
VIVERE
E UN PO COME PERDER TEMPO la dico perché mi sembra la nostra situazione attuale
Poi arriva quello strano stop
 
VIVERE …….   è una parola obbligata e sospesa
 
Manca l’ultima……la risposta?
Una sola parola
….e mi arriva chiara,
unica inaspettata e
 
….E SORRIDERE!
 
Era appena nata “VIVERE”.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 14, 2012, 21:34:17
Poi arrivò la scommessa di Sansiro. Nessun italiano aveva mai avuto il coraggio di affrontarlo.
Caro Vasco qui ti sbagli,il primo italiano a riempire san siro fu Bennato nel 1980
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 14, 2012, 21:40:07
E poi non capisco,prima parla di "rock sotto l'assedio" (che e' del 95) e poi di "vivere" che e' del 93 e dice che "Vivere" e' nata nella seconda meta' degli anni 90 quando invece e' contenuta nell album di "gli spari sopra" del 93.
Ragazzi ma siamo sicuri che e' proprio lui a scrivere?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 02:45:29
"Odio gli artisti che scrivono, o fanno scrivere la loro biografia mentre sono ancora in vita…ma chi cazzo sei?!?!" (cit. Fabrizio Moro, intervista rilasciata al suo fan club).
:sisi:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 09:57:05
"Odio gli artisti che scrivono, o fanno scrivere la loro biografia mentre sono ancora in vita…ma chi cazzo sei?!?!" (cit. Fabrizio Moro, intervista rilasciata al suo fan club).
:sisi:

vabbè se questa è una biografia io so Obama  :risata:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 10:21:30
Si torna in ballo…con canzoni straordinarie stupendo vivere quanti anni hai arriva la sfida di Imola. Un concerto all’autodromo. Un festival rock. Che avrei potuto intitolare come volevo. Mio. Poi arrivò lo sponsor e si chiamò heineken festival. Mi sono rassegnato poteva andar peggio ma c’erano oltre 140.000 persone quella sera. Paganti e udenti. Un record storico una scenografia straordinaria una soddisfazione .enorme. poi l’idea di cominciare un concerto rock in un festival rock con un uomo solo e una chitarra acustica. Un uomo contro centoquarantamila persone. poi un altro. due uomini soli contro centoquarantamila persone e una canzone semplice sincera e geniale quanti anni hai …stasera…
Poi la morte di massimo
Poi la morte di Mario.
La mia crisi di nervi. Cosa ci faccio ancora io qui. Che avrei dovuto sparire dieci anni fa. Perché Mario che da dieci anni non si faceva più doveva morire in tre mesi per epatite c. Depressione pensieri neri..ogni cosa che sembra li per ricordarti di come la vedevi diversa prima e ogni giorno ogni settimana ogni mese…il pensiero di farla finita. Lo studio del modo più semplice e meno rumoroso. Andarsene così senza far rumore.
Poi un amico fraterno, dottore dentista che mi parla di serotonina e di necessità di ristabilizzarla attraverso un farmaco il Prozac. Improvvisamente la depressione svanisce. Ritorna il carattere di prima i pensieri lieti e i pensieri meno lieti ma le cose tornano ad avere il loro valore. Ricomincio i concerti i dischi le canzoni tornano a nascere da sole…e in dieci anni supero ogni possibile traguardo. Impensabile impossibile come una tournee di sei concerti doppi. Lo stadio di Roma riempito due sere di fila. Come fosse una sala da ballo. Una cosa incredibile.  E alla fine 4 concerti di seguito  a Sansiro pieno fino al terzo anello. E la stampa risponde a Tania che non è una notizia che Vasco riempia SanSiro. Sarà una notizia quando non lo riempirà più . e ha ragione. Io capisco che è arrivata l’ora di dichiarare conclusa felicemente la mia straordinaria attività di RockStar.
di cominciare una nuova stagione.
essere solo l’artista Vasco Rossi
spogliandomi e presentandomi per quello che sono
e…..decostruendo.
Era il 1987….. quando arrivò l’apocalisse. Arrivò il successo. Tutti persero la testa e la situazione diventò ridicola e a un certo punto tragica. Guido Elmi in una sosta di identificazione paranoica si sentiva Vasco Rossi, con scenate ridicole di delirio di onnipotenza, anche nei miei confronti. Si considerava l’artefice del mio successo e stranamente anche riva e compagni gli credevano. mi considerava una sorta del” fantasma del palcoscenico”, utile solo a scrivere canzoni che lui giudicava e che sceglieva con assoluto disprezzo della mia opinione o delle mie convinzioni. Quando gli feci sentire “la combriccola del blasco” e la liquidò  arrivando a definirla una canzone “naif” capii che ormai non era più in grado di capire il discorso di vasco rossi e rischiava di comprometterlo stravolgerlo e addirittura distruggerlo. A questo punto ne andava della mia vita artistica e non potevo permetterglielo. A qualsiasi costo. E come al solito in questi casi ho messo la mia vita sul piatto. Pronto a giocarmela e perderla se fosse stato necessario. Ma anche lui avrebbe dovuto rischiare e giocarsi la sua.
Guido è una persona molto intelligente furba e privo di scrupoli. Scaltro e con un carattere forte, colto e astuto. Era il mio complice perfetto. La parte forte e dura. Capace di rispondere in faccia a chiunque di andare a farsi fottere e divertendosi pure con la sua dialettica e il suo sarcasmo a infierire a volte. Ma nel profondo era privo di cattiveria. E mi voleva un bene dell’anima.
Aveva in mano tutto della mia vita. produceva i dischi, trattava da manager le tournee, Teneva lui i conti gestiva i budget di produzione incassava e distribuiva i soldi. Io non sapevo neppure cos’era una fattura. E meno che mai quanti soldi avevo. E dove erano. Quando ne avevo bisogno li chiedevo a lui e me li dava. Dovevo assolutamente riprendere in mano le redini della mia vita e per farlo avrei dovuto scontrarmi con lui a costo di doverlo distruggere ed eliminare perché non avrebbe più accettato di rientrare nel suo ruolo. Non sarebbe più riuscito a capire. Era troppo preso da se stesso. Parlai con Lolli e gli chiesi se sarebbe stato dalla mia parte se avessi dovuto fare una guerra contro Guido.
Da quel momento cominciammo una lunga e sottile azione di informazione su tutto ciò che mi riguardava e che Guido gestiva. Attenti a non farci scoprire per due anni studiammo la situazione e spostammo a poco a poco alcuni pesi, alcune strategiche posizioni di forza. Cominciammo col dividere le contabilità e affidare la mia a un commercialista diverso con la scusa che un amico carissimo di mio padre avrebbe avuto il piacere di seguirmi. Così presi in mano la mia situazione economica e finanziarla. Poi riuscimmo a convincerlo ad affidare la gestione dei budget a Lolli che già si occupava di seguire i conti per togliergli un problema e un fastidio in più. Era talmente in preda al suo delirio artistico che accettò. E a quel punto i cordoni della borsa passarono nelle nostre mani. Ora  restava solo il problema che sul mio contratto discografico risultava che lui era il produttore.  Ma lo avevo definito io e niente mi impediva di cambiarlo semplicemente comunicando alla emi che avevo deciso di farlo.  Era fottuto.
Non ci saremmo mai riusciti se non ci avesse sottovalutato considerandoci (parole sue) dei cerebrolesi.  A questo punto dovevo solo affrontarlo e comunicargli che d’ora in avanti i dischi li avrei prodotti io. che se voleva gli avrei lasciato anche le percentuali ma lui non sarebbe mai più dovuto entrare in sala di registrazione. Lui non accettò. Gli spiegai che non aveva scelta.
Si presentò un giorno in sala dicendo “sono venuto a riprendere il mio posto di produttore” e cominciando a insultare tutti i suoi vecchi collaboratori con la sua solita violenza.  Lo buttai fuori di forza pronto a prenderlo a pugni e a calci giurandogli che se lo avessi rivisto lo avrei preso sotto con la macchina e non stavo scherzando.
Si concluse così il rapporto con Guido una delle persone che ho più amato e è stato così importante per me che senza di lui  non sarei certamente quello che sono. Ma dovevo farlo.. Produssi due dischi da solo. Liberi Liberi e “fronte del palco”. Poi cominciai a pensare che fare anche il produttore era un po’ troppo e cominciai a cercarne uno. Improvvisamente l’illuminazione. Parlando con Lolli pensammo.. Perché non tornare a prendere Guido che nel suo ruolo e senza deliri di onnipotenza alla fine per me è sempre stato il migliore di tutti. Andammo a casa sua e glielo proponemmo. Lui non cercò di nascondere la sua commozione e da  allora siamo andati avanti più di vent’anni in perfetta sintonia e con grande vantaggio per la storia di Vasco Rossi. Un’idea così perversa poteva venire in mente solo a me.
 
Contemporaneamente Massimo Riva e Maurizio Solieri si presentarono in studio di registrazione e mi comunicarono che avevano deciso di non suonare più con me. Io non capivo il motivo e Riva mi spiegava che volevano prendere un loro strada indipendente!?...da me!?...(già facevano dischi con il mio aiuto nello scrivere i testi)  che volevano essere un gruppo autonomo… (non capivo cos c’entrasse suonare o meno con me) e che mi avrebbero abbandonato. Non credevo alle mie orecchie. Chiedevo a Solieri se da chitarrista di Vasco Rossi preferiva diventare chitarrista di Massimo Riva. Ma lui non mi sentiva non mi capiva. Completamente plagiati da Massimo che non voleva più essere il numero due e voleva diventare il numero uno, mi derubava del gruppo che io avevo creato e pensava che prodotto da Guido Elmi sarebbe diventato….chi? gli dicevo! Tu pensi di chiudermi in un armadio e andare fuori te a cantare “siamo solo noi”?  sei fuori di testa andate pure a farvi fottere. Io non ero mai stato su un palco senza riva e Solieri e mi sentivo perduto ma gli dissi: guarda Solieri girerò tutto il mondo per trovare un chitarrista che non ti faccia rimpiangere. E questo vale anche per te Riva che sei un fantastico numero due ma per fare il numero uno non hai le caratteristiche necessarie. E se non capisci questo non capisci un cazzo.
Grazie comunque per la riconoscenza e per l’affetto. Cominciò cosi uno dei momenti più difficili della mia carriera. Senza Guido e senza gruppo.
Mi sentivo perduto.
Per fortuna Cuchia e tedeschi non si erano fatti infinocchiare da Riva e rimasero con me. Su di loro e con loro cominciai a ricostruire una band. Cucchia un giorno mi disse di aver sentito in un pub del trentino un chitarrista molto bravo. Lo convocai ed era Braido!  Quando cominciò a suonare capii di aver trovato un vero fenomeno che avrebbe fatto dimenticare certamente Solieri. Poi dovevo sostituire il Gallo. Nessuno in italia avrebbe potuto avere la credibilità di cominciare a suonare siamo solo noi come lui.
Volai a Londra e contattai un bassista di grande esperienza, un bassista alto magro bello e vissuto. Un che si muoveva si vestiva e teneva in mano il basso come uno dei Rolling Stones. Uno che avrebbe avuto la faccia e la credibilità necessaria per cominciare l’assolo di siamo solo noi. Paul Martinez. Per la chitarra ritmica al posto di Riva un Tedesco…stazzonato, capelli rasati e piantato a gambe larghe sul palco con una presenza e una precisione teutonica nel suonare la ritmica.
Il gruppo c’era ma non andava molto d’accordo. Le prove andavano avanti tra litigi e a volte risse tra Tedeschi e il bassista. Io andavo a casa la sera in preda a una cosa molto simile alla disperazione. Poi vennero le prove generali a Piacenza. Una settimana e poi partenza per Locarno..data zero.
Ala mattina alle otto mi chiama Rovelli l’organizzatore dei concerti e mi dice che i due stranieri hanno chiesto il doppio del pattuito altrimenti se ne vanno a casa.  Ancora stordito dal sonno e dalla notizia gli dico di mandarli a farsi fottere. Senza sapere come avrei potuto fare mi riaddormento. All’una mi sveglio chiamo Rovelli che mi dice che uno,il tedesco, n’era andato, l’altro era rimasto. Tiro un sospiro di sollievo e vado al palco delle prove e cerco un ragazzino che tutti i giorni era sempre venuto ad ammirare Braido sottopalco. Lo trovo gli chiedo se sa suonare la chitarra. Mi dice “bè non come Braido”, gli dico sali sul pulman con noi oggi pomeriggio, questa notte ti studi le ritmiche dei pezzi, e domani sera suoni con noi. Era quel pazzo di Davide Devoti. Uno che non avrebbe fatto rimpiangere Riva né come presenza scenica (era pazzo da legare) né come valore artistico.
Arrivammo a Locarno e salii sul palco per le prove pomeridiane. Avevo un grosso peso sul cuore e la totale incertezza di come mi avrebbe accolto il pubblico. Una sensazione di angoscia mista a preoccupazione e insicurezza che conosco bene ma che non avevo mai provato così forte. A un certo punto vedo correre verso il palco una fans storica,una amica sempre presente ai concerti di Locarno, con un sorriso, una felicità tale di rivedermi, una gioia di poter assistere al concerto che tutto mi si è sciolto e ho capito che sarebbe andata bene….
 
 
(Epilogo)
 
La steve rogers band partecipò al festival di Sanremo fu eliminata alla prima serata e si sciolse immediatamente.
Per anni incontravo Solieri nei locali bolognesi e mi supplicava di riprenderlo a suonare. Gli rispondevo che c’era già Braido. Poi Braido andò a suonare con Zucchero. Io partorii l’idea di prenderli sul palco tutti e due e fargli fare il duello delle chitarre. Uno spettacolo straordinario. Poi liquidai Braido perché non avevo apprezzato il “tradimento” con Zucchero. Ripresi Solieri e poi arrivò Steff! Il più grande chitarrista del mondo che mi fece commuovere e impazzire e occupò per diritto di qualità, bravura, tecnica e sensibilità superiori il posto di lead guitar.  Solieri era superato ed essendo prevalentemente un chitarrista solista non era neppure in grado di essere un bravo chitarrista ritmico.
A quel punto un’altra illuminazione! Pensai che per la storia di Vasco Rossi, per la bellezza dei concerti sarebbe stato bello ci fosse Massimo Riva a suonare la ritmica che come lui non la suonava nessuno. Allora l’ho richiamato e se non fosse morto ci sarebbe ancora lui in quel posto.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 15, 2012, 11:50:52
Bellissimo questo dietro le quinte.
Per anni la stampa, i fan, i colleghi hanno dato adito a mille storie, storielle sulla vita di Vasco, sono state inventate le trame più assurde e scritti i retroscena più fantasiosi su ogni periodo della sua vita, su ogni suo tour e disco, e su ogni suo rapporto umano.... finalmente... con delle narrazioni anche piuttosto sintetiche, ha chiarito molte cose.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: blasco1988 - Aprile 15, 2012, 12:29:25
Bella la storia su Elmi, io l'ho sempre visto così, non mi è mai stato tanto simpatico...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 15, 2012, 12:58:45
mi è piaciuta molto questa parte...non mi aspettavo usasse delle parole così dure ...sembra che serbi ancora un po di rancore verso solieri e verso elmi ...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Cav. Lambert - Aprile 15, 2012, 13:32:52

La steve rogers band partecipò al festival di Sanremo fu eliminata alla prima serata e si sciolse immediatamente.
Per anni incontravo Solieri nei locali bolognesi e mi supplicava di riprenderlo a suonare. Gli rispondevo che c’era già Braido. Poi Braido andò a suonare con Zucchero. Io partorii l’idea di prenderli sul palco tutti e due e fargli fare il duello delle chitarre. Uno spettacolo straordinario. Poi liquidai Braido perché non avevo apprezzato il “tradimento” con Zucchero. Ripresi Solieri e poi arrivò Steff! Il più grande chitarrista del mondo che mi fece commuovere e impazzire e occupò per diritto di qualità, bravura, tecnica e sensibilità superiori il posto di lead guitar.  Solieri era superato ed essendo prevalentemente un chitarrista solista non era neppure in grado di essere un bravo chitarrista ritmico.
A quel punto un’altra illuminazione! Pensai che per la storia di Vasco Rossi, per la bellezza dei concerti sarebbe stato bello ci fosse Massimo Riva a suonare la ritmica che come lui non la suonava nessuno. Allora l’ho richiamato e se non fosse morto ci sarebbe ancora lui in quel posto.
Quindi ancora ora pensa queste cose di Solieri....Non me l'aspettavo
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 15, 2012, 14:38:27
Quindi ancora ora pensa queste cose di Solieri....Non me l'aspettavo

beh assolutamente vero a mio avviso...solieri non è adattissimo per il ruolo che fa...è là solo perchè è morto massimo...

Comunque davvero belli questi racconti...questa è la vera versione di vasco! :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 15, 2012, 14:59:15
...secondo me è definitvamente impazzito!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 15, 2012, 15:28:50
davvero un bel racconto...vero e crudo...preferisco queste pagine all'ultimo libro dove in realtà erano scritte cose trite e ritrite che tutti già sapevano...qua Vasco ci parla della sua vita...di come sono nate le canzoni..ma soprattutto ci fa  "vedere" con onestà e schiettezza i rapporti con i suoi colleghi di lavoro che "noi" da fuori crediamo che siano sempre perfetti, casti, puri..e che in realtà sono ben altra cosa.
Da apprezzare i toni duri e crudi su la steve rogers band, su Riva..su Solieri, ma soprattutto su Elmi...è facile usare parole dure sui colleghi che non ti capita mai di vedere,di sentire(vedi Baglioni)..ma avere la stessa schiettezza nei confronti degli amici/colleghi con cui condividi una bella fetta di esperienze è tutta un'altra storia...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: marcoMC - Aprile 15, 2012, 16:02:57
per ora ho letto la prima e la seconda parte...il passaggio in cui racconta la nascita di vivere è pazzesco, scritto molto bene, rende proprio bene l'idea :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 16:04:33
Io sinceramente Vasco me lo aspettavo un po' più umile e rispettoso verso le persone che hanno collaborato con lui per una vita...
A me sinceramente sembra proprio un delirio di onnipotenza, scusate la franchezza. Mi sembra sempre più montato!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 16:13:52
Dopo quest'ultimo post di Vasco , scordatevi di rivedere Solieri sul palco  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 15, 2012, 16:16:42
io sono sicuro che Solieri....o Elmi.....queste cose già le sapessero....ma che magari erano rimaste tra di loro.....perchè Solieri lo sa....che se ci fosse ancora Massimo....non ci sarebbe lui...poi è un mio punto di vista...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 16:21:25
Dopo quest'ultimo post di Vasco , scordatevi di rivedere Solieri sul palco  ;)
Molto probabile. Comunque personalmente non condivido l'affermazione di Vasco secondo cui "Solieri sarebbe superato": non è il mio chitarrista preferito, ma ci sa fare e ha un gran gusto. Cosa, quest'ultima, che a mio parere manca a Stef (come all'80% dei chitarristi rock americani).
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 17:05:24
Poggini sul suo blog scrive :

"Il post di Vasco finisce così, anche se quel “fine provvisoria” lascia a intendere che potrebbero esserci altre puntate… Senza entrare nel merito dei giudizi sulle persone, mi permetto di aggiungere un particolare non proprio secondario: quando avvenne la separazione da Elmi, questi aveva appena subito un’operazione chirurgica molto delicata ed era in un letto d’ospedale. Magari se avesse aspettato un paio di mesi prima di arrivare al “chiarimento” sarebbe stato meglio."
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 15, 2012, 17:10:27
E questo cosa c'entra?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 18:29:29
Poggini sul suo blog scrive :

"Il post di Vasco finisce così, anche se quel “fine provvisoria” lascia a intendere che potrebbero esserci altre puntate… Senza entrare nel merito dei giudizi sulle persone, mi permetto di aggiungere un particolare non proprio secondario: quando avvenne la separazione da Elmi, questi aveva appena subito un’operazione chirurgica molto delicata ed era in un letto d’ospedale. Magari se avesse aspettato un paio di mesi prima di arrivare al “chiarimento” sarebbe stato meglio."

Ma a noi che ce ne importa scusa :delusa:




Saro' strana io (sicuramente si :risata: ) ma a me questo Vasco qui piace.... Leggendo questo ritrovo il vero Vasco quello che non si fa problemi a dire quello che pensa anche se può risultate scomodo :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 19:27:29
Ma a noi che ce ne importa scusa :delusa:




Saro' strana io (sicuramente si :risata: ) ma a me questo Vasco qui piace.... Leggendo questo ritrovo il vero Vasco quello che non si fa problemi a dire quello che pensa anche se può risultate scomodo :ok:

Era un approfondimento che ho letto e che ho pubblicato tutto quì  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 15, 2012, 19:35:22
comunque io non credo proprio che solieri non suonerà più con vasco ..
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 20:06:44
Era un approfondimento che ho letto e che ho pubblicato tutto quì  ;)

No Lele non era riferito a te quel commento :ok: te hai fatto benissimo a metterlo, era per dire che a noi cambia poco sapere quella cosa visto che comunque alla fine elmi e Vasco hanno ricominciato a collaborare ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 15, 2012, 20:20:29
Io sinceramente Vasco me lo aspettavo un po' più umile e rispettoso verso le persone che hanno collaborato con lui per una vita...
A me sinceramente sembra proprio un delirio di onnipotenza, scusate la franchezza. Mi sembra sempre più montato!
concordo con te vale
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 20:27:23
Io sinceramente Vasco me lo aspettavo un po' più umile e rispettoso verso le persone che hanno collaborato con lui per una vita...
A me sinceramente sembra proprio un delirio di onnipotenza, scusate la franchezza. Mi sembra sempre più montato!
concordo con te vale

sinceramente neanche a me è piaciuto di come ha definito Solieri e i suoi colleghi . Per non parlare del commento lasciato dalla redazione (molto probabile da tania ) su facebook, e ora eliminato : "A noi ci fanno pena quelli che non capiscono la musica di Vasco Rossi. Quasi ci dispiace per loro. Non sanno cosa perdono. Per noi esiste solo lui nella musica italiana. Gli altri son tutti bravi ma scrivono canzoni."

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 15, 2012, 20:31:57
È la Tania che mi fa pena sinceramente...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 20:33:30
È la Tania che mi fa pena sinceramente...

Secondo me dello staff di Vasco è la peggio . Subito dopo c'è Spagnoli  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 15, 2012, 20:48:28
cioè io proprio non capisco il senso.....e il bello è che vasco così presuntuoso non ce lo vedo....però non mi piacciono queste cose...questa arroganza e questo sentirsi superiore... voglio dire indubbiamente in italia sei il numero uno, ma lascia che siano gli altri a dirtelo e non sminuire i tuoi colleghi, seconda cosa hai sempre definito la tua band come la migliore...e poi smonti così solieri che oltre che a lavorare con te è pure tuo amico...a prescindere dal fatto che anche io penso quello che ha detto vasco su solieri...ma è un comportamento molto ipocrita!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 20:57:09
cioè io proprio non capisco il senso.....e il bello è che vasco così presuntuoso non ce lo vedo....però non mi piacciono queste cose...questa arroganza e questo sentirsi superiore... voglio dire indubbiamente in italia sei il numero uno, ma lascia che siano gli altri a dirtelo e non sminuire i tuoi colleghi, seconda cosa hai sempre definito la tua band come la migliore...e poi smonti così solieri che oltre che a lavorare con te è pure tuo amico...a prescindere dal fatto che anche io penso quello che ha detto vasco su solieri...ma è un comportamento molto ipocrita!

d'accordissimo con te  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 20:57:38
È la Tania che mi fa pena sinceramente...
Secondo me dello staff di Vasco è la peggio . Subito dopo c'è Spagnoli  ;)

Su questo penso che siamo tutti d'accordo :ok:


Su quello che ha detto Vasco non ci trova nulla di tanto sconvolgente. Sono anche io dell'idea che Solieri sappia benissimo quello che pensa Vasco di lui, e che molto probabilmente se ancora era vivente Riva non sarebbe stato il chitarrista di Vasco ancora.
Io non lo vedo arrogante ma sincero, dice quello che pensa senza nascondersi e questo suo modo di fare puo' piacere (a pochi) e non piacere (alla maggior parte) ma non è una novita' e' proprio tutta l'esistenza di Vasco che è stata caratterizzata da questo.
Prima non piaceva.... poi la moda ha fatto si che venisse amato alla follia quasi santificato... ora siamo tornati indietro con il tempo, meglio dargli addosso. Che ci vuoi fare caro Blasco.... è la tua vita ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 15, 2012, 21:00:05
io non lo vedo un discorso di moda...a me piace il vasco incazzato di un tempo..ma i*****o per validi motivi...questo mi sembra più un vasco che cerca di far parlare di se in tutti i modi... poi bo.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 15, 2012, 21:07:00
Su questo penso che siamo tutti d'accordo :ok:


Su quello che ha detto Vasco non ci trova nulla di tanto sconvolgente. Sono anche io dell'idea che Solieri sappia benissimo quello che pensa Vasco di lui, e che molto probabilmente se ancora era vivente Riva non sarebbe stato il chitarrista di Vasco ancora.
Io non lo vedo arrogante ma sincero, dice quello che pensa senza nascondersi e questo suo modo di fare puo' piacere (a pochi) e non piacere (alla maggior parte) ma non è una novita' e' proprio tutta l'esistenza di Vasco che è stata caratterizzata da questo.
Prima non piaceva.... poi la moda ha fatto si che venisse amato alla follia quasi santificato... ora siamo tornati indietro con il tempo, meglio dargli addosso. Che ci vuoi fare caro Blasco.... è la tua vita ;)

Due giorni fa è stata pubblicata un'intervista ,fatta alla band di Vasco , sul pagina di Vasco , e Solieri alla domanda "Insomma per te Vasco ... ?" Lui risponde "E' la persona più importante della mia vita dopo mio figlio. a lui devo tutto!" . Io non lo so con che coraggio Vasco ha scritto quelle parole neanche 24 ore dopo aver pubblicato l'intervista  ;) Tutto quì  :ok:

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 15, 2012, 21:09:47
ad ogni modo la tania è veramente la peggio.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 21:37:50
io non lo vedo un discorso di moda...a me piace il vasco incazzato di un tempo..ma i*****o per validi motivi...questo mi sembra più un vasco che cerca di far parlare di se in tutti i modi... poi bo.

Quando io parlo di moda non parlo dei fans che Vasco l'hanno sempre seguito che si sono emozionati con lui :ok: Parlo di quelli che commentano non sapendo, di quelli che seguono Vasco perche' fa figo seguirlo, di quelli che si spacciano per fans (per rompere le scatole)  :ok:

Lele non e' detto che Vasco queste cose non l'abbia scritte prima e comunque se sono cose che pensa non vedo perche' non debba dirle. Solieri dice quello che pensa di Vasco a prescindere da tutto e la stessa cosa l'ha fatta il KOm :ok:

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 15, 2012, 21:40:47
Quando io parlo di moda non parlo dei fans che Vasco l'hanno sempre seguito che si sono emozionati con lui :ok: Parlo di quelli che commentano non sapendo, di quelli che seguono Vasco perche' fa figo seguirlo, di quelli che si spacciano per fans (per rompere le scatole)  :ok:

Lele non e' detto che Vasco queste cose non l'abbia scritte prima e comunque se sono cose che pensa non vedo perche' non debba dirle. Solieri dice quello che pensa di Vasco a prescindere da tutto e la stessa cosa l'ha fatta il KOm :ok:


  :ok:  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 22:05:11
Su questo penso che siamo tutti d'accordo :ok:


Su quello che ha detto Vasco non ci trova nulla di tanto sconvolgente. Sono anche io dell'idea che Solieri sappia benissimo quello che pensa Vasco di lui, e che molto probabilmente se ancora era vivente Riva non sarebbe stato il chitarrista di Vasco ancora.
Io non lo vedo arrogante ma sincero, dice quello che pensa senza nascondersi e questo suo modo di fare puo' piacere (a pochi) e non piacere (alla maggior parte) ma non è una novita' e' proprio tutta l'esistenza di Vasco che è stata caratterizzata da questo.
Prima non piaceva.... poi la moda ha fatto si che venisse amato alla follia quasi santificato... ora siamo tornati indietro con il tempo, meglio dargli addosso. Che ci vuoi fare caro Blasco.... è la tua vita ;)
Si può essere sinceri anche senza essere spocchiosi e arroganti: la verità dei contenuti e la violenza della forma non vanno molto d'accordo.
E dire che l'esistenza di Vasco è basata su questo mi pare alquanto riduttivo: un provocatore è intelligente, insinua il dubbio nelle coscienze (cosa che Vasco ha fatto spesso) come un tarlo; non spiattella le sue opinioni con arroganza e violenza verbale.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 22:09:18
Si può essere sinceri anche senza essere spocchiosi e arroganti: la verità dei contenuti e la violenza della forma non vanno molto d'accordo.
E dire che l'esistenza di Vasco è basata su questo mi pare alquanto riduttivo: un provocatore è intelligente, insinua il dubbio nelle coscienze (cosa che Vasco ha fatto spesso) come un tarlo; non spiattella le sue opinioni con arroganza e violenza verbale.

Quale è la forma migliore per dire quello che ha detto scusa? Io penso che abbia detto quello che pensa senza mezzi termini punto.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 22:15:10
Quale è la forma migliore per dire quello che ha detto scusa? Io penso che abbia detto quello che pensa senza mezzi termini punto.
Béh, sinceramente non mi piace quest'aria di autoelogio che pervade tutti questi scritti: il sentirsi arrivati (giustificatissimo per quel che riguarda Vasco Rossi, èh... insomma se non è arrivato lui, chi altro?) è comunque il nemico peggiore dell'artista, secondo me.
E poi non mi piace il fatto che metta in cattiva luce persone che hanno collaborato con lui da una vita, che hanno contribuito tanto al suo successo. Né che spari a zero su altri artisti parlando proprio lui di presunzione...

Secondo me ha perso il senso del limite e della decenza.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 15, 2012, 22:21:24
Secondo me ha perso il senso del limite e della decenza.

beh il senso del limite non è proprio il suo punto forte eh :sisi:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 22:25:37
Béh, sinceramente non mi piace quest'aria di autoelogio che pervade tutti questi scritti: il sentirsi arrivati (giustificatissimo per quel che riguarda Vasco Rossi, èh... insomma se non è arrivato lui, chi altro?) è comunque il nemico peggiore dell'artista, secondo me.
E poi non mi piace il fatto che metta in cattiva luce persone che hanno collaborato con lui da una vita, che hanno contribuito tanto al suo successo. Né che spari a zero su altri artisti parlando proprio lui di presunzione...

Secondo me ha perso il senso del limite e della decenza.

Io non lo vedo tutto questo sparare a zero. Ha raccontato degli episodi avvenuti nel passato e ha parlato di personaggi che molto probabilmente non stima artisticamente, ma a anche citato Zucchero e Grignani dicendo belle cose.
Di Elmi ha raccontato senza censura quello che è successo e ha spiegato il perche' c'è stata quel distacco poi chiarito, senno' non credo che avrebbero ricominciato a collaborare insieme.
Di Solieri ripeto, non credo che sia all'oscuro visto anche quello che dice nel suo libro quando parla del periodo in cui non suonava piu' per Vasco.  

beh il senso del limite non è proprio il suo punto forte eh :sisi:


 :onorato: :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 15, 2012, 22:32:10
Ragazzi, ricordiamo BENE E TUTTI, che le cose scritte da Vasco in questa "altra Biografia" sono FATTI REALMENTE ACCADUTI NEL PASSATO, ovvero si riferiscono ad episodi che ormai sono successi e che hanno già fatto soffrire/arrabbiare Vasco, quindi i vari Solieri ed Elmi sono perfettamente a conoscenza dei fatti, Solieri sa bene di aver "tradito" Vasco, lasciando la sua band per andare a seguire una strada più autonoma, e sa altrettanto bene che pochi al posto di Vasco lo avrebbero di nuovo accettato nella Band, e lo stesso dicasi per Elmi... i vari protagonisti di queste storie le hanno VISSUTE e sanno già PERFETTAMENTE cosa Vasco pensa di queste vicende, non si sta scrivendo una nuova storia, si racconta il passato e basta...
Per quel che riguarda il capitolo Baglioni & co, non capisco cosa ci sia di male, il paradosso Italiano, tutti si fanno i C..zi propri, ma poi bisogna essere politically correct.... E' IL RACCONTO DELLA "SUA" VITA e Vasco è libero di narrare le SUE sensazioni, ovvero quelle che certi colleghi in passato gli hanno suscitato e come lo hanno influenzato, anche negativamente (ed è anche doveroso essere onesti in una "biografia")... all'estero abbiamo Bono che da del coglione (testuali parole) a Chris Martin e nessuno si indigna, i Depeche Mode che a loro volta criticano le manie di grandezza degli U2, e nessuno si lamenta... chissà perché in Italia deve essere peccato dire quel che si pensa... e chissà perché in questo forum (dove penso si apprezzi Vasco proprio per la sua "crudezza") ci si debba fare dei problemi... e qui chiudi...scusate lo sfogo!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 22:32:18
Io non lo vedo tutto questo sparare a zero. Ha raccontato degli episodi avvenuti nel passato e ha parlato di personaggi che molto probabilmente non stima artisticamente, ma a anche citato Zucchero e Grignani dicendo belle cose.
Di Elmi ha raccontato senza censura quello che è successo e ha spiegato il perche' c'è stata quel distacco poi chiarito, senno' non credo che avrebbero ricominciato a collaborare insieme.
Di Solieri ripeto, non credo che sia all'oscuro visto anche quello che dice nel suo libro quando parla del periodo in cui non suonava piu' per Vasco. 
Citazione
E cosa vuoi fare, dicevo, quando ti ritrovi seduto di fianco ad un tal Wolfang Amadeus Minghi ( il soprannome è mio) che sembra talmente soddisfatto di sé e delle sue canzoni tristi e lagnose…? Che poi, queste sue lagne, lui le fa sempre in tonalità minore… che ti fa scendere giù per le sue scale melodiche sempre di più e, alla fine della torturante atmosfera di triste malinconia, ti risolleva finalmente (anche perché più giù non poteva proprio più andare) con un compiaciuto e soddisfatto…. “La vita mia!” ….In MAGGIORE!! E nel momento in cui lo senti cantare quest’ultima egocentrica e superba frase, lo vedi anche alzare il viso ed assumere un’espressione da imperatore… Be’, allora può venirti proprio voglia di smontarlo un po’, di dirgli che la sua aria da fenomeno musicale e il suo modo di tirarsela ti fanno pena, che sono solo un triste squallore, il risultato di una presunzione eccessiva che ha perso ogni contatto con la realtà, quella vera. E sì… E alla fine glielo dici pure! E lui non fa una piega, resta sordo ed isolato nel suo mondo fatto di favole e di preghiere. Così tu ti allontani, e vai a sederti in mezzo ai Litfiba. Allora, magari, ti ritrovi di fianco a Pelu’… e lo osservi un attimo. E pensi che ancora non hai capito se canta per scherzo e fa del rock per caso, o se in fondo si diverte soltanto… per sesso! Certo non hai ancora capito nemmeno un suo testo. Tutti quegli ululati poco funzionali e tutte quelle gratuite distorsioni vocali continue, che sottomettono il significato delle parole al solo fine dello spettacolo e della recitazione, sono tanto lontani dalla tua concezione di “canzone” e di “musica rock” che finisce che uno come lui, poi… ti sembra un UFO.
Se questo non è sparare a zero, allora cos'è? :delusa:
Si può parlare di tutto, ma sinceramente non con quest'aria da ca**o, che sembra che dalla tua bocca stia uscendo oro e verità rilevate.
Ripeto, a me vanno benissimo i contenuti, figurarsi. Quello che non mi va giù (e sicuramente è anche un mio limite) è la forma, questa sua presunzione che si presenta come violenza verbale e arroganza.
Ripeto che è la mia soggettivissima impressione, che tuttavia nasce dalla valutazione del peso delle parole scritte e non da pregiudizio.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 22:34:28
Ragazzi, ricordiamo BENE E TUTTI, che le cose scritte da Vasco in questa "altra Biografia" sono FATTI REALMENTE ACCADUTI NEL PASSATO, ovvero si riferiscono ad episodi che ormai sono successi e che hanno già fatto soffrire/arrabbiare Vasco, quindi i vari Solieri ed Elmi sono perfettamente a conoscenza dei fatti, Solieri sa bene di aver "tradito" Vasco, lasciando la sua band per andare a seguire una strada più autonoma, e sa altrettanto bene che pochi al posto di Vasco lo avrebbero di nuovo accettato nella Band, e lo stesso dicasi per Elmi... i vari protagonisti di queste storie le hanno VISSUTE e sanno già PERFETTAMENTE cosa Vasco pensa di queste vicende, non si sta scrivendo una nuova storia, si racconta il passato e basta...
Per quel che riguarda il capitolo Baglioni & co, non capisco cosa ci sia di male, il paradosso Italiano, tutti si fanno i C..zi propri, ma poi bisogna essere politically correct.... E' IL RACCONTO DELLA "SUA" VITA e Vasco è libero di narrare le SUE sensazioni, ovvero quelle che certi colleghi in passato gli hanno suscitato e come lo hanno influenzato, anche negativamente (ed è anche doveroso essere onesti in una "biografia")... all'estero abbiamo Bono che da del coglione (testuali parole) a Chris Martin e nessuno si indigna, i Depeche Mode che a loro volta criticano le manie di grandezza degli U2, e nessuno si lamenta... chissà perché in Italia deve essere peccato dire quel che si pensa... e chissà perché in questo forum (dove penso si apprezzi Vasco proprio per la sua "crudezza") ci si debba fare dei problemi... e qui chiudi...scusate lo sfogo!
Se all'estero sono degli ignoranti sinceramente me ne frega poco. Non capisco perché il rispetto e l'educazione debbano sempre essere visti come ipocrisia, quando spesso sono semplicemente ed esclusivamente solo rispetto ed educazione.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 22:36:15
Ragazzi, ricordiamo BENE E TUTTI, che le cose scritte da Vasco in questa "altra Biografia" sono FATTI REALMENTE ACCADUTI NEL PASSATO, ovvero si riferiscono ad episodi che ormai sono successi e che hanno già fatto soffrire/arrabbiare Vasco, quindi i vari Solieri ed Elmi sono perfettamente a conoscenza dei fatti, Solieri sa bene di aver "tradito" Vasco, lasciando la sua band per andare a seguire una strada più autonoma, e sa altrettanto bene che pochi al posto di Vasco lo avrebbero di nuovo accettato nella Band, e lo stesso dicasi per Elmi... i vari protagonisti di queste storie le hanno VISSUTE e sanno già PERFETTAMENTE cosa Vasco pensa di queste vicende, non si sta scrivendo una nuova storia, si racconta il passato e basta...
Per quel che riguarda il capitolo Baglioni & co, non capisco cosa ci sia di male, il paradosso Italiano, tutti si fanno i C..zi propri, ma poi bisogna essere politically correct.... E' IL RACCONTO DELLA "SUA" VITA e Vasco è libero di narrare le SUE sensazioni, ovvero quelle che certi colleghi in passato gli hanno suscitato e come lo hanno influenzato, anche negativamente (ed è anche doveroso essere onesti in una "biografia")... all'estero abbiamo Bono che da del coglione (testuali parole) a Chris Martin e nessuno si indigna, i Depeche Mode che a loro volta criticano le manie di grandezza degli U2, e nessuno si lamenta... chissà perché in Italia deve essere peccato dire quel che si pensa... e chissà perché in questo forum (dove penso si apprezzi Vasco proprio per la sua "crudezza") ci si debba fare dei problemi... e qui chiudi...scusate lo sfogo!

:onorato:

Se all'estero sono degli ignoranti sinceramente me ne frega poco. Non capisco perché il rispetto e l'educazione debbano sempre essere visti come ipocrisia, quando spesso sono semplicemente ed esclusivamente solo rispetto ed educazione.

Perche' non dici le stesse cose dei tuoi tanto amati Oasis  :ok:

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 15, 2012, 22:37:16
Solieri era superato ed essendo prevalentemente un chitarrista solista non era neppure in grado di essere un bravo chitarrista ritmico.

è questa l'affermazione cattiva si solieri? e cosa c'è di male? non ha detto che è una pippa con la chitarra eh :rido:

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 22:40:28
beh il senso del limite non è proprio il suo punto forte eh :sisi:


no, perche' lui e' proprio cosi.......
Arrogante quando parla di se', strafottente se e' sicuro delle sue affermazioni, e anche poco delicato se deve dare un giudizio.

queste pagine lette sono i lo suo racconto di tutto quello che di solito non si dice;
se qualcuno ci rimane male ha pure ragione, ma lui sicuramente lo sa.

non avrebbe senso parlare in modo trasparente facendo finta di aver savoirfair se in realta' non lo si ha nemmeno un po'  :rido:



Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 15, 2012, 22:42:18
Se all'estero sono degli ignoranti sinceramente me ne frega poco. Non capisco perché il rispetto e l'educazione debbano sempre essere visti come ipocrisia, quando spesso sono semplicemente ed esclusivamente solo rispetto ed educazione.

Tu che sotto la tua foto citi "Libero di dire... di fare... quello che mi pare!" del buon F. Moro... critichi Vasco perchè nella SUA biografia, ha espresso una SUA opinione, su un personaggio che ha influenzato ai tempi la SUA carriera...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 22:44:04
Tu che sotto la tua foto citi "Libero di dire... di fare... quello che mi pare!" del buon F. Moro... critichi Vasco perchè nella SUA biografia, ha espresso una SUA opinione, su un personaggio che ha influenzato ai tempi la SUA carriera...


a questo mondo devi imparare a parlare per poter dire la tua ed essere capito apprezzato e semmai avere un confronto  :ok:

altrimenti sei come Vasco che non te ne frega un caxxxo  :hihih: :hihih: :hihih: :hihih:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 22:46:45

a questo mondo devi imparare a parlare per poter dire la tua ed essere capito apprezzato e semmai avere un confronto  :ok:

altrimenti sei come Vasco che non te ne frega un caxxxo  :hihih: :hihih: :hihih: :hihih:


Mi sembra giusto amo... pero' quando arrivi a 60 anni e ti chiami Vasco Rossi penso che ti puoi permettere di scrivere una biografia... la TUA  e scrivere quello che ti pare ma soprattutto COME TI PARE :ok:

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 22:46:56
Tu che sotto la tua foto citi "Libero di dire... di fare... quello che mi pare!" del buon F. Moro... critichi Vasco perchè nella SUA biografia, ha espresso una SUA opinione, su un personaggio che ha influenzato ai tempi la SUA carriera...
Forse parlo cispadano: io contesto la forma e non il contenuto. Non mi è piaciuta la violenza verbale e l'arroganza: la sto criticando in Vasco come lo farei con qualsiasi altra persona/personaggio pubblico. Mi piace il tatto e il rispetto quando si parla delle altre persone: e la vera libertà è tale solo se si opera all'interno e nel rispetto della collettività (questo ce lo insegna Rousseau).

Perche' non dici le stesse cose dei tuoi tanto amati Oasis  :ok:
Perché sinceramente la mia ammirazione per gli Oasis e per Noel Gallagher si limita al campo musicale, mentre quella per Vasco Rossi è stata per molto tempo anche verso il personaggio pubblico e i messaggi che lanciava.
E comunque Crì, senza che ti incazzi, non mi sembri la persona più adatta per parlare di oggettività nei giudizi, soprattutto quando si parla di Vasco. (Su ciò fra l'altro abbiamo già discusso in privato e non credo ci sia da aggiungere altro: avrei anche evitato quest'ultima battuta, che rientra nell'ambito delle nostre discussioni private, se tu non fossi stata la prima a fare altrettanto esulando dal contesto della discussione per "punzecchiarmi").
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 22:48:37
Mi sembra giusto amo... pero' quando arrivi a 60 anni e ti chiami Vasco Rossi penso che ti puoi permettere di scrivere una biografia... la TUA  e scrivere quello che ti pare ma soprattutto COME TI PARE :ok:
Per me ti puoi chiamare pure Giorgio Napolitano o Gesù Cristo. Ma se non sai stare al mondo in maniera civile, non sei nessuno.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 22:50:44
Mi sembra giusto amo... pero' quando arrivi a 60 anni e ti chiami Vasco Rossi penso che ti puoi permettere di scrivere una biografia... la TUA  e scrivere quello che ti pare ma soprattutto COME TI PARE :ok:



no no aspetta lo sai come la penso
se decidi di scrivere a modo tuo la tua vita LIBERO a pieno di farlo

sto solo dicendo che ho sempre reputato vasco arrogante e presuntuoso quando si parla della sua vita e a me va benissimo, e' la sua vita il suo carattere mica il mio  :ok:


Per me ti puoi chiamare pure Giorgio Napolitano o Gesù Cristo. Ma se non sai stare al mondo in maniera civile, non sei nessuno.

la maniera civile dipende solo dal tuo modo di essere
VASCO E' COSI? ..... per me si e mi sta bene non devo avere un confronto con lui, posso leggere i suoi scritti e interessarmi, per il resto caxxi sua  :yeahhh:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 22:51:17
Forse parlo cispadano: io contesto la forma e non il contenuto. Non mi è piaciuta la violenza verbale e l'arroganza: la sto criticando in Vasco come lo farei con qualsiasi altra persona/personaggio pubblico. Mi piace il tatto e il rispetto quando si parla delle altre persone: e la vera libertà è tale solo se si opera all'interno e nel rispetto della collettività (questo ce lo insegna Rousseau).
Perché sinceramente la mia ammirazione per gli Oasis e per Noel Gallagher si limita al campo musicale, mentre quella per Vasco Rossi è stata per molto tempo anche verso il personaggio pubblico e i messaggi che lanciava.
E comunque Crì, senza che ti incazzi, non mi sembri la persona più adatta per parlare di oggettività nei giudizi, soprattutto quando si parla di Vasco. (Su ciò fra l'altro abbiamo già discusso in privato e non credo ci sia da aggiungere altro: avrei anche evitato quest'ultima battuta, che rientra nell'ambito delle nostre discussioni private, se tu non fossi stata la prima a fare altrettanto esulando dal contesto della discussione per "punzecchiarmi").


No ti sbagli non è per punzecchiarti... è un dato di fatto come dici tu visto che gli altri ci possono anche credere a quello che dici ma io conoscendoti e avendo parlato con te piu' volte so benissimo che le frasi con tono arrogante e ignorante di noel e fratello ti divertono e anche tanto e non ti ho mai sentito dire certe cose di loro :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 15, 2012, 22:52:11
mi sembrava di essermi spiegato abbastanza bene sopra... e no... non parli cispadano  ;) il fatto è proprio quello, la forma mi sembra abbastanza morigerata, non mi sembra ci siano chissà quali insulti... e forse le forme andrebbero contestualizzate... ovvero se sto scrivendo un articolo narrante fatti di terzi, allora è necessario moderare l'aggressività verbale... quando si parla della PROPRIA vita e della PROPRIA pelle, credo che un pò più di veemenza sia tollerabile... tutto qua
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 22:53:49
no no aspetta lo sai come la penso
se decidi di scrivere a modo tuo la tua vita LIBERO a pieno di farlo

sto solo dicendo che ho sempre reputato vasco arrogante e presuntuoso quando si parla della sua vita e a me va benissimo, e' la sua vita il suo carattere mica il mio  :ok:


la maniera civile dipende solo dal tuo modo di essere
VASCO E' COSI? ..... per me si e mi sta bene non devo avere un confronto con lui, posso leggere i suoi scritti e interessarmi, per il resto caxxi sua  :yeahhh:

Si si ma ti avevo capito e ero d'accordo con te. Ho citato il tuo post per collegarmi a quello che dicevi non perche' non fossi d'accordo  :ok: :ok: :-*


Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 22:54:23
ovvero se sto scrivendo un articolo narrante fatti di terzi, allora è necessario moderare l'aggressività verbale... quando si parla della PROPRIA vita e della PROPRIA pelle, credo che un pò più di veemenza sia tollerabile... tutto qua


quoto e aggiungo...... se parlo di me e ti racconto quello che non ti ho raccontato prima, non vuol dire che cambio personalita'... anzi amplifico lo stronzismo che ho sempre avuto  :rido: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 22:55:44

E comunque Crì, senza che ti incazzi, non mi sembri la persona più adatta per parlare di oggettività nei giudizi, soprattutto quando si parla di Vasco. (Su ciò fra l'altro abbiamo già discusso in privato e non credo ci sia da aggiungere altro: avrei anche evitato quest'ultima battuta, che rientra nell'ambito delle nostre discussioni private, se tu non fossi stata la prima a fare altrettanto esulando dal contesto della discussione per "punzecchiarmi").


Ma che c'entra anche io so benissimo il tuo disappunto verso Vasco ma mica ti vengo a dire che parli così perche' sei prevenuto :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 22:59:53
posso dire la mia  :delusa:



l unica cosa che al fan di vasco non va giu' e' che lui e' proprio cosi'...... cioe' a 60 non e' mica cambiato era cosi' pure prima, solo che oscurati dalle sue canzoni molti pensano che fosse l angioletto venuto dal cielo a portar melodie celesti


macche' e' umano e come tale ha un sacco difetti tra cui un modo di dire la sua veramente arrogante..... e quindi  :delusa:
non mi sento ne sorpresa ne offesa..... mica mi deve insegnare a parlare o a vivere.... quello lo fa' con le sue canzoni mettendo emozioni nella mia vita.

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 23:01:57
posso dire la mia  :delusa:



l unica cosa che al fan di vasco non va giu' e' che lui e' proprio cosi'...... cioe' a 60 non e' mica cambiato era cosi' pure prima, solo che oscurati dalle sue canzoni molti pensano che fosse l angioletto venuto dal cielo a portar melodie celesti


macche' e' umano e come tale ha un sacco difetti tra cui un modo di dire la sua veramente arrogante..... e quindi  :delusa:
non mi sento ne sorpresa ne offesa..... mica mi deve insegnare a parlare o a vivere.... quello lo fa' con le sue canzoni mettendo emozioni nella mia vita.



:onorato:



e comunque nonostante tutto.... menomale che ci sei ancora Vasco e che scrivi queste cose.... il forum si è rianimato :yahoo: :risata:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: zlesta - Aprile 15, 2012, 23:03:22
Ragazzi, ricordiamo BENE E TUTTI, che le cose scritte da Vasco in questa "altra Biografia" sono FATTI REALMENTE ACCADUTI NEL PASSATO, ovvero si riferiscono ad episodi che ormai sono successi e che hanno già fatto soffrire/arrabbiare Vasco, quindi i vari Solieri ed Elmi sono perfettamente a conoscenza dei fatti, Solieri sa bene di aver "tradito" Vasco, lasciando la sua band per andare a seguire una strada più autonoma, e sa altrettanto bene che pochi al posto di Vasco lo avrebbero di nuovo accettato nella Band, e lo stesso dicasi per Elmi... i vari protagonisti di queste storie le hanno VISSUTE e sanno già PERFETTAMENTE cosa Vasco pensa di queste vicende, non si sta scrivendo una nuova storia, si racconta il passato e basta...
Per quel che riguarda il capitolo Baglioni & co, non capisco cosa ci sia di male, il paradosso Italiano, tutti si fanno i C..zi propri, ma poi bisogna essere politically correct.... E' IL RACCONTO DELLA "SUA" VITA e Vasco è libero di narrare le SUE sensazioni, ovvero quelle che certi colleghi in passato gli hanno suscitato e come lo hanno influenzato, anche negativamente (ed è anche doveroso essere onesti in una "biografia")... all'estero abbiamo Bono che da del coglione (testuali parole) a Chris Martin e nessuno si indigna, i Depeche Mode che a loro volta criticano le manie di grandezza degli U2, e nessuno si lamenta... chissà perché in Italia deve essere peccato dire quel che si pensa... e chissà perché in questo forum (dove penso si apprezzi Vasco proprio per la sua "crudezza") ci si debba fare dei problemi... e qui chiudi...scusate lo sfogo!
:onorato: :onorato: :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 15, 2012, 23:04:16
Io non lo trovo così arrogante ha semplicemente raccontato la verità su delle vecchie questioni ...l'unica cosa infelice è stata quella su solieri verso la fine ...magari poteva risparmiarsi che non lo avrebbe fatto più suonare se c'era ancora riva...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 23:05:00
Ma che c'entra anche io so benissimo il tuo disappunto verso Vasco ma mica ti vengo a dire che parli così perche' sei prevenuto :ok:
Era per chiarire. Dato che dai tuoi post chi non mi conosce potrebbe reputarmi prevenuto nei confronti di Vasco e incoerente. Sinceramente non mi sento, al momento, nessuna delle due cose. E ci tenevo a precisarlo.
E forse (anzi, probabilmente) il mio punto di vista è un tantino esasperato, ma come sa chi mi conosce (e in questo forum ce ne sono) ci sono dei valori su cui non transigo, che stanno alla base della nostra cultura, della nostra società, del nostro vivere civile: credo che quando si è un personaggio pubblico e si stia inoltre usando uno strumento potente e ambiguo come lo può essere un social network bisogna stare attenti non a ciò che si dice (perché odio qualsiasi tipo di censura) ma come lo si dice.
Ora, a molti il linguaggio di Vasco non ha dato fastidio, a me e a qualcun'altro forse ha dato invece fastidio e sinceramente non ci riconosco il Vasco che, fino a qualche tempo fa, credevo di "conoscere": un Vasco provocatore sì, sicuramente, ma in maniera intelligente e prolifica. Un Vasco tutto sommato pacato, timido. Un Vasco più "artista" e meno "personaggio", ecco. Probabilmente voi conoscete Vasco meglio di me, lo capite meglio.
Io in questi post ho tentato di esprimere un disappunto che da qualche tempo a questa parte è sorto nello scoprire nuovi aspetto del personaggio e dell'artista che tanto stimo. E vorrei che i miei post siano letti a questa maniera.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 23:07:58
Io non lo trovo così arrogante ha semplicemente raccontato la verità su delle vecchie questionio ...l'unica cosa infelice è stata quella su solieri verso la fine ...magari poteva risparmiarsi che non lo avrebbe fatto più suonare se c'era ancora riva...

veramente solieri nella sua biografia gia' aveva parlato di questo argomento usando proprio i termini di vasco , quindi  :ok:


Valentino, e' questo il punto.
ognuno di noi vede la cosa dal lato personale e quindi non vuole sentir parlare vasco in certi toni, che invece gli appartengono proprio.
Quando quaalcuno dice la sua, puoi dirgli che e' arrogante o che ci sono modi e modi, ma quella e' la sua, quindi amen.
non per questo tu non puoi esprimere il tuo personale parere..... ci mancherebbe altro, solo non puoi cambiare l essere in questo caso vasco che vuoi o non vuoi mette sempre tutti in disaccordo per i suoi modi quanto meno discutibili  :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 23:09:24
Era per chiarire. Dato che dai tuoi post chi non mi conosce potrebbe reputarmi prevenuto nei confronti di Vasco e incoerente. Sinceramente non mi sento, al momento, nessuna delle due cose. E ci tenevo a precisarlo.
E forse (anzi, probabilmente) il mio punto di vista è un tantino esasperato, ma come sa chi mi conosce (e in questo forum ce ne sono) ci sono dei valori su cui non transigo, che stanno alla base della nostra cultura, della nostra società, del nostro vivere civile: credo che quando si è un personaggio pubblico e si stia inoltre usando uno strumento potente e ambiguo come lo può essere un social network bisogna stare attenti non a ciò che si dice (perché odio qualsiasi tipo di censura) ma come lo si dice.
Ora, a molti il linguaggio di Vasco non ha dato fastidio, a me e a qualcun'altro forse ha dato invece fastidio e sinceramente non ci riconosco il Vasco che, fino a qualche tempo fa, credevo di "conoscere": un Vasco provocatore sì, sicuramente, ma in maniera intelligente e prolifica. Un Vasco tutto sommato pacato, timido. Un Vasco più "artista" e meno "personaggio", ecco. Probabilmente voi conoscete Vasco meglio di me, lo capite meglio.
Io in questi post ho tentato di esprimere un disappunto che da qualche tempo a questa parte è sorto nello scoprire nuovi aspetto del personaggio e dell'artista che tanto stimo. E vorrei che i miei post siano letti a questa maniera.

Si ma credo che per capire bene il tuo pensiero devi anche spiegare bene quello che intendi dire con "linguaggio consono". Perche' io sinceramente non ci trovo nulla di strano ma molto non ho ben capito cosa vuoi intendere tu. Potresti farmi degli esempi?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 23:12:23
Si ma credo che per capire bene il tuo pensiero devi anche spiegare bene quello che intendi dire con "linguaggio consono". Perche' io sinceramente non ci trovo nulla di strano ma molto non ho ben capito cosa vuoi intendere tu. Potresti farmi degli esempi?

te lo faccio io l esempio per vasco

er marchese del grillo diceva: Io so Io e voi nun sete un ca...o  :hihih: :hihih: :hihih:

discutibile, ma vero per se stessi no  :yeahhh:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 23:13:42
posso dire la mia  :delusa:



l unica cosa che al fan di vasco non va giu' e' che lui e' proprio cosi'...... cioe' a 60 non e' mica cambiato era cosi' pure prima
, solo che oscurati dalle sue canzoni molti pensano che fosse l angioletto venuto dal cielo a portar melodie celesti


macche' e' umano e come tale ha un sacco difetti tra cui un modo di dire la sua veramente arrogante..... e quindi  :delusa:
non mi sento ne sorpresa ne offesa..... mica mi deve insegnare a parlare o a vivere.... quello lo fa' con le sue canzoni mettendo emozioni nella mia vita.


Io non lo so se era così anche prima o se lo è diventato. Quello che so è che non me lo aspettavo così, che questo Vasco, secondo me, cozza con la sensibilità che esprime nelle sue canzoni... questa dualità in qualche modo mi spaventa e mi affascina allo stesso tempo. Forse anche questo vuol dire essere artisti, non lo so. So solo che, da una parte, persone del genere (come il Vasco che si evince in questa biografia e in altre cose) non mi sono mai piaciute e dall'altra che invece ammiro da morire persone dalla sensibilità quale quella del Vasco di molte canzoni.

Si ma credo che per capire bene il tuo pensiero devi anche spiegare bene quello che intendi dire con "linguaggio consono". Perche' io sinceramente non ci trovo nulla di strano ma molto non ho ben capito cosa vuoi intendere tu. Potresti farmi degli esempi?
Mi pare di averlo scritto in svariati post in questo topic quali sono stati gli elementi del testo di Vasco che mi hanno, per così dire, "urtato". E in uno ho anche citato parte del testo per far capire ciò a cui mi riferivo. Probabilmente la tua sensibilità e la mia sono molto diverse, com'è normale e giusto che sia.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 15, 2012, 23:16:38
Io non lo so se era così anche prima o se lo è diventato. Quello che so è che non me lo aspettavo così, che questo Vasco, secondo me, cozza con la sensibilità che esprime nelle sue canzoni... questa dualità in qualche modo mi spaventa e mi affascina allo stesso tempo. Forse anche questo vuol dire essere artisti, non lo so. So solo che, da una parte, persone del genere (come il Vasco che si evince in questa biografia e in altre cose) non mi sono mai piaciute e dall'altra che invece ammiro da morire persone dalla sensibilità quale quella del Vasco di molte canzoni.

certo, l artista vasco e' molto in contrasto con il vasco uomo.
questo forse rende magnifiche alcune sue canzoni.
questo rende anche terribilmente odiosa la sua versione dei fatti per molti, non per tutti  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 15, 2012, 23:18:16
veramente solieri nella sua biografia gia' aveva parlato di questo argomento usando proprio i termini di vasco , quindi  :ok:


Valentino, e' questo il punto.
ognuno di noi vede la cosa dal lato personale e quindi non vuole sentir parlare vasco in certi toni, che invece gli appartengono proprio.
Quando quaalcuno dice la sua, puoi dirgli che e' arrogante o che ci sono modi e modi, ma quella e' la sua, quindi amen.
non per questo tu non puoi esprimere il tuo personale parere..... ci mancherebbe altro, solo non puoi cambiare l essere in questo caso vasco che vuoi o non vuoi mette sempre tutti in disaccordo per i suoi modi quanto meno discutibili  :rido:
Infatti il mio discorso si incentra sul mio vedere Vasco. Che Vasco sia così, amen, mica posso andargli a fare la predica: se in 60 anni non ha imparato le cosiddette (e spesso tanto disprezzate come retaggio di una cultura moralista) "buone maniere" vuol dire che non ha intenzione di farlo.
Spero di essere riuscito a spiegare il senso dei miei post. :ok:
E sicuramente la sua versione dei fatti piacerà a molti, come ho detto, la sensibilità di ognuno è differente.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 15, 2012, 23:21:39
Io non lo so se era così anche prima o se lo è diventato. Quello che so è che non me lo aspettavo così, che questo Vasco, secondo me, cozza con la sensibilità che esprime nelle sue canzoni... questa dualità in qualche modo mi spaventa e mi affascina allo stesso tempo. Forse anche questo vuol dire essere artisti, non lo so. So solo che, da una parte, persone del genere (come il Vasco che si evince in questa biografia e in altre cose) non mi sono mai piaciute e dall'altra che invece ammiro da morire persone dalla sensibilità quale quella del Vasco di molte canzoni.
Mi pare di averlo scritto in svariati post in questo topic quali sono stati gli elementi del testo di Vasco che mi hanno, per così dire, "urtato". E in uno ho anche citato parte del testo per far capire ciò a cui mi riferivo. Probabilmente la tua sensibilità e la mia sono molto diverse, com'è normale e giusto che sia.

Be' certo non siamo tutti uguali :ok: molto probabilmente a me mi toccano altre cose non lo so queste non mi hanno dato per niente fastidio. Mi infastidiscono di piu' le provocazioni dette con cattiveria che i pensieri liberi anche se scomodi.
Ma è un mio pensiero e capisco chi non lo condivide :ok:

te lo faccio io l esempio per vasco

er marchese del grillo diceva: Io so Io e voi nun sete un ca...o  :hihih: :hihih: :hihih:

discutibile, ma vero per se stessi no  :yeahhh:

:rido: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: lo show - Aprile 16, 2012, 09:22:27
A me mi fa impazzire...cit.  :rido: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 10:03:10
sinceramente neanche a me è piaciuto di come ha definito Solieri e i suoi colleghi . Per non parlare del commento lasciato dalla redazione (molto probabile da tania ) su facebook, e ora eliminato : "A noi ci fanno pena quelli che non capiscono la musica di Vasco Rossi. Quasi ci dispiace per loro. Non sanno cosa perdono. Per noi esiste solo lui nella musica italiana. Gli altri son tutti bravi ma scrivono canzoni."


ridicolo.si commenta da solo
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 10:11:12
Ragazzi ma vogliamo smetterla?Ha fatto un autobiografia oltretutto sbagliando pure le date nella seconda parte e dicendo cose che non corrispondono con la realta'.
La cosa migliore che potrebbero fare per Vasco i suoi collaboratori al momento attuale e' disattivargli l'account perche' e' da un anno che si sta coprendo di ridicolo.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 11:13:54
Si torna in ballo…con canzoni straordinarie stupendo vivere quanti anni hai arriva la sfida di Imola. Un concerto all’autodromo. Un festival rock. Che avrei potuto intitolare come volevo. Mio. Poi arrivò lo sponsor e si chiamò heineken festival. Mi sono rassegnato poteva andar peggio ma c’erano oltre 140.000 persone quella sera. Paganti e udenti. Un record storico una scenografia straordinaria una soddisfazione .enorme. poi l’idea di cominciare un concerto rock in un festival rock con un uomo solo e una chitarra acustica. Un uomo contro centoquarantamila persone. poi un altro. due uomini soli contro centoquarantamila persone e una canzone semplice sincera e geniale quanti anni hai …stasera…
Poi la morte di massimo
Poi la morte di Mario.
La mia crisi di nervi. Cosa ci faccio ancora io qui. Che avrei dovuto sparire dieci anni fa. Perché Mario che da dieci anni non si faceva più doveva morire in tre mesi per epatite c. Depressione pensieri neri..ogni cosa che sembra li per ricordarti di come la vedevi diversa prima e ogni giorno ogni settimana ogni mese…il pensiero di farla finita. Lo studio del modo più semplice e meno rumoroso. Andarsene così senza far rumore.
Poi un amico fraterno, dottore dentista che mi parla di serotonina e di necessità di ristabilizzarla attraverso un farmaco il Prozac. Improvvisamente la depressione svanisce. Ritorna il carattere di prima i pensieri lieti e i pensieri meno lieti ma le cose tornano ad avere il loro valore. Ricomincio i concerti i dischi le canzoni tornano a nascere da sole…e in dieci anni supero ogni possibile traguardo. Impensabile impossibile come una tournee di sei concerti doppi. Lo stadio di Roma riempito due sere di fila. Come fosse una sala da ballo. Una cosa incredibile.  E alla fine 4 concerti di seguito  a Sansiro pieno fino al terzo anello. E la stampa risponde a Tania che non è una notizia che Vasco riempia SanSiro. Sarà una notizia quando non lo riempirà più . e ha ragione. Io capisco che è arrivata l’ora di dichiarare conclusa felicemente la mia straordinaria attività di RockStar.
di cominciare una nuova stagione.
essere solo l’artista Vasco Rossi
spogliandomi e presentandomi per quello che sono
e…..decostruendo.
Era il 1987….. quando arrivò l’apocalisse. Arrivò il successo. Tutti persero la testa e la situazione diventò ridicola e a un certo punto tragica. Guido Elmi in una sosta di identificazione paranoica si sentiva Vasco Rossi, con scenate ridicole di delirio di onnipotenza, anche nei miei confronti. Si considerava l’artefice del mio successo e stranamente anche riva e compagni gli credevano. mi considerava una sorta del” fantasma del palcoscenico”, utile solo a scrivere canzoni che lui giudicava e che sceglieva con assoluto disprezzo della mia opinione o delle mie convinzioni. Quando gli feci sentire “la combriccola del blasco” e la liquidò  arrivando a definirla una canzone “naif” capii che ormai non era più in grado di capire il discorso di vasco rossi e rischiava di comprometterlo stravolgerlo e addirittura distruggerlo. A questo punto ne andava della mia vita artistica e non potevo permetterglielo. A qualsiasi costo. E come al solito in questi casi ho messo la mia vita sul piatto. Pronto a giocarmela e perderla se fosse stato necessario. Ma anche lui avrebbe dovuto rischiare e giocarsi la sua.
Guido è una persona molto intelligente furba e privo di scrupoli. Scaltro e con un carattere forte, colto e astuto. Era il mio complice perfetto. La parte forte e dura. Capace di rispondere in faccia a chiunque di andare a farsi fottere e divertendosi pure con la sua dialettica e il suo sarcasmo a infierire a volte. Ma nel profondo era privo di cattiveria. E mi voleva un bene dell’anima.
Aveva in mano tutto della mia vita. produceva i dischi, trattava da manager le tournee, Teneva lui i conti gestiva i budget di produzione incassava e distribuiva i soldi. Io non sapevo neppure cos’era una fattura. E meno che mai quanti soldi avevo. E dove erano. Quando ne avevo bisogno li chiedevo a lui e me li dava. Dovevo assolutamente riprendere in mano le redini della mia vita e per farlo avrei dovuto scontrarmi con lui a costo di doverlo distruggere ed eliminare perché non avrebbe più accettato di rientrare nel suo ruolo. Non sarebbe più riuscito a capire. Era troppo preso da se stesso. Parlai con Lolli e gli chiesi se sarebbe stato dalla mia parte se avessi dovuto fare una guerra contro Guido.
Da quel momento cominciammo una lunga e sottile azione di informazione su tutto ciò che mi riguardava e che Guido gestiva. Attenti a non farci scoprire per due anni studiammo la situazione e spostammo a poco a poco alcuni pesi, alcune strategiche posizioni di forza. Cominciammo col dividere le contabilità e affidare la mia a un commercialista diverso con la scusa che un amico carissimo di mio padre avrebbe avuto il piacere di seguirmi. Così presi in mano la mia situazione economica e finanziarla. Poi riuscimmo a convincerlo ad affidare la gestione dei budget a Lolli che già si occupava di seguire i conti per togliergli un problema e un fastidio in più. Era talmente in preda al suo delirio artistico che accettò. E a quel punto i cordoni della borsa passarono nelle nostre mani. Ora  restava solo il problema che sul mio contratto discografico risultava che lui era il produttore.  Ma lo avevo definito io e niente mi impediva di cambiarlo semplicemente comunicando alla emi che avevo deciso di farlo.  Era fottuto.
Non ci saremmo mai riusciti se non ci avesse sottovalutato considerandoci (parole sue) dei cerebrolesi.  A questo punto dovevo solo affrontarlo e comunicargli che d’ora in avanti i dischi li avrei prodotti io. che se voleva gli avrei lasciato anche le percentuali ma lui non sarebbe mai più dovuto entrare in sala di registrazione. Lui non accettò. Gli spiegai che non aveva scelta.
Si presentò un giorno in sala dicendo “sono venuto a riprendere il mio posto di produttore” e cominciando a insultare tutti i suoi vecchi collaboratori con la sua solita violenza.  Lo buttai fuori di forza pronto a prenderlo a pugni e a calci giurandogli che se lo avessi rivisto lo avrei preso sotto con la macchina e non stavo scherzando.
Si concluse così il rapporto con Guido una delle persone che ho più amato e è stato così importante per me che senza di lui  non sarei certamente quello che sono. Ma dovevo farlo.. Produssi due dischi da solo. Liberi Liberi e “fronte del palco”. Poi cominciai a pensare che fare anche il produttore era un po’ troppo e cominciai a cercarne uno. Improvvisamente l’illuminazione. Parlando con Lolli pensammo.. Perché non tornare a prendere Guido che nel suo ruolo e senza deliri di onnipotenza alla fine per me è sempre stato il migliore di tutti. Andammo a casa sua e glielo proponemmo. Lui non cercò di nascondere la sua commozione e da  allora siamo andati avanti più di vent’anni in perfetta sintonia e con grande vantaggio per la storia di Vasco Rossi. Un’idea così perversa poteva venire in mente solo a me.
 
Contemporaneamente Massimo Riva e Maurizio Solieri si presentarono in studio di registrazione e mi comunicarono che avevano deciso di non suonare più con me. Io non capivo il motivo e Riva mi spiegava che volevano prendere un loro strada indipendente!?...da me!?...(già facevano dischi con il mio aiuto nello scrivere i testi)  che volevano essere un gruppo autonomo… (non capivo cos c’entrasse suonare o meno con me) e che mi avrebbero abbandonato. Non credevo alle mie orecchie. Chiedevo a Solieri se da chitarrista di Vasco Rossi preferiva diventare chitarrista di Massimo Riva. Ma lui non mi sentiva non mi capiva. Completamente plagiati da Massimo che non voleva più essere il numero due e voleva diventare il numero uno, mi derubava del gruppo che io avevo creato e pensava che prodotto da Guido Elmi sarebbe diventato….chi? gli dicevo! Tu pensi di chiudermi in un armadio e andare fuori te a cantare “siamo solo noi”?  sei fuori di testa andate pure a farvi fottere. Io non ero mai stato su un palco senza riva e Solieri e mi sentivo perduto ma gli dissi: guarda Solieri girerò tutto il mondo per trovare un chitarrista che non ti faccia rimpiangere. E questo vale anche per te Riva che sei un fantastico numero due ma per fare il numero uno non hai le caratteristiche necessarie. E se non capisci questo non capisci un cazzo.
Grazie comunque per la riconoscenza e per l’affetto. Cominciò cosi uno dei momenti più difficili della mia carriera. Senza Guido e senza gruppo.
Mi sentivo perduto.
Per fortuna Cuchia e tedeschi non si erano fatti infinocchiare da Riva e rimasero con me. Su di loro e con loro cominciai a ricostruire una band. Cucchia un giorno mi disse di aver sentito in un pub del trentino un chitarrista molto bravo. Lo convocai ed era Braido!  Quando cominciò a suonare capii di aver trovato un vero fenomeno che avrebbe fatto dimenticare certamente Solieri. Poi dovevo sostituire il Gallo. Nessuno in italia avrebbe potuto avere la credibilità di cominciare a suonare siamo solo noi come lui.
Volai a Londra e contattai un bassista di grande esperienza, un bassista alto magro bello e vissuto. Un che si muoveva si vestiva e teneva in mano il basso come uno dei Rolling Stones. Uno che avrebbe avuto la faccia e la credibilità necessaria per cominciare l’assolo di siamo solo noi. Paul Martinez. Per la chitarra ritmica al posto di Riva un Tedesco…stazzonato, capelli rasati e piantato a gambe larghe sul palco con una presenza e una precisione teutonica nel suonare la ritmica.
Il gruppo c’era ma non andava molto d’accordo. Le prove andavano avanti tra litigi e a volte risse tra Tedeschi e il bassista. Io andavo a casa la sera in preda a una cosa molto simile alla disperazione. Poi vennero le prove generali a Piacenza. Una settimana e poi partenza per Locarno..data zero.
Ala mattina alle otto mi chiama Rovelli l’organizzatore dei concerti e mi dice che i due stranieri hanno chiesto il doppio del pattuito altrimenti se ne vanno a casa.  Ancora stordito dal sonno e dalla notizia gli dico di mandarli a farsi fottere. Senza sapere come avrei potuto fare mi riaddormento. All’una mi sveglio chiamo Rovelli che mi dice che uno,il tedesco, n’era andato, l’altro era rimasto. Tiro un sospiro di sollievo e vado al palco delle prove e cerco un ragazzino che tutti i giorni era sempre venuto ad ammirare Braido sottopalco. Lo trovo gli chiedo se sa suonare la chitarra. Mi dice “bè non come Braido”, gli dico sali sul pulman con noi oggi pomeriggio, questa notte ti studi le ritmiche dei pezzi, e domani sera suoni con noi. Era quel pazzo di Davide Devoti. Uno che non avrebbe fatto rimpiangere Riva né come presenza scenica (era pazzo da legare) né come valore artistico.
Arrivammo a Locarno e salii sul palco per le prove pomeridiane. Avevo un grosso peso sul cuore e la totale incertezza di come mi avrebbe accolto il pubblico. Una sensazione di angoscia mista a preoccupazione e insicurezza che conosco bene ma che non avevo mai provato così forte. A un certo punto vedo correre verso il palco una fans storica,una amica sempre presente ai concerti di Locarno, con un sorriso, una felicità tale di rivedermi, una gioia di poter assistere al concerto che tutto mi si è sciolto e ho capito che sarebbe andata bene….
 
 
(Epilogo)
 
La steve rogers band partecipò al festival di Sanremo fu eliminata alla prima serata e si sciolse immediatamente.
Per anni incontravo Solieri nei locali bolognesi e mi supplicava di riprenderlo a suonare. Gli rispondevo che c’era già Braido. Poi Braido andò a suonare con Zucchero. Io partorii l’idea di prenderli sul palco tutti e due e fargli fare il duello delle chitarre. Uno spettacolo straordinario. Poi liquidai Braido perché non avevo apprezzato il “tradimento” con Zucchero. Ripresi Solieri e poi arrivò Steff! Il più grande chitarrista del mondo che mi fece commuovere e impazzire e occupò per diritto di qualità, bravura, tecnica e sensibilità superiori il posto di lead guitar.  Solieri era superato ed essendo prevalentemente un chitarrista solista non era neppure in grado di essere un bravo chitarrista ritmico.
A quel punto un’altra illuminazione! Pensai che per la storia di Vasco Rossi, per la bellezza dei concerti sarebbe stato bello ci fosse Massimo Riva a suonare la ritmica che come lui non la suonava nessuno. Allora l’ho richiamato e se non fosse morto ci sarebbe ancora lui in quel posto.
Impietoso su Solieri.A parte il fatto che buona parte dei suoi capolavori li deve SOLO ed ESCLUSIVAMENTE a Solieri che ne ha scritto le musiche.Parlo di "Ce chi dice no","Canzone","Ridere di te","Lo show" e tante altre.Probabilmente ha un po il dente avvelenato per vecchie questioni.Oltretutto per me Solieri e' meglio di Stef Burns e i riff della vecchia Steve rogers sono molto piu' sinceri e genuini degli assoli artefatti all'americana di Stef.
comunque poteva essere piu' carino nei confronti di un chitarrista che e' stato al suo fianco da sempre.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 16, 2012, 11:28:11
Questa è grossa, Solieri sarà pure un ottimo chitarrista ed in particolare autore, ma tecnicamente e come anima nel ruolo di chitarra solista, non c'è il minimo paragone... ora finchè si parla di linguaggio va bene... ma per piacere... stef è su un altro livello... comunque non voglio andare off-topic ;-)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 11:39:26
Questa è grossa, Solieri sarà pure un ottimo chitarrista ed in particolare autore, ma tecnicamente e come anima nel ruolo di chitarra solista, non c'è il minimo paragone... ora finchè si parla di linguaggio va bene... ma per piacere... stef è su un altro livello... comunque non voglio andare off-topic ;-)
Secondo me Solieri meriterebbe il posto di solista per diritto gia' solamente per l'apporto e per quello che rappresenta per la storia di Vasco indipendentemente dalle qualita tecniche(che sono chiaramente inferiori a quelle di Burns).
La mia preferenza su Solieri rispetto a Stef non si basa sulla bravura ma sul cuore e su quello che ha rappresentato Solieri nella storia del personaggio Vasco Rossi.
Stef Burns e' solamente un bravo turnista e niente di piu'.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 16, 2012, 11:41:33
Per tornare in topic vi invito a leggere un interessante articolo di Rolling Stone Magazine sulla vicenda, il cui link è "http://www.rollingstonemagazine.it/musica/notizie/vasco-decostruisce-tirando-legnate/51564"

nel quale vi è un passaggio molto interessante, che esprime in pratica le stesse cose che tentavo di dire io, ed è il seguente:

"Iniziamo col dire che l’attacco brutale ai colleghi in Italia scandalizza, ma nel rock quello vero (come nell’hip-hop) è normale. John Lennon, Keith Richards, David Bowie, Lou Reed, Mick Jagger, Elton John erano specializzati nel mandarsi a dire le peggio cose - poi come nella miglior tradizione britannica tornavano a casa abbracciati e ubriachi (o strafatti). Oggi, Noel Gallagher e Damon Albarn sono fotografati abbracciati e sorridenti sull’ultimo numero del mensile Q. Mentre come dice Vasco, c’è una tradizione di “buonismo, oggi tanto diffuso nell’aria della nostra musica italiana (...) se si alza il velo del politicamente corretto, ci sono poi le simpatie varie e le emozioni vive, le empatie autentiche, ma anche le profonde divisioni, le antipatie istintive... ed infine le competizioni vere e proprie”.

Verissimo. Sicchè, i “dissin” di Vasco non ci turbano, anzi, ci divertono. E pensiamo che i fan degli artisti attaccati dovrebbero farsi una risata invece che menarsela troppo - cosa che, a margine, dovrebbero fare anche certi fan di Vasco invece di fare quadrato se qualcuno critica il loro idolo: altrimenti non è più passione per la musica, ma tifo da ultrà. Da questo punto di vista, è desolante vedere l’intervento, ufficializzato sulla pagina FB di Vasco, firmato La Redazione IlBlasco: “A noi ci fanno pena quelli che non capiscono la musica di Vasco Rossi. (...) Per noi esiste solo lui nella musica italiana. Gli altri son tutti bravi ma scrivono canzoni. Non trasmettono emozioni e sensazioni forti non comunicano con noi. (...) Chi sono quei poveri pirla che non apprezzano il suo coraggio la sua onestà e la sua sincerità”.

questo articolo chiude con una frase altrettanto azzeccata e centrata, ovvero: "Sarà. Certo però, sembra che abbia tanta voglia di decostruire anche qualcun altro. Checché lui ne dica, è roba da rockstar. "
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 11:50:11
comunque in effetti la figura di merda monumentale l'ha fatta piu' che altro la redazione
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 13:14:38
comunque sul forum ufficiale dei Litfiba stanno massacrando Vasco
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 16, 2012, 14:10:15
comunque sul forum ufficiale dei Litfiba stanno massacrando Vasco

Se lo doveva immaginare  ;)

Ho letto i commenti in quel forum , e diciamo che alcuni sono molto ridicoli . Ho letto dei commenti che dicono che lo sta facendo per la notorietà perchè non se lo inc****a più nessuno o ad esempio che non è stato mai una rockstar  :xsxsxs: :xsxsxs:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 14:29:55
I Litfiba sono ultra sopravvalutati e fanno cagare e Vasco su questo ha assolutamente ragione.Pero' poteva evitare di dirlo.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 16, 2012, 14:55:30
Link?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 15:19:03
www.litfiba.net
Clicca su "area fun" e poi vai sul forum.C'e' un topic dove si parla dell'attacco di Vasco a Pelu'
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 15:57:47
posso dire la mia  :delusa:



l unica cosa che al fan di vasco non va giu' e' che lui e' proprio cosi'...... cioe' a 60 non e' mica cambiato era cosi' pure prima, solo che oscurati dalle sue canzoni molti pensano che fosse l angioletto venuto dal cielo a portar melodie celesti


macche' e' umano e come tale ha un sacco difetti tra cui un modo di dire la sua veramente arrogante..... e quindi  :delusa:
non mi sento ne sorpresa ne offesa..... mica mi deve insegnare a parlare o a vivere.... quello lo fa' con le sue canzoni mettendo emozioni nella mia vita.


su questo sono pienamente d'accordo... vasco è amato soprattutto per il suo essere sincero... fa strano però che "spari a zero" in pratica su tutti i suoi colleghi proprio adesso... (da un anno a questa parte) ora come un anno fa contro ligabue.... non che mi sconvolga ma secondo me così senza "precedenti" ha fatto una figura di merda.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: marcoMC - Aprile 16, 2012, 16:04:31
tra sincerità e arroganza il confine è sottile...più che altro la sincerità, secondo me, scatta se qualcuno ti chiede qualcosa...se un giornalista ti chiede "cosa ne pensi di baglioni?" allora ci sta che dici quello che pensi, altrimenti non ha molto senso...ma comunque non mi interessa

più che altro la redazione/tania è davvero imbarazzante...sempre a scrivere ste cagate autocelebrative che fanno PENA...sono anni che scrivono sempre le stesse cose, che vasco è il migliore, che riempie gli stadi che è il numero 1...BASTA!!!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 16:07:33
Se diceva queste cose negli anni 80/90 potevano anche avere un senso e potevano rientrare nello spirito rock'n'roll di dire cio che pensava fregandosene di tutti e di tutto.Dette invece a 60 alla fine della carriera secondo me non hanno senso e gli fanno fare la figura del frustrato.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 16:09:03
tra sincerità e arroganza il confine è sottile...più che altro la sincerità, secondo me, scatta se qualcuno ti chiede qualcosa...se un giornalista ti chiede "cosa ne pensi di baglioni?" allora ci sta che dici quello che pensi, altrimenti non ha molto senso...ma comunque non mi interessa

più che altro la redazione/tania è davvero imbarazzante...sempre a scrivere ste cagate autocelebrative che fanno PENA...sono anni che scrivono sempre le stesse cose, che vasco è il migliore, che riempie gli stadi che è il numero 1...BASTA!!!
Se diceva queste cose negli anni 80/90 potevano anche avere un senso e potevano rientrare nello spirito rock'n'roll di dire cio che pensava fregandosene di tutti e di tutto.Dette invece a 60 alla fine della carriera secondo me non hanno senso e gli fanno fare la figura del frustrato.
si concordo con entrambi
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 16, 2012, 16:25:21
su questo sono pienamente d'accordo... vasco è amato soprattutto per il suo essere sincero... fa strano però che "spari a zero" in pratica su tutti i suoi colleghi proprio adesso... (da un anno a questa parte) ora come un anno fa contro ligabue.... non che mi sconvolga ma secondo me così senza "precedenti" ha fatto una figura di merda.

secondo me non ha fatto nessuna figura di m...anzi, perlomeno lui ha avuto le p...di dire pubblicamente cose che, sono arcisicuro, tanti pensano ma nessuno dice.
vasco purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista) è scomodo anche per questo, perchè è sincero fino in fondo. sai, io credo che la sincerità non sia solo scrivere cose in cui bene o male tutti ci immedesimiamo, ma anche, e sopratutto credo io, saper abbattere quel muro di ipocrisia che troppo spesso caratterizza i nostri rapporti.
Questa non è arroganza secondo me, non è guardare tutti dall'alto in basso esprimendo giudizi a caso (anche se vasco, per quello che ha fatto, potrebbe ampiamente permetterselo...), è SINCERITA', e lui sincero lo è fino in fondo, nel bene e anche e sopratutto nel male  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 16:27:20
comunque la tentazione di iscrivermi sul forum dei litfiba e massacrarli vi assicuro che e' forte.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 16:29:31
secondo me non ha fatto nessuna figura di m...anzi, perlomeno lui ha avuto le p...di dire pubblicamente cose che, sono arcisicuro, tanti pensano ma nessuno dice.
vasco purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista) è scomodo anche per questo, perchè è sincero fino in fondo. sai, io credo che la sincerità non sia solo scrivere cose in cui bene o male tutti ci immedesimiamo, ma anche, e sopratutto credo io, saper abbattere quel muro di ipocrisia che troppo spesso caratterizza i nostri rapporti.
Questa non è arroganza secondo me, non è guardare tutti dall'alto in basso esprimendo giudizi a caso (anche se vasco, per quello che ha fatto, potrebbe ampiamente permetterselo...), è SINCERITA', e lui sincero lo è fino in fondo, nel bene e anche e sopratutto nel male  :ok:

ma su questo sono d'accordo anche io con te... però come ha detto precedentemente marcoMC potevo capire se veniva fatta una domanda al riguardo da un giornalista... però bo così dal nulla....  :muro: ad ogni modo è vasco nel bene e nel male e noi lo amiamo nel bene e nel male. ma secondo me è stata un'uscita inopportuna. voglio dire anche a me stanno sulle palle tante persone con questo non vuol dire che devo stare a specificarlo... non ci vado a cena insieme nè ci sono amica, mi limito al ciao (a volte neanche quello) ma non sto a sbandierare ai quattro venti che non le ho in simpatia... anche questa è ipocrisia ???  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 16:30:24
comunque la tentazione di iscrivermi sul forum dei litfiba e massacrarli vi assicuro che e' forte.
dove l'ignoranza parla l'intelligenza tace ...stà bono marchino
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 16:45:52
ma su questo sono d'accordo anche io con te... però come ha detto precedentemente marcoMC potevo capire se veniva fatta una domanda al riguardo da un giornalista... però bo così dal nulla....  :muro: ad ogni modo è vasco nel bene e nel male e noi lo amiamo nel bene e nel male. ma secondo me è stata un'uscita inopportuna. voglio dire anche a me stanno sulle palle tante persone con questo non vuol dire che devo stare a specificarlo... non ci vado a cena insieme nè ci sono amica, mi limito al ciao (a volte neanche quello) ma non sto a sbandierare ai quattro venti che non le ho in simpatia... anche questa è ipocrisia ???  ;)

Si ma questo è il tuo modo di fare  :ok: Io per esempio se mi sta sulle scatole qualcuno non riesco a stare zitta e fare buon viso e cattivo gioco... io non mi limito glielo dico apertamente ma non per questo sono arrogante o forse per qualcuno si  :ok:

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 16:47:12
comunque sul forum ufficiale dei Litfiba stanno massacrando Vasco

Scusate se mi ripeto... ma chi se ne fregaaaaaaaaa :rido: :rido:


ps: non è riferito a te che hai scritto il post ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 16, 2012, 17:51:46
Secondo me quest'uomo ha un pò perso il lume della ragione.
Sopratutto perchè prima di attaccare certi "colleghi" si doveva informare....ha detto cose  non corrispondenti assolutamente a verità specialmente dal punto di vista storico.
Provo un grande dispiacere per quanto capitato e mi sento quindi in dovere di replicare.
Questo è ciò che scrive Walter Savelli, ex tastierista di Baglioni:

"Dunque la prima verità che vorrei restituire, riguarda il famoso concerto di Amnesty International del 8 settembre 1988.
La contestazione verso Claudio Baglioni ci fu ed è innegabile, ma poichè io ero su quel palco insieme a Paolo Gianolio, Tony Levin e Jerry Marotta, vorrei raccontare esattamente come andarono le cose.
I contestatori furono coloro che stavano davanti al palco (qualche migliaio forse) e non assolutamente tutto lo stadio, che peraltro era pieno fino all’inverosimile.
Queste persone, probabilmente avrebbero contestato qualsiasi altro artista italiano in quel momento, perchè erano li in attesa dei grandi artisti internazionali che si stavano per esibire, quali Sting, Peter Gabriel, Tracy Chapman e addirittura Bruce Springsteen.
Non è poi assolutamente vero che Claudio scappò dal palco anzi, il nostro spazio di concerto arrivò fino al termine della scaletta prevista, con l’intervento di Peter Gabriel che cantò con noi Ninna Nanna, Nanna Ninna (con una incredibile emozione da parte nostra :-)
E’ stato poi scritto che Claudio non si esibì più dal vivo per oltre dieci anni!!
La realtà che tutti conoscete è ben diversa, ma voglio ricordarla.
Pochi mesi dopo quel concerto, Claudio iniziò a lavorare sul nuovo disco che lo impegnò fino al settembre del 1990 per quasi due anni di lavoro.
A novembre di quell’anno infatti uscì Oltre che è considerato dalla stragrande maggioranza degli artisti italiani, uno degli album più significativi della musica popolare italiana da sempre.
Subito agli inizi del 1991, mentre Oltre era primo in classifica, facemmo un piccolo tour a sorpresa in alcune delle migliori discoteche italiane, per sperimentare i brani che stavamo provando e che sarebbero stati inseriti nella scaletta del futuro concerto.
E qui sto parlando del famoso spettacolo “Oltre una bellissima notte” del 3 luglio 1991, allo stadio Flaminio con 60.000 persone presenti ed una diretta televisiva.
Quindi solo poco più di due anni separarono il concerto di Amnesty, dai nuovi concerti live.
Da quella sera del 3 luglio 1991 in poi, è stato un susseguirsi di concerti sold out, nei palasport (vedi Assieme ed Ancorassieme) per arrivare al Tour giallo, Tour Rosso (per me lo spettacolo più affascinante mai prodotto in Italia), Tour Blu, e via così fino ad arrivare ai famosi concerti negli stadi “Da me a te” con diretta televisiva, del luglio 1998 e poi nel 2003 i concerti “Tutto in un abbraccio”: stiamo parlando di spettacoli visti da 80/90.000 persone oltre alla diretta televisiva.
Parlando poi della parte artistica il discorso sarebbe ancora più lungo.
Voglio solo limitarmi a sottolineare alcune cose che riguardano Claudio come compositore e musicista (e su questa materia permettetemi di sentirmi a mio agio):
Conosco Claudio personalmente dal 1 maggio 1978; da allora ho vissuto artisticamente accanto a lui per trenta anni; conosco il suo “pensiero” musicale come me stesso e posso affermare che Claudio è sicuramente fra i migliori compositori italiani di musica pop di sempre.
La sua sensibilità armonico/melodica ha prodotto capolavori insuperabili: vorrei citare alcuni brani che forse sono meno conosciuti al grande pubblico, ma degni di una approfondita analisi perchè vere e proprie perle di musica che rimarrà nel tempo:
01) Quei due
02) Tutto il calcio minuto per minuto
03) Tamburi Lontani
04) Qui Dio non c’è
05) Domani mai
06) Fammi andar via
07) Titoli di Coda
…. potremmo andare avanti ancora molto ma non è questo lo spazio giusto ne il contesto.
Se poi dovessimo analizzare il valore dei suoi testi, in particolar modo da Oltre in poi, abbiamo della vera e propria poesia (e questo non lo dico solo io ma coloro che sanno :-)
Per ultimo, vorrei anche ricordare che, parlando di Tour, il nostro “Alè-Oo’ ” del 1982, collezionò più di 50 date sold out negli stadi italiani, ed è considerato insieme a “Banana Republic” di Dalla/De Gregori, il tour più storico e pieno di record, della musica popolare italiana. Inutile ricordare che il disco ha venduto oltre 2 milioni di copie :-)
Tutto questo perchè per me. la Verità deve andare avanti, sempre, oltre ogni cosa."

Si può amare Vasco quanto si vuole, ma quando piscia fuori dal vaso, va detto.
La cosa che poi mi stupisce di più è che successivamente ha detto di aver chiamato telefonicamente Baglioni e di essersi chiarito...... ma la notizia non è vera ed è stata smentita dallo stesso Baglioni.... ma ha perso la testa?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 16, 2012, 17:53:28
Risposta dei Litfiba : http://video.repubblica.it/edizione/firenze/litfiba-a-vasco-alieni-noi-grazie-e-un-complimento/92829?video&fb_source=message
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 16, 2012, 18:00:10
Impietoso su Solieri.A parte il fatto che buona parte dei suoi capolavori li deve SOLO ed ESCLUSIVAMENTE a Solieri che ne ha scritto le musiche.Parlo di "Ce chi dice no","Canzone","Ridere di te","Lo show" e tante altre.Probabilmente ha un po il dente avvelenato per vecchie questioni.Oltretutto per me Solieri e' meglio di Stef Burns e i riff della vecchia Steve rogers sono molto piu' sinceri e genuini degli assoli artefatti all'americana di Stef.
comunque poteva essere piu' carino nei confronti di un chitarrista che e' stato al suo fianco da sempre.

scusa eh ma io nelle parole di vasco non ci vedo un attacco così forte verso l'amico e spalla Solieri...nessuno mette in dubbio il lavoro che ha fatto e lo stesso vasco ha raccontato il senso di smarrimento quando si è trovato senza di lui nei primi concerti...

la frase incriminata non è 'cattiva' secondo me perchè:

Solieri era superato vero...nel senso che negli anni 90 sappiamo bene come vasco abbia cercato un sound diverso...più americano meno 'genuino' se vogliamo...quindi solieri era superato perchè il sound di vasco ha cercato altre strade...

essendo prevalentemente un chitarrista solista non era neppure in grado di essere un bravo chitarrista ritmico. non ha detto che non sia un bravo chitarrista...Riva poteva avere un unico sostituto soprattutto agli occhi dei fan...ma oramai la band era cambiata e Solieri si è trovato un po' fuori ruolo,un chitarrista professionista ovviamente si sa adattare ad ogni situazione ma è un po' come dire che Cannavaro non è in grado di essere un bravo centravanti.... :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 18:25:38
ne ha appena parlato la d'urso
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ieri ho sg. mio figlio - Aprile 16, 2012, 18:57:29
ecco il fatto che ne abbia parlato la D'urso spiega tutto: stiamo, o meglio state, discutendo sull'aria fritta...sono mesi e mesi che discutiamo, meglio discutete, su sto cazzo di profilo facebook di Vasco...cosa fa vasco, perchè dice questo vasco, come si è ridotto vasco, quanto è arrogante vasco, o magari quanto è bello vasco, quanto è saggio vasco e su su a sparar sentenze, a prendere partito, a etichettare questo o quello, sparando le più noiose e inutili banalità...e basta!non vi rompete i coglioni?certo l'assenza di concerti, lui che utilizza facebook a cazzo di cane(è libero di farlo), ci apre la porta per il parlar del nulla..pagine e pagine di polemiche, su presunti arroganti, rosiconi, signori e via via..noto che anche scrittori rinomati spendono quotidianamente pensieri e parole su questa cagate...nel ricordarvi che appena entro nel forum noia e nervoso si alternano nel leggervi, vi mando un abbraccio e spero che Vasco torni il prima possibile a incidere e cantare, cosi almeno dovrò leggere altre polemiche su qualcosa di concreto.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 16, 2012, 19:08:13
Secondo me quest'uomo ha un pò perso il lume della ragione.
Sopratutto perchè prima di attaccare certi "colleghi" si doveva informare....ha detto cose  non corrispondenti assolutamente a verità specialmente dal punto di vista storico.
Provo un grande dispiacere per quanto capitato e mi sento quindi in dovere di replicare.
Questo è ciò che scrive Walter Savelli, ex tastierista di Baglioni:

"Dunque la prima verità che vorrei restituire, riguarda il famoso concerto di Amnesty International del 8 settembre 1988.
La contestazione verso Claudio Baglioni ci fu ed è innegabile, ma poichè io ero su quel palco insieme a Paolo Gianolio, Tony Levin e Jerry Marotta, vorrei raccontare esattamente come andarono le cose.
I contestatori furono coloro che stavano davanti al palco (qualche migliaio forse) e non assolutamente tutto lo stadio, che peraltro era pieno fino all’inverosimile.
Queste persone, probabilmente avrebbero contestato qualsiasi altro artista italiano in quel momento, perchè erano li in attesa dei grandi artisti internazionali che si stavano per esibire, quali Sting, Peter Gabriel, Tracy Chapman e addirittura Bruce Springsteen.
Non è poi assolutamente vero che Claudio scappò dal palco anzi, il nostro spazio di concerto arrivò fino al termine della scaletta prevista, con l’intervento di Peter Gabriel che cantò con noi Ninna Nanna, Nanna Ninna (con una incredibile emozione da parte nostra :-)
E’ stato poi scritto che Claudio non si esibì più dal vivo per oltre dieci anni!!
La realtà che tutti conoscete è ben diversa, ma voglio ricordarla.
Pochi mesi dopo quel concerto, Claudio iniziò a lavorare sul nuovo disco che lo impegnò fino al settembre del 1990 per quasi due anni di lavoro.
A novembre di quell’anno infatti uscì Oltre che è considerato dalla stragrande maggioranza degli artisti italiani, uno degli album più significativi della musica popolare italiana da sempre.
Subito agli inizi del 1991, mentre Oltre era primo in classifica, facemmo un piccolo tour a sorpresa in alcune delle migliori discoteche italiane, per sperimentare i brani che stavamo provando e che sarebbero stati inseriti nella scaletta del futuro concerto.
E qui sto parlando del famoso spettacolo “Oltre una bellissima notte” del 3 luglio 1991, allo stadio Flaminio con 60.000 persone presenti ed una diretta televisiva.
Quindi solo poco più di due anni separarono il concerto di Amnesty, dai nuovi concerti live.
Da quella sera del 3 luglio 1991 in poi, è stato un susseguirsi di concerti sold out, nei palasport (vedi Assieme ed Ancorassieme) per arrivare al Tour giallo, Tour Rosso (per me lo spettacolo più affascinante mai prodotto in Italia), Tour Blu, e via così fino ad arrivare ai famosi concerti negli stadi “Da me a te” con diretta televisiva, del luglio 1998 e poi nel 2003 i concerti “Tutto in un abbraccio”: stiamo parlando di spettacoli visti da 80/90.000 persone oltre alla diretta televisiva.
Parlando poi della parte artistica il discorso sarebbe ancora più lungo.
Voglio solo limitarmi a sottolineare alcune cose che riguardano Claudio come compositore e musicista (e su questa materia permettetemi di sentirmi a mio agio):
Conosco Claudio personalmente dal 1 maggio 1978; da allora ho vissuto artisticamente accanto a lui per trenta anni; conosco il suo “pensiero” musicale come me stesso e posso affermare che Claudio è sicuramente fra i migliori compositori italiani di musica pop di sempre.
La sua sensibilità armonico/melodica ha prodotto capolavori insuperabili: vorrei citare alcuni brani che forse sono meno conosciuti al grande pubblico, ma degni di una approfondita analisi perchè vere e proprie perle di musica che rimarrà nel tempo:
01) Quei due
02) Tutto il calcio minuto per minuto
03) Tamburi Lontani
04) Qui Dio non c’è
05) Domani mai
06) Fammi andar via
07) Titoli di Coda
…. potremmo andare avanti ancora molto ma non è questo lo spazio giusto ne il contesto.
Se poi dovessimo analizzare il valore dei suoi testi, in particolar modo da Oltre in poi, abbiamo della vera e propria poesia (e questo non lo dico solo io ma coloro che sanno :-)
Per ultimo, vorrei anche ricordare che, parlando di Tour, il nostro “Alè-Oo’ ” del 1982, collezionò più di 50 date sold out negli stadi italiani, ed è considerato insieme a “Banana Republic” di Dalla/De Gregori, il tour più storico e pieno di record, della musica popolare italiana. Inutile ricordare che il disco ha venduto oltre 2 milioni di copie :-)
Tutto questo perchè per me. la Verità deve andare avanti, sempre, oltre ogni cosa."

Si può amare Vasco quanto si vuole, ma quando piscia fuori dal vaso, va detto.
La cosa che poi mi stupisce di più è che successivamente ha detto di aver chiamato telefonicamente Baglioni e di essersi chiarito...... ma la notizia non è vera ed è stata smentita dallo stesso Baglioni.... ma ha perso la testa?

Gran figura di m***a  :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 19:19:55
scusa eh ma io nelle parole di vasco non ci vedo un attacco così forte verso l'amico e spalla Solieri...nessuno mette in dubbio il lavoro che ha fatto e lo stesso vasco ha raccontato il senso di smarrimento quando si è trovato senza di lui nei primi concerti...

la frase incriminata non è 'cattiva' secondo me perchè:

Solieri era superato vero...nel senso che negli anni 90 sappiamo bene come vasco abbia cercato un sound diverso...più americano meno 'genuino' se vogliamo...quindi solieri era superato perchè il sound di vasco ha cercato altre strade...

essendo prevalentemente un chitarrista solista non era neppure in grado di essere un bravo chitarrista ritmico. non ha detto che non sia un bravo chitarrista...Riva poteva avere un unico sostituto soprattutto agli occhi dei fan...ma oramai la band era cambiata e Solieri si è trovato un po' fuori ruolo,un chitarrista professionista ovviamente si sa adattare ad ogni situazione ma è un po' come dire che Cannavaro non è in grado di essere un bravo centravanti.... :ok:
Mah sinceramente mi sembra che invece lo abbia attaccato.Oltretutto ha detto che Solieri ogni volta che lo incontrava nei localo bolognesi lo supplicava di riprenderlo a suonare(mentre invece Solieri nella sua autobiografia racconta le cose in maniera un po diversa).Oltretutto quando dice "non era NEPPURE in grado di essere un bravo chitarrista ritmico" c'e' un "NEPPURE" di troppo che fa passare Solieri come un incompetente.Oltretutto dal momento che Solieri e' ormai il suo chitarrista ritmico da 12 anni mi sembra quantomeno insensato e irrispettoso dichiarare pubblicamente che Solieri non e' un bravo chitarrista ritmico.
Sulla questione Baglioni dopo la smentita di Baglioni della telefonata sono ufficialmente giunto alla conclusione che Vasco e' ormai andato fuori di testa,non so quale sia il motivo ma comunque non e' totalmente stabile mentalmente oppure ha voglia di divertirsi provocando,o magari ha deciso di distruggere totalmente la credibilita' e il rispetto che aveva guadagnato in 30 anni di carriera.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 19:30:26
Oltretutto quel demente di Pelu'(auguro tutto il peggio possibile a lui e a quel cocainomane obeso di Renzulli) gli ha risposto prendendolo in giro trattandolo come un mentecatto e non prendendolo sul serio come si fa con le persone che non sono capaci di intendere.
Se Vasco ha intenzione di farsi prendere per il culo da tutti basta che vada avanti a comportarsi cosi' e nel giro di 1 anno diventera' una macchietta.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 16, 2012, 19:31:47
Risposta dei Litfiba : http://video.repubblica.it/edizione/firenze/litfiba-a-vasco-alieni-noi-grazie-e-un-complimento/92829?video&fb_source=message
cosa vuol dire che vasco di alieni se ne intende?? :delusa:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 19:39:01
Oltretutto quel demente di Pelu'(auguro tutto il peggio possibile a lui e a quel cocainomane obeso di Renzulli) gli ha risposto prendendolo in giro trattandolo come un mentecatto e non prendendolo sul serio come si fa con le persone che non sono capaci di intendere.
Se Vasco ha intenzione di farsi prendere per il culo da tutti basta che vada avanti a comportarsi cosi' e nel giro di 1 anno diventera' una macchietta.


Che diventera' Vasco una macchietta??? :rido: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 19:40:52
Che diventera' Vasco una macchietta??? :rido: :rido:
Mi sembra che un pochino lo sia gia visto che lo prendono tutti per il culo da mesi.Facendo cosi' non fa che perdere credibilita' e peggiorare la sua situazione
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 19:44:04
Mi sembra che un pochino lo sia gia visto che lo prendono tutti per il culo da mesi.Facendo cosi' non fa che perdere credibilita' e peggiorare la sua situazione

Ma peggiorare la situazione e perdere di credibilità agli occhi di chi??? Non penso che gli possa fregare qualcosa che qualche solone la pensi diversamente da lui non gli e' mai
interessato ti pensi che si crea il problema adesso a 60 anni e dopo la grandissima carriera che ha fatto???
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 20:08:13
Fare una grande carriera non legittima il fatto di dire tutte le stronzate che ti vengono in mente oltretutto inventandoti le cose.
Una carriera si  dimentica in fretta se per 2 anni continui a dire cose che non hanno senso e sparando a zero su tutti.Non e' che se uno e' il primo cantante nonche' la prima star italiana da 30 anni puo' dire quello che vuole,ma che discorso e'?Non e' ne un dio,e' un uomo come tutti gli altri e c'e' una cosa che si chiama "rispetto" e un altra che si chiama "ragione" e in una societa' diciamo"civile" chiunque sarebbe tenuto a tenerne conto.Poi ognuno e' libero di fare e dire quello che vuole e di conseguenza gli altri sono liberi pero' di trattarlo come un mentecatto.
Io seguiro' sempre e comunque Vasco fino alla fine,ma dovrebbe riprendersi e smetterla con questa CAZZATA di Facebook.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: bollicine - Aprile 16, 2012, 20:36:59
cosa vuol dire che vasco di alieni se ne intende?? :delusa:
Probabilmente si riferisce agli abusi di "sostanze"...come a dire che di Alieni ne ha visti parecchi!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 20:45:51
Fare una grande carriera non legittima il fatto di dire tutte le stronzate che ti vengono in mente oltretutto inventandoti le cose.
Una carriera si  dimentica in fretta se per 2 anni continui a dire cose che non hanno senso e sparando a zero su tutti.Non e' che se uno e' il primo cantante nonche' la prima star italiana da 30 anni puo' dire quello che vuole,ma che discorso e'?Non e' ne un dio,e' un uomo come tutti gli altri e c'e' una cosa che si chiama "rispetto" e un altra che si chiama "ragione" e in una societa' diciamo"civile" chiunque sarebbe tenuto a tenerne conto.Poi ognuno e' libero di fare e dire quello che vuole e di conseguenza gli altri sono liberi pero' di trattarlo come un mentecatto.
Io seguiro' sempre e comunque Vasco fino alla fine,ma dovrebbe riprendersi e smetterla con questa CAZZATA di Facebook.

Hai detto bene e' un uomo e in quanto tale e' libero di dire quello che vuole prendendosi tutte le responsabilità del caso. Come sempre ci sarà chi lo reputerà un mentecatto chi lo reputerà un dio e chi come me pensa che quelli sono i suoi pensieri che vanno letti (sempre se ne hai voglia) e vanno presi per quello che sono cioè i suoi personalissimi pensieri ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 16, 2012, 21:02:06
Hai detto bene e' un uomo e in quanto tale e' libero di dire quello che vuole prendendosi tutte le responsabilità del caso. Come sempre ci sarà chi lo reputerà un mentecatto chi lo reputerà un dio e chi come me pensa che quelli sono i suoi pensieri che vanno letti (sempre se ne hai voglia) e vanno presi per quello che sono cioè i suoi personalissimi pensieri ;)

Cri ma se per caso a fare questo tipo di dichiarazione , nei confronti di Vasco però , fosse stato Ligabue o Baglioni , come l'avresti presa ???
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 16, 2012, 21:03:34
Ma peggiorare la situazione e perdere di credibilità agli occhi di chi??? Non penso che gli possa fregare qualcosa che qualche solone la pensi diversamente da lui non gli e' mai
interessato ti pensi che si crea il problema adesso a 60 anni e dopo la grandissima carriera che ha fatto???
il punto è che non è qualche solone... ma la maggior parte della popolazione... apparte noi fan di vasco che vediamo la situazione completa tutti gli altri non entrano di certo nell'ufficiale ma si basano su quanto dicono i giornali e si fanno un opinione che è quella che gira ovunque in internet. basti vedere anche in fb... è il cantante in assoluto più sputtanato... e se continua a fare ste robe non si aiuta di certo, anzi... invece di fare questo fosse rimasto zitto magari avrebbe continuato a rimanere in risalto l'altra metà del cielo, che è già passata in dimenticatoio mentre ora si parla solo di questo!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: *perru* - Aprile 16, 2012, 21:25:17
Probabilmente si riferisce agli abusi di "sostanze"...come a dire che di Alieni ne ha visti parecchi!

bè, anche il buon piero non ci è andato leggero in quanto a sostanze in "gioventù":xsxsxs:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 16, 2012, 21:35:09
bè, anche il buon piero non ci è andato leggero in quanto a sostanze in "gioventù":xsxsxs:
infatti ! io sono di firenze e anche pelù lo è ...e qui è risaputo che a suo tempo era più il tempo in "botta " che altro... penso che quando ha detto lui se ne intende di alieni penso intendesse che anche lui è un alieno secondo pelù...insomma un po come dire ma ti sei visto ...io l'ho presa così ...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: blasco74 - Aprile 16, 2012, 21:51:49
Secondo me quest'uomo ha un pò perso il lume della ragione.
Sopratutto perchè prima di attaccare certi "colleghi" si doveva informare....ha detto cose  non corrispondenti assolutamente a verità specialmente dal punto di vista storico.
Provo un grande dispiacere per quanto capitato e mi sento quindi in dovere di replicare.
Questo è ciò che scrive Walter Savelli, ex tastierista di Baglioni:

"Dunque la prima verità che vorrei restituire, riguarda il famoso concerto di Amnesty International del 8 settembre 1988.
La contestazione verso Claudio Baglioni ci fu ed è innegabile, ma poichè io ero su quel palco insieme a Paolo Gianolio, Tony Levin e Jerry Marotta, vorrei raccontare esattamente come andarono le cose.
I contestatori furono coloro che stavano davanti al palco (qualche migliaio forse) e non assolutamente tutto lo stadio, che peraltro era pieno fino all’inverosimile.
Queste persone, probabilmente avrebbero contestato qualsiasi altro artista italiano in quel momento, perchè erano li in attesa dei grandi artisti internazionali che si stavano per esibire, quali Sting, Peter Gabriel, Tracy Chapman e addirittura Bruce Springsteen.
Non è poi assolutamente vero che Claudio scappò dal palco anzi, il nostro spazio di concerto arrivò fino al termine della scaletta prevista, con l’intervento di Peter Gabriel che cantò con noi Ninna Nanna, Nanna Ninna (con una incredibile emozione da parte nostra :-)
E’ stato poi scritto che Claudio non si esibì più dal vivo per oltre dieci anni!!
La realtà che tutti conoscete è ben diversa, ma voglio ricordarla.
Pochi mesi dopo quel concerto, Claudio iniziò a lavorare sul nuovo disco che lo impegnò fino al settembre del 1990 per quasi due anni di lavoro.
A novembre di quell’anno infatti uscì Oltre che è considerato dalla stragrande maggioranza degli artisti italiani, uno degli album più significativi della musica popolare italiana da sempre.
Subito agli inizi del 1991, mentre Oltre era primo in classifica, facemmo un piccolo tour a sorpresa in alcune delle migliori discoteche italiane, per sperimentare i brani che stavamo provando e che sarebbero stati inseriti nella scaletta del futuro concerto.
E qui sto parlando del famoso spettacolo “Oltre una bellissima notte” del 3 luglio 1991, allo stadio Flaminio con 60.000 persone presenti ed una diretta televisiva.
Quindi solo poco più di due anni separarono il concerto di Amnesty, dai nuovi concerti live.
Da quella sera del 3 luglio 1991 in poi, è stato un susseguirsi di concerti sold out, nei palasport (vedi Assieme ed Ancorassieme) per arrivare al Tour giallo, Tour Rosso (per me lo spettacolo più affascinante mai prodotto in Italia), Tour Blu, e via così fino ad arrivare ai famosi concerti negli stadi “Da me a te” con diretta televisiva, del luglio 1998 e poi nel 2003 i concerti “Tutto in un abbraccio”: stiamo parlando di spettacoli visti da 80/90.000 persone oltre alla diretta televisiva.
Parlando poi della parte artistica il discorso sarebbe ancora più lungo.
Voglio solo limitarmi a sottolineare alcune cose che riguardano Claudio come compositore e musicista (e su questa materia permettetemi di sentirmi a mio agio):
Conosco Claudio personalmente dal 1 maggio 1978; da allora ho vissuto artisticamente accanto a lui per trenta anni; conosco il suo “pensiero” musicale come me stesso e posso affermare che Claudio è sicuramente fra i migliori compositori italiani di musica pop di sempre.
La sua sensibilità armonico/melodica ha prodotto capolavori insuperabili: vorrei citare alcuni brani che forse sono meno conosciuti al grande pubblico, ma degni di una approfondita analisi perchè vere e proprie perle di musica che rimarrà nel tempo:
01) Quei due
02) Tutto il calcio minuto per minuto
03) Tamburi Lontani
04) Qui Dio non c’è
05) Domani mai
06) Fammi andar via
07) Titoli di Coda
…. potremmo andare avanti ancora molto ma non è questo lo spazio giusto ne il contesto.
Se poi dovessimo analizzare il valore dei suoi testi, in particolar modo da Oltre in poi, abbiamo della vera e propria poesia (e questo non lo dico solo io ma coloro che sanno :-)
Per ultimo, vorrei anche ricordare che, parlando di Tour, il nostro “Alè-Oo’ ” del 1982, collezionò più di 50 date sold out negli stadi italiani, ed è considerato insieme a “Banana Republic” di Dalla/De Gregori, il tour più storico e pieno di record, della musica popolare italiana. Inutile ricordare che il disco ha venduto oltre 2 milioni di copie :-)
Tutto questo perchè per me. la Verità deve andare avanti, sempre, oltre ogni cosa."

Si può amare Vasco quanto si vuole, ma quando piscia fuori dal vaso, va detto.
La cosa che poi mi stupisce di più è che successivamente ha detto di aver chiamato telefonicamente Baglioni e di essersi chiarito...... ma la notizia non è vera ed è stata smentita dallo stesso Baglioni.... ma ha perso la testa?
....60.000 al flaminio ?? :mmm:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 21:55:20
infatti ! io sono di firenze e anche pelù lo è ...e qui è risaputo che a suo tempo era più il tempo in "botta " che altro... penso che quando ha detto lui se ne intende di alieni penso intendesse che anche lui è un alieno secondo pelù...insomma un po come dire ma ti sei visto ...io l'ho presa così ...
C'e' una mia amica che ha conosciuto i Litfiba perche' lavorava in uno studio di produzione e ha detto che Pelu' e' sempre stato uno piu' che altro da canne.Mentre Renzulli e' un cocainomane marcio e conosco amici di Firenze che mi dicono che la cosa e' abbastanza risaputa.
Un altra voce che gira da anni su Pelu' e' che e' gay e fonti abbastanza attendibili hanno piu' volte confermato questa cosa.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 16, 2012, 21:56:15
....60.000 al flaminio ?? :mmm:

Possibile  ;) Non saranno stati 60mila ma 55mila entrano
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 21:58:21
Cri ma se per caso a fare questo tipo di dichiarazione , nei confronti di Vasco però , fosse stato Ligabue o Baglioni , come l'avresti presa ???

Sai benissimo che avrei detto la stessa cosa Lele. Ma se sono io la prima che ho sempre voluto sentire da Liga quello che pensava veramente senza nascondersi ;) Io non condivido tutto quello che dice ma lo accetto perche' le trovo parole dette con sincerita'. Forse non con i modi migliori, come dite voi, ma sicuramente sincere e senza nessun tipo di censura.

il punto è che non è qualche solone... ma la maggior parte della popolazione... apparte noi fan di vasco che vediamo la situazione completa tutti gli altri non entrano di certo nell'ufficiale ma si basano su quanto dicono i giornali e si fanno un opinione che è quella che gira ovunque in internet. basti vedere anche in fb... è il cantante in assoluto più sputtanato... e se continua a fare ste robe non si aiuta di certo, anzi... invece di fare questo fosse rimasto zitto magari avrebbe continuato a rimanere in risalto l'altra metà del cielo, che è già passata in dimenticatoio mentre ora si parla solo di questo!

Sinceramente io la gente che parla senza informarsi non la calcolo proprio. Non puoi parlare di qualcosa senza sapere bene di cosa stai parlando.
Per quanto riguarda l'altra meta' del cielo forse hai ragione, anche se sono convinta che sarebbe passata del dimenticaio ugualmente :ok: :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 22:02:46
Sai benissimo che avrei detto la stessa cosa Lele. Ma se sono io la prima che ho sempre voluto sentire da Liga quello che pensava veramente senza nascondersi ;) Io non condivido tutto quello che dice ma lo accetto perche' le trovo parole dette con sincerita'. Forse non con i modi migliori, come dite voi, ma sicuramente sincere e senza nessun tipo di censura.

Sinceramente io la gente che parla senza informarsi non la calcolo proprio. Non puoi parlare di qualcosa senza sapere bene di cosa stai parlando.
Per quanto riguarda l'altra meta' del cielo forse hai ragione, anche se sono convinta che sarebbe passata del dimenticaio ugualmente :ok: :ok:
Quindi tu sostieni che Vasco non stia facendo figure di merda e che non si stia copendo di ridicolo e non ti interessa che il 90 per cento della gente lo prenda per il culo?A me sinceramente dispiace,per me perche' l'ho sempre seguito e sono cresciuto con la sua musica ma sopratutto per lui perche' se continua cosi' diventa veramente una macchietta.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 22:04:40
E poi scusa,che c'entra "la gente che parla senza informarsi"?,non c'e' nulla di cui informarsi perche' i giornali stanno riportando le cose in maniera esatta.Lui si sta sputtanando e sta dicendo una cavolata dopo l'altra,non c'e' proprio niente di cui informarsi.I fatti sono questi e basta.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: blasco74 - Aprile 16, 2012, 22:05:33
Possibile  ;) Non saranno stati 60mila ma 55mila entrano
..ma credo in due date!!!!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 22:12:30

Quindi tu sostieni che Vasco non stia facendo figure di merda e che non si stia copendo di ridicolo e non ti interessa che il 90 per cento della gente lo prenda per il culo?A me sinceramente dispiace,per me perche' l'ho sempre seguito e sono cresciuto con la sua musica ma sopratutto per lui perche' se continua cosi' diventa veramente una macchietta.

Io sostengo che puo' dire quello che vuole e che tu puoi pensare quello che vuoi come posso farlo io. E che si non mi frega nulla di quello che pensano il 90 per cento delle persone è un loro pensiero ;)
Io l'ho sempre seguito, sono cresciuta con lui e di certo non cambio idea perche' c'è la massa che dice che è un mentecatto :ok:

E poi scusa,che c'entra "la gente che parla senza informarsi"?,non c'e' nulla di cui informarsi perche' i giornali stanno riportando le cose in maniera esatta.Lui si sta sputtanando e sta dicendo una cavolata dopo l'altra,non c'e' proprio niente di cui informarsi.I fatti sono questi e basta.

Era in risposta a quello che mi ha scritto ginx :ok: Be' non è proprio così perche' per esempio chi non sa nulla del passato di Vasco e legge quello che dice di Solieri dice questo è impazzito.... io invece non ci vedo nulla di strano in quello che dice di Maurizio Solieri :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 22:13:51
..ma credo in due date!!!!

Io anche credo che sia difficile far entrare tutta quella gente allo stadio Flaminio pero' dicevamo con lele che prima non c'erano le norme sulla sicurezza di adesso e i controlli erano molto piu' blandi quindi potrebbe anche essere possibile :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 16, 2012, 22:15:24
Io anche credo che sia difficile far entrare tutta quella gente allo stadio Flaminio pero' dicevamo con lele che prima non c'erano le norme sulla sicurezza di adesso e i controlli erano molto piu' blandi quindi potrebbe anche essere possibile :ok:

Come stavo dicendo a cri su facebook , a sansiro per Marley entrarono in 100mila (senza terzo anello credo ) ora è già tanto se fanno entrare 70mila persone   ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 22:15:49
...il forum animato come negli ultimi tre giorni era a mesi che non si vedeva eh! sia lodato vasco provokautore....
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 22:16:44
...il forum animato come negli ultimi tre giorni era a mesi che non si vedeva eh! sia lodato vasco provokautore....

:onorato: :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 16, 2012, 22:21:17
:onorato: :onorato:
Verissimo!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 16, 2012, 22:29:53
Tra l'altro vorrei dire che il 90% della gente che ascolta Vasco, non è assidua come gli iscritti a questo forum.. e nemmeno sanno quello che ha scritto Vasco su facebook e tanto meno gli interessa ;-), di tutti i miei amici che sono iscritti al pagina fb ufficiale (80) appena 3 hanno detto qualcosa di questa vicenda... tempo un mese e anche questi si saranno dimenticati tutti... e rimarranno solo le sue canzoni e le sue frasi...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 22:33:20
Tra l'altro vorrei dire che il 90% della gente che ascolta Vasco, non è assidua come gli iscritti a questo forum.. e nemmeno sanno quello che ha scritto Vasco su facebook e tanto meno gli interessa ;-), di tutti i miei amici che sono iscritti al pagina fb ufficiale (80) appena 3 hanno detto qualcosa di questa vicenda... tempo un mese e anche questi si saranno dimenticati tutti... e rimarranno solo le sue canzoni e le sue frasi...
quello è vero...anche vasco ha una parte di pseudo fan che lo "ascoltano" per moda... però visto...non è neanche possibile stargli dietro assiduamente sui discorsi del web, anche perchè non tutti lo utilizziamo allo stesso modo facebook..
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 16, 2012, 22:41:50
Tra l'altro vorrei dire che il 90% della gente che ascolta Vasco, non è assidua come gli iscritti a questo forum.. e nemmeno sanno quello che ha scritto Vasco su facebook e tanto meno gli interessa ;-), di tutti i miei amici che sono iscritti al pagina fb ufficiale (80) appena 3 hanno detto qualcosa di questa vicenda... tempo un mese e anche questi si saranno dimenticati tutti... e rimarranno solo le sue canzoni e le sue frasi...

D'accordo con te :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: scottone - Aprile 16, 2012, 22:45:26
mi innervosisco ..ma sono contento.
Probabilmente MOLTI  ascoltano e conoscono Vasco da quando gia' riempiva gli stadi  ma non e' sempre stato cosi' .. all'inizio  non si poteva ascoltare  un DROGATO !!! adesso siamo al passo successivo ?
Non puo' esprimere la sua opinione ? Beh, spero che ''si sputtani' cosi' tanto cosi' che chi ancora non lo capisce si possa consolare ascoltando Baglioni o Albano o  ....(la musica che non vi piace).


Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 22:47:43
mi innervosisco ..ma sono contento.
Probabilmente MOLTI  ascoltano e conoscono Vasco da quando gia' riempiva gli stadi  ma non e' sempre stato cosi' .. all'inizio  non si poteva ascoltare  un DORIGATO !!! adesso siamo al passo successivo ?
Non puo' esprimere la sua opinione ? Beh, spero che ''si sputtani' cosi' tanto cosi' che chi ancora non lo capisce si possa consolare ascoltando Baglioni o Albano o  ....(la musica che non vi piace).



:ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 16, 2012, 22:50:42
via buonanotteeee. non scrivete troppo che poi domani perdo il filo.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 16, 2012, 22:50:58
Ma non vi pare strano che poco prima di pubblicare la famosa autobiografia un suo commetto è :
"internet non é democratico..è senza regole..internet non è libero..la libertà esiste solo all'interno di una regola se no è il caos...".

E infatti il caos è arrivato....magari sbaglio ma se è come penso è un grande...anzi di più... :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: scottone - Aprile 16, 2012, 22:59:17
...E' un grande !!! :)
Anche se non sono d'accordo sul commento.
Penso che internet sia molto democratico, un caos molto democratico dove ognuno riporta la propria verita' che non e' mai certa.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 16, 2012, 23:13:22
...E' un grande !!! :)
Anche se non sono d'accordo sul commento.
Penso che internet sia molto democratico, un caos molto democratico dove ognuno riporta la propria verita' che non e' mai certa.
Magari sbaglio di brutto perché è difficile capire quello che passa per la testa a Vasco...pero' quello che vuol far capire Vasco è che non è libertà il poter dire quel cazzo che vuoi senza conseguenze...quella non è libertà è caos come dice lui...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 16, 2012, 23:17:15
è vero che la libertà su internet è una caSSata, che la vera libertà è quella all'interno di una società con delle regole (almeno finché l'uomo non raggiungerà la capacità di regolarsi senza bisogno di sovrastrutture di controllo: "la legge morale dentro di me" dell'epitaffio di Kant).
Ma mi sembra paradossale che proprio Vasco se ne lamenti: predica bene, ma razzola male, secondo me. ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 16, 2012, 23:19:20
mi innervosisco ..ma sono contento.
Probabilmente MOLTI  ascoltano e conoscono Vasco da quando gia' riempiva gli stadi  ma non e' sempre stato cosi' .. all'inizio  non si poteva ascoltare  un DROGATO !!! adesso siamo al passo successivo ?
Non puo' esprimere la sua opinione ? Beh, spero che ''si sputtani' cosi' tanto cosi' che chi ancora non lo capisce si possa consolare ascoltando Baglioni o Albano o  ....(la musica che non vi piace).




 :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 16, 2012, 23:23:13
è vero che la libertà su internet è una caSSata, che la vera libertà è quella all'interno di una società con delle regole (almeno finché l'uomo non raggiungerà la capacità di regolarsi senza bisogno di sovrastrutture di controllo: "la legge morale dentro di me" dell'epitaffio di Kant).
Ma mi sembra paradossale che proprio Vasco se ne lamenti: predica bene, ma razzola male, secondo me. ;)
Invece secondo me lo fa proprio di proposito ...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 16, 2012, 23:31:53
Invece secondo me lo fa proprio di proposito ...
Per dimostrare cosa, scusa? Che se straparli su colleghi e collaboratori sul web ti becchi anche degli insulti? E ci voleva un laureato ad honorem in scienze delle comunicazioni per scoprirlo? :risata:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: scottone - Aprile 16, 2012, 23:42:44
Per dimostrare cosa, scusa? Che se straparli su colleghi e collaboratori sul web ti becchi anche degli insulti? E ci voleva un laureato ad honorem in scienze delle comunicazioni per scoprirlo? :risata:

 :hihih: :hihih: :hihih: :hihih: :hihih:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 16, 2012, 23:48:21
AHAHAHA... scusa ragazzi ma siamo sicuri che quello che ha detto su baglioni sia tutto falso intendo la parte in cui parla dei concerti... ? che mi sembra strano che vasco si metta ad inventarsi delle storie così dal nulla...io non conosco baglioni quindi mi possono anche dire che è morto dal sonno...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 16, 2012, 23:50:26
Io sostengo che puo' dire quello che vuole e che tu puoi pensare quello che vuoi come posso farlo io. E che si non mi frega nulla di quello che pensano il 90 per cento delle persone è un loro pensiero ;)
Io l'ho sempre seguito, sono cresciuta con lui e di certo non cambio idea perche' c'è la massa che dice che è un mentecatto :ok:

Era in risposta a quello che mi ha scritto ginx :ok: Be' non è proprio così perche' per esempio chi non sa nulla del passato di Vasco e legge quello che dice di Solieri dice questo è impazzito.... io invece non ci vedo nulla di strano in quello che dice di Maurizio Solieri :ok:
su solieri no. ma su baglioni e pelù, così come l'anno scorso per ligabue... cosa gli costava stare zitto? solo avere un pò di notorietà? nessuno glielo ha chiesto a nessuno interessava il suo parere sulla questione!!
su solieri, elmi e riva non ci vedo niente di male perchè fa parte della sua storia, questa è una faccenda che riguarda la sua band e lui
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 16, 2012, 23:53:45
Per dimostrare cosa, scusa? Che se straparli su colleghi e collaboratori sul web ti becchi anche degli insulti? E ci voleva un laureato ad honorem in scienze delle comunicazioni per scoprirlo? :risata:
Non direi quello..comunque secondo me vi fate troppi viaggi su quello che scrive Vasco...soprattutto credete troppo alle sue parole...la stessa Clara nell'intervista rideva e ha detto che Vasco è geniale...secondo me c'è un sacco di ironia...e come al solito Vasco e colleghi si staranno facendo due risate...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 16, 2012, 23:54:31
AHAHAHA... scusa ragazzi ma siamo sicuri che quello che ha detto su baglioni sia tutto falso intendo la parte in cui parla dei concerti... ? che mi sembra strano che vasco si metta ad inventarsi delle storie così dal nulla...io non conosco baglioni quindi mi possono anche dire che è morto dal sonno...
Béh, non credo nemmeno che uno dei collaboratori più stretti di Baglioni abbia snocciolato una serie precisissima di dati inventandoseli ;) E poi basta leggere su qualunque biografia che, dopo l'88, fece un tour di 51 date (e scusate se è poco: io sto a Baglioni come Che Guevara sta a Berlusconi... ma un tour di 51 date in quattro mesi è veramente un'impresa! Vuol dire suonare più di una volta ogni tre giorni!) nel '92.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 23:55:31
AHAHAHA... scusa ragazzi ma siamo sicuri che quello che ha detto su baglioni sia tutto falso intendo la parte in cui parla dei concerti... ? che mi sembra strano che vasco si metta ad inventarsi delle storie così dal nulla...io non conosco baglioni quindi mi possono anche dire che è morto dal sonno...
Se e' per questo si e' inventato pure che ha telefonato a Baglioni per chiarire(cosa poi smentita dallo stesso Baglioni).Ma uno che fa cosi' secondo voi sta bene?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 16, 2012, 23:56:22
Non direi quello..comunque secondo me vi fate troppi viaggi su quello che scrive Vasco...soprattutto credete troppo alle sue parole...la stessa Clara nell'intervista rideva e ha detto che Vasco è geniale...secondo me c'è un sacco di ironia...e come al solito Vasco e colleghi si staranno facendo due risate...
Personalmente, apprezzo un altro tipo di genialità e di ironia. Ma siamo nell'era dei social network, e forse dobbiamo puntare un pochino più in basso.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 16, 2012, 23:56:28
C'e' una mia amica che ha conosciuto i Litfiba perche' lavorava in uno studio di produzione e ha detto che Pelu' e' sempre stato uno piu' che altro da canne.Mentre Renzulli e' un cocainomane marcio e conosco amici di Firenze che mi dicono che la cosa e' abbastanza risaputa.
Un altra voce che gira da anni su Pelu' e' che e' gay e fonti abbastanza attendibili hanno piu' volte confermato questa cosa.
sul fatto che sia gay c'è sempre stato il dubbio ...comunque si lui si distruggeva di canne quello è vero ...ma anche di altre cose...ora è molto più tranquillo almeno così dicono... , tra l'altro l'ho incontrato per caso qlk giorno fa vicino al mio negozio :D ma ho fatto finta di nulla dato che non sono un suo fan...comunque tutti dicono che sia una persona socevole e gentile
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 16, 2012, 23:57:18
E ha pure detto che e' stato lui il primo italiano ad andare a san siro(cosa di cui molti sono convinti) quando invece non e' vero perche' il primo e' stato Bennato nel 1980
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 16, 2012, 23:59:59
E comunque a questo punto non mi è chiaro se Vasco è sincero o ironico, se vada apprezzato perché dice le cose come stanno... oppure se vada comunque apprezzato (siempre! :sisi: ) perché è geniale e ci sta fottendo tutti con i suoi "tranelli" da abile comunicatore. :sisi:
Quando si parla di Vasco, è vero tutto e il contrario di tutto, tranne la soluzione più banale (e una banalità è, infatti, che spesso la verità sta nella scelta più ovvia...).
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 17, 2012, 00:02:40
Se e' per questo si e' inventato pure che ha telefonato a Baglioni per chiarire(cosa poi smentita dallo stesso Baglioni).Ma uno che fa cosi' secondo voi sta bene?
Lo ha detto baglioni questo ?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 17, 2012, 00:03:01
Béh, non credo nemmeno che uno dei collaboratori più stretti di Baglioni abbia snocciolato una serie precisissima di dati inventandoseli ;) E poi basta leggere su qualunque biografia che, dopo l'88, fece un tour di 51 date (e scusate se è poco: io sto a Baglioni come Che Guevara sta a Berlusconi... ma un tour di 51 date in quattro mesi è veramente un'impresa! Vuol dire suonare più di una volta ogni tre giorni!) nel '92.
Per forza canta in playback se no stona.... :sisi:
 :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 17, 2012, 00:07:23
Per forza canta in playback se no stona.... :sisi:
 :rido:
mmm... Venditti ultimamente lo fa spesso. Baglioni sinceramente non ce lo vedo, a cantare in playback. Può piacere o no, ma per tanto tempo in Italia si mangiava tutti, c'era solo lui: se la grande popolarità è un merito per Vasco, deve valere anche per Baglioni. Poi io non ho mai assistito ad un concerto, ma ho più di un'amica sfegatata per Baglioni e mi raccontano di concerti molto lunghi, con scalette che accontentano tutti i fan anche per i numerosi medley con Baglioni al pianoforte. Insomma, i gusti son gusti, ma non si può neanche sminuire tutto e tutti.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: CoMeSTai!?! - Aprile 17, 2012, 00:10:15
mmm... Venditti ultimamente lo fa spesso. Baglioni sinceramente non ce lo vedo, a cantare in playback. Può piacere o no, ma per tanto tempo in Italia si mangiava tutti, c'era solo lui: se la grande popolarità è un merito per Vasco, deve valere anche per Baglioni. Poi io non ho mai assistito ad un concerto, ma ho più di un'amica sfegatata per Baglioni e mi raccontano di concerti molto lunghi, con scalette che accontentano tutti i fan anche per i numerosi medley con Baglioni al pianoforte. Insomma, i gusti son gusti, ma non si può neanche sminuire tutto e tutti.
Guarda sono sincero non l'ho visto nemmeno io..riporto parole di colleghi di mia sorella che l hanno visto più volte...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 17, 2012, 00:11:16
Lo ha detto Savelli l'ex tastierista di Baglioni.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 17, 2012, 00:21:49
mmm... Venditti ultimamente lo fa spesso. Baglioni sinceramente non ce lo vedo, a cantare in playback. Può piacere o no, ma per tanto tempo in Italia si mangiava tutti, c'era solo lui: se la grande popolarità è un merito per Vasco, deve valere anche per Baglioni. Poi io non ho mai assistito ad un concerto, ma ho più di un'amica sfegatata per Baglioni e mi raccontano di concerti molto lunghi, con scalette che accontentano tutti i fan anche per i numerosi medley con Baglioni al pianoforte. Insomma, i gusti son gusti, ma non si può neanche sminuire tutto e tutti.
Baglioni e' gia stato beccato ad usare il playback.
Negli anni 90 durante un concerto all'olimpico uso' delle basi registrate e fu oggetto di numerose polemiche
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 17, 2012, 00:24:09
comunque io per ora mi astengo dal commentare ...voglio aspettare ulteriori sviluppi ....comunque a me da una parte tutto questo casino mi sta facendo divertire:D probabilmente come dicono dalle mie parti sono "grullo"
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 17, 2012, 00:33:17
Baglioni e' gia stato beccato ad usare il playback.
Negli anni 90 durante un concerto all'olimpico uso' delle basi registrate e fu oggetto di numerose polemiche
Allora mi scuso per le imprecisioni: come ho detto, non sono esperto in materia! :risata:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: scottone - Aprile 17, 2012, 00:33:57
lo ammetto Io ho visto concerti di Baglioni e ancora adesso alcune canzoni le ascolto perche' mi ricordano altri tempi..ma da un San Siro (prima di Vasco) non riesco piu' a sopportarlo.
Alternava canzoni a sermoni infarciti di banalita' che lo facevano apparire supponente e molto banale.
... sono cresciuto :)  forse ?!??! ..spero di NO.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: sballo ravvicinato - Aprile 17, 2012, 00:35:38
Mah sinceramente in Italia c'e' molto di peggio di Baglioni(che comunque secondo me' e' inascoltabile).
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: scottone - Aprile 17, 2012, 00:43:15
Penso abbia fatto i nomi di cantntanti che conosce, dubito gli possa passare per la testa un Valerio Scanu :)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 17, 2012, 01:50:47
La storia che Baglioni canta in playback l'ho sentita anche io da persone che sono state al concerto e ne sono rimaste super deluse ;)

Be' sballo dire che quelle cose le ha dette il suo ex chitarrista non e' come dire che le ha dette Baglioni in persona. Poi puo' benissimo aver detto lalla verità come può aver detto una marea di caSSate per farsi un po' di pubblicità :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ferra - Aprile 17, 2012, 06:52:34
Se dimettersi da rockstar significa assumere il ruolo di sparascemenze sarebbe stato meglio rimanere rockstar.

Come è che se si lancia una critica dal sacro facebook si viene linciati con la scusa 'perchè passi di qui se non ami vasco' e invece da li partono le mille frecciatine punzecchiatine...

Io con tutta onestà dico che se fossi un collega musicista un bel vacagher a vasco ce lo tiravo.

Meno Komandante più Blasco
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: *perru* - Aprile 17, 2012, 09:43:38
sul fatto che sia gay c'è sempre stato il dubbio ...comunque si lui si distruggeva di canne quello è vero ...ma anche di altre cose...ora è molto più tranquillo almeno così dicono... , tra l'altro l'ho incontrato per caso qlk giorno fa vicino al mio negozio :D ma ho fatto finta di nulla dato che non sono un suo fan...comunque tutti dicono che sia una persona socevole e gentile

comunque su piero girano degli aneddoti a firenze da spaccarsi da ridere! Una mia amica mi raccontò di averlo visto un pò di anni fa ad un concerto dei Sigur Ros al tenax andare via dopo pochi minuti dall'inizio dello show, urlando che quella era musica per ragazzine! :hihih:

scusate l'OT :xsxsxs:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: blasco1988 - Aprile 17, 2012, 12:02:22
Pare che Vasco oggi sia ospite di radio KissKiss nel programma che va dalle 17 alle 20, magari sapremo qualcosa di più!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: zlesta - Aprile 17, 2012, 12:18:20
Pare che Vasco oggi sia ospite di radio KissKiss nel programma che va dalle 17 alle 20, magari sapremo qualcosa di più!
Da dove arriva sta notizia? Non ho trovato niente..  :delusa:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 17, 2012, 12:24:01
speriamo lo mettano su internet ...io a quell'orario sono a lavorare...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 17, 2012, 12:33:02
Io amo molto la musica italiana in generis e nella mia quarantennale vita ho visto molti concerti che spaziano da Baglioni a Vasco Rossi fino ad arrivare ai concerti più belli mai visti: i Pink Floyd (ben 4 volte).
Ciò che ha scritto Savelli (il suo ex tastierista) è tutto vero.
E' vero che nel 1998 durante una data allo stadio olimpico (il primo concerto mai fatto all'olimpico) Baglioni usò del playback durante le fasi in cui cantava fuori dal palco, nel mentre faceva un giro dello stadio cantando su un auto guidata da Fabio Fazio.
A detta del cantante sembra che fosse stato per problemi di risonanza delle casse durante tale momento.
Comunque l'ho rivisto anche di recente (nel 2006) e in tale concerto ha fatto un concerto di 3 ore e mezza senza il minimo aiuto di  playback.
Devo riconoscere che indifferentemente dal fatto che possa più o meno piacere, Baglioni sia un professionista e prima che esplodesse Vasco, lui era il re incontrastato della musica italiana.
Nel 1982, 1985 e 1986 ha fatto 3 tourneè dove è riuscito a cantare in ognuno di questi tour in ben 50 stadi diversi riempendoli tutti e sempre.
Insomma....io capisco una critica con dati MOLTO INESATTI da una persona qualunque che ha voglia di criticare un cantante che non gli piace....ma non da un Vasco Rossi che non ha bisogno di queste esternazioni.

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 17, 2012, 14:03:11
è vero che canta in playback.. i miei hanno una vhs girata all'olimpico di baglioni (non chiedetemi come mai ascoltavano baglioni) e si vede bene


mi sono appena accorta che l'avevate già scritto...sorry
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 17, 2012, 14:11:32
è vero che canta in playback.. i miei hanno una vhs girata all'olimpico di baglioni (non chiedetemi come mai ascoltavano baglioni) e si vede bene


mi sono appena accorta che l'avevate già scritto...sorry

Non canta in playback, lo ha fatto solo in quell'occasione di quel concerto a Roma.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 17, 2012, 14:17:17
Non canta in playback, lo ha fatto solo in quell'occasione di quel concerto a Roma
te pare poco?  :hihih:  :P
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 17, 2012, 14:19:11
te pare poco?  :hihih:  :P

Be, in 40 anni e passa di carriera può accadere una volta.
Se leggi il mio post precedente vedi che nel 2006 di 3 ore e mezza di concerto non ha assolutamente fatto neanche un secondo di playback....  senza mai fermarsi, poche chiacchiere (non come faceva un tempo con lunghi discorsi ogni 3-4 canzoni) e sopratutto senza far cantare intere canzoni solo al pubblico come purtroppo fa Vasco.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 17, 2012, 14:24:05
Be, in 40 anni e passa di carriera può accadere una volta.
Se leggi il mio post precedente vedi che nel 2006 di 3 ore e mezza di concerto non ha assolutamente fatto neanche un secondo di playback....  senza mai fermarsi, poche chiacchiere (non come faceva un tempo con lunghi discorsi ogni 3-4 canzoni) e sopratutto senza far cantare intere canzoni solo al pubblico come purtroppo fa Vasco.
si dai era una battuta la mia... comunque è anche vero che non so quanti concerti all'anno faccia baglioni ma sicuramente molti meno rispetto a vasco... è normale che vasco ce la faccia "meno" a fare 3 ore senza fermarsi.... è dal 2003 che non si ferma mai
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 17, 2012, 14:38:35
Tranquilla, non me la prendo per queste cavolate.
Adesso però mi spiace contraddirti.... ma Baglioni è molto criticato ultimamente dai suoi fans perchè è dal 2003 che non fa più un vero e proprio album di canzoni inedite.....perchè non so quante tourneè ha fatto in questi anni senza mai fermarsi.
Se guardi tutte le tourneè che ha fatto negli ultimi anni vedi che non si è risparmiato neanche lui.
Comunque qui il problema non è se è più bravo o fa più concerti Baglioni di Vasco....ma il fatto che le dichiariazioni del Blasco siano completamente false di quanto ha riferito.
Ha detto cose inesatte su tutto quello che ha riferito su Baglioni.... e anche avesse detto cose tutte vere avrebbe comunque sbagliato perchè non è giusto che un cantante di punto in bianco si debba mettere ad infamare un collega in quel modo
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 17, 2012, 14:54:03
Tranquilla, non me la prendo per queste cavolate.
Adesso però mi spiace contraddirti.... ma Baglioni è molto criticato ultimamente dai suoi fans perchè è dal 2003 che non fa più un vero e proprio album di canzoni inedite.....perchè non so quante tourneè ha fatto in questi anni senza mai fermarsi.
Se guardi tutte le tourneè che ha fatto negli ultimi anni vedi che non si è risparmiato neanche lui.
Comunque qui il problema non è se è più bravo o fa più concerti Baglioni di Vasco....ma il fatto che le dichiariazioni del Blasco siano completamente false di quanto ha riferito.
Ha detto cose inesatte su tutto quello che ha riferito su Baglioni.... e anche avesse detto cose tutte vere avrebbe comunque sbagliato perchè non è giusto che un cantante di punto in bianco si debba mettere ad infamare un collega in quel modo
questo non lo sapevo, non sono preparata su baglioni. per il resto ti do pienamente ragione e anche in precedenza ho scirtto più o meno le tue stesse cose.  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 17, 2012, 14:58:29
io credo sia solo una sua opinione personale....magari ha sbagliato ol modo...ha sbagliato il tempo....però non può essere messo in croce se è quello che lui pensa di Baglioni.....come ha detto all'inizio è brutto fare gli ipocriti e fare finta che i cantanti si vogliono tutti bene tra di loro....come ho detto un'altra volta....se è vero che non ha fatto la telefonata (e sinceramente io di un ex batterista non mi fido, poi può essere anche vero) allora ha fatto una bella figura di "fango odoroso" per non dire di peggio....
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: alba la pazza del forum! - Aprile 17, 2012, 15:02:46
io credo sia solo una sua opinione personale....magari ha sbagliato ol modo...ha sbagliato il tempo....però non può essere messo in croce se è quello che lui pensa di Baglioni.....come ha detto all'inizio è brutto fare gli ipocriti e fare finta che i cantanti si vogliono tutti bene tra di loro....come ho detto un'altra volta....se è vero che non ha fatto la telefonata (e sinceramente io di un ex batterista non mi fido, poi può essere anche vero) allora ha fatto una bella figura di "fango odoroso" per non dire di peggio....
:ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 17, 2012, 15:33:45
Ah ah ah, questa è bella.... andate qui:
http://www.doremifasol.org/news/2012/04/17/lautografo-al-figlio-di-vasco/

Secondo me Vasco lo ha diseredato
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: blasco1988 - Aprile 17, 2012, 17:36:08
Alle 19.50 Vasco in diretta su radioKissKiss, lo ha detto Facchinetti su Twitter!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 17, 2012, 17:46:07
Alle 19.50 Vasco in diretta su radioKissKiss, lo ha detto Facchinetti su Twitter!

Da come hanno scritto sembra sia ospite proprio in diretta  :delusa:

Cavolo non ci sono stasera  :muro: Se riuscite registrate la puntata  :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 17, 2012, 17:49:52
io sto sentendo la radio......e non sanno se sarà proprio presente lì in radio, oppure se interverrà solo telefonicamente....
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 17, 2012, 17:51:07
io sto sentendo la radio......e non sanno se sarà proprio presente lì in radio, oppure se interverrà solo telefonicamente....

Continuiamo a parlare qui : http://www.vascoforever.it/forum/index.php/topic,12085.new.html#new
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: zlesta - Aprile 19, 2012, 17:35:01
Stasera a Striscia la Notizia consegna tapiro d'oro a Baglioni dopo le dichiarazioni di Vasco
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 19, 2012, 17:37:18
Stasera a Striscia la Notizia consegna tapiro d'oro a Baglioni dopo le dichiarazioni di Vasco

che come ligabue poverino non ha fatto proprio niente  :delusa:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 19, 2012, 17:39:07
Stasera a Striscia la Notizia consegna tapiro d'oro a Baglioni dopo le dichiarazioni di Vasco

poraccio  :xsxsxs:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Cav. Lambert - Aprile 19, 2012, 18:20:58
che come ligabue poverino non ha fatto proprio niente  :delusa:
Infatti...  :risata:
p.s. complimenti grande avatar!!!!  :onorato: :onorato: :onorato: :onorato:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 19, 2012, 18:25:54
che come ligabue poverino non ha fatto proprio niente  :delusa:

:xsxsxs:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 19, 2012, 18:46:48
Stasera a Striscia la Notizia consegna tapiro d'oro a Baglioni dopo le dichiarazioni di Vasco

ma chi glielo dà, staffelli?

"Sor Baglioni, come la va? Ha sentito il sor Vasco cosa ha detto di lei? E' stato cattivello, però!"  :risata:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 19, 2012, 18:47:48
ma chi glielo dà, staffelli?

"Sor Baglioni, come la va? Ha sentito il sor Vasco cosa ha detto di lei? E' stato cattivello, però!"  :risata:

 :rido: :rido: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 19, 2012, 18:54:10
ma chi glielo dà, staffelli?

"Sor Baglioni, come la va? Ha sentito il sor Vasco cosa ha detto di lei? E' stato cattivello, però!"  :risata:

 :rido: :rido:
mi sta poco simpatico baglioni ... ma il tapiro porello  :hihih: :hihih:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Sally_Vasconvolta*.* - Aprile 19, 2012, 19:25:32
 :hihih: :hihih: :hihih:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 19, 2012, 21:21:20
mia impressione...lo hanno massacrato...con le sue stesse parole :P
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: zlesta - Aprile 19, 2012, 22:05:44
Com'è andata? Non sono riuscito a vederlo  :muro:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Cuore di pietra - Aprile 20, 2012, 08:36:43
Ecco il video del tapiro a baglioni ;)

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?15321
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 20, 2012, 11:39:18
Ecco il video del tapiro a baglioni ;)

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?15321

"Lui aveva 19 anni e io ne avevo 25 ... adesso io ne ho 61 e lui 60 "  :rido: :rido: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 20, 2012, 12:22:10
Io il tapiro glielo davo a Vasco con tutte le puttanate che ha detto
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 20, 2012, 13:14:18
raga, scusate ma siamo sicuri che le parole dell'autobiografia siano tutte di vasco?
no perchè scusate, ma a me espressioni come "dovrebbe andare a zappare la terra..." non mi sembrano proprio da vasco, anzi mi sembrano più da membro del suo staff  :mmm:

comunque che gran paravento è stato baglioni: ha preso per il c... alla grande tutti e due, sia vasco sia staffelli  ::)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 20, 2012, 13:18:38
raga, scusate ma siamo sicuri che le parole dell'autobiografia siano tutte di vasco?
no perchè scusate, ma a me espressioni come "dovrebbe andare a zappare la terra..." non mi sembrano proprio da vasco, anzi mi sembrano più da membro del suo staff  :mmm:

comunque che gran paravento è stato baglioni: ha preso per il c... alla grande tutti e due, sia vasco sia staffelli  ::)

Eh si ... ora lo stro**o è lui  :xsxsxs:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 13:26:03
raga, scusate ma siamo sicuri che le parole dell'autobiografia siano tutte di vasco?
no perchè scusate, ma a me espressioni come "dovrebbe andare a zappare la terra..." non mi sembrano proprio da vasco, anzi mi sembrano più da membro del suo staff  :mmm:

comunque che gran paravento è stato baglioni: ha preso per il c... alla grande tutti e due, sia vasco sia staffelli  ::)
Io a leggere certi commenti rimango veramente allibito: com'è facile per chi ha il potere manipolare la realtà, quando poi noi siamo i primi a manipolarla per noi stessi! :delusa:
Qui veramente raggiungiamo i livelli di Don Chisciotte!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ferra - Aprile 20, 2012, 14:41:14
In effetti... non si può idolatrare tanto un cantante da non rendersi conto che offendere un collega gratuitamente e senza motivo non è avere la palle ma essere maleducati!

Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 20, 2012, 14:44:52
Io a leggere certi commenti rimango veramente allibito: com'è facile per chi ha il potere manipolare la realtà, quando poi noi siamo i primi a manipolarla per noi stessi! :delusa:
Qui veramente raggiungiamo i livelli di Don Chisciotte!

scusa vale, fammi capire: che avrei detto di tanto strano? ho solo espresso un dubbio, legittimo mi pare  :ok:
poi sul fatto che baglioni sia stato un gran paravento, ho avuto quest'impressione sentendo alcune sue risposte: per es. quando staffelli gli ha chiesto se voleva rispondere qualcosa a vasco lui ha risposto "vasco, ti voglio bene!". cioè, che risposta è? boh  :mmm:
ti ripeto, si vedeva che quella di baglioni era tutta una finta, un voler prendere per il didietro sia vasco ma anche staffelli con delle risposte a c...o, che vogliono suscitare il sorriso in chi ascolta ma in realtà ci riescono solo con chi le ha pronunciate. un pò, per intenderci, come quella di pelù "detto da te che di alieni te ne intendi..."
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 20, 2012, 14:45:43
In effetti... non si può idolatrare tanto un cantante da non rendersi conto che offendere un collega gratuitamente e senza motivo non è avere la palle ma essere maleducati!



scusa ferra, ma offendere che cosa? vasco ha solo dato un opinione sul modo di fare musica di baglioni, come potresti fare tu o io. se questo significa offendere... :mmm:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 20, 2012, 15:09:49
cioè boh se l'invito di andare a zappare la terra non è un offesa...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 20, 2012, 15:25:20
scusa ferra, ma offendere che cosa? vasco ha solo dato un opinione sul modo di fare musica di baglioni, come potresti fare tu o io. se questo significa offendere... :mmm:

A parte che ha avuto un modo un pò troppo "forte" di dare un opinione su un collega (nel bene o nel male Baglioni è un collega).
Poi non ha dato solo opinioni ha detto un sacco di cose inesatte.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Army_blasco - Aprile 20, 2012, 15:26:53
non ha detto che baglioni debba andare a zappare ha detto c è gente che dovrebbe zappare la terra e poi c sono cantasnti come baglioni..quindi discorso a parte rispetto all andaere a zappare!!!invece d attenervi alle cazzate che la tv vi dice leggete in prima persona il documento e se non lo ricordate rileggetelo come ho fatto io dopo aver visto il servizio di striscia di ieri
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 15:38:18
scusa vale, fammi capire: che avrei detto di tanto strano? ho solo espresso un dubbio, legittimo mi pare  :ok:
poi sul fatto che baglioni sia stato un gran paravento, ho avuto quest'impressione sentendo alcune sue risposte: per es. quando staffelli gli ha chiesto se voleva rispondere qualcosa a vasco lui ha risposto "vasco, ti voglio bene!". cioè, che risposta è? boh  :mmm:
ti ripeto, si vedeva che quella di baglioni era tutta una finta, un voler prendere per il didietro sia vasco ma anche staffelli con delle risposte a c...o, che vogliono suscitare il sorriso in chi ascolta ma in realtà ci riescono solo con chi le ha pronunciate. un pò, per intenderci, come quella di pelù "detto da te che di alieni te ne intendi..."
Questo non è un dubbio legittimo, scusa se te lo dico: questo è un vero e proprio dubbio iperbolico cartesiano, ogni volta che si parla di una caSSata che fa o dice Vasco!
scusa ferra, ma offendere che cosa? vasco ha solo dato un opinione sul modo di fare musica di baglioni, come potresti fare tu o io. se questo significa offendere... :mmm:
Ci sono tanti modi per dire la propria, certe espressioni (sempre se le ha scritte Vasco, ovviamente :sisi: :hihih: ) sono offensive, anche se usate in contesti che, altrimenti, non lo sarebbero.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 20, 2012, 15:46:28
non ha detto che baglioni debba andare a zappare ha detto c è gente che dovrebbe zappare la terra e poi c sono cantasnti come baglioni..quindi discorso a parte rispetto all andaere a zappare!!!invece d attenervi alle cazzate che la tv vi dice leggete in prima persona il documento e se non lo ricordate rileggetelo come ho fatto io dopo aver visto il servizio di striscia di ieri

No Army non ha detto così... io mi sono andata a rileggere quello che ha scritto perche' non credo alle cazzate della tv e come me anche tanti altri, pero' se leggi bene lui dice:

"Quando ti trovi di fianco ad uno che, secondo te, dovrebbe andare a zappare la terra, piuttosto che continuare a frignare stupide canzoni che sono tutte la stessa lagna? Canzoni lagnose che non sopporti, ma non glielo puoi dire certo in faccia...... Quando incontri un Baglioni, insomma, che per te impersona… che per te è l’emblema… delle musichette da sala d’attesa… "

Io penso che i due argomenti sono collegati. Quell'insomma non è messo li a caso, c'è perche' è come se Vasco facesse l'esempio di Baglioni per spiegare quello che ha sostenuto prima.


Comunque io ripeto secondo me Vasco, in quanto uomo/persona, puo' dire quello che pensa tranquillamente prendendosi le proprie responsabilita' e con la consapevolezza che verra' criticato da tanta gente  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ieri ho sg. mio figlio - Aprile 20, 2012, 15:51:23
senza offendere alcun collega, vi siete accorti che su tutta questa "autobiografia" ve ne siete altamente sbattuti di tutti i racconti(belli, inediti) di Vasco, fossilizzandovi solo sulla question Baglioni/Litfiba (Minghi non se lo caga nessuno)? io davvero non so più cosa dire/fare...scriviamo pagine su pagine di cazzate..prima col liga, milioni di pagine per una polemica sterile, inutile, stupida, per poi concludere cosa?il nulla, perchè discutete sul nulla...cazzarola metteteci un punto, eccheccavolo non vi annoiate?sembra un forum di etica :rido: :rido: capisco la carenza di argomenti, però è meglio non parlare che parlare del nulla ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 15:53:32
cioè boh se l'invito di andare a zappare la terra non è un offesa...
Si vede che qui son tutti aspiranti contadini. :rido:
non ha detto che baglioni debba andare a zappare ha detto c è gente che dovrebbe zappare la terra e poi c sono cantasnti come baglioni..quindi discorso a parte rispetto all andaere a zappare!!!invece d attenervi alle cazzate che la tv vi dice leggete in prima persona il documento e se non lo ricordate rileggetelo come ho fatto io dopo aver visto il servizio di striscia di ieri
è arrivato Sancho Panza! :sisi: Ma secondo voi ha detto cose carine? Cioè, vi piacerebbe che qualcuno dicesse quelle cose sul vostro conto? :delusa: Veramente c'è qualcuno che quando si parla di Vasco Rossi perde il lume della ragione! Pronti a giustificare qualsiasi cosa! Contenti voi...
Si può essere d'accordo o meno su quello che dice Vasco, si può pensare che sia giusto che l'abbia detto, oppure no. Però arrivare a negare il senso di quello che ha detto (o addirittura se l'ha detto) mi pare francamente troppo. Poi non ci lamentiamo se l'Italia va male, e se quelli che sono sopra di noi ci fottono come niente...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 20, 2012, 15:55:39
senza offendere alcun collega, vi siete accorti che su tutta questa "autobiografia" ve ne siete altamente sbattuti di tutti i racconti(belli, inediti) di Vasco, fossilizzandovi solo sulla question Baglioni/Litfiba (Minghi non se lo caga nessuno)? io davvero non so più cosa dire/fare...scriviamo pagine su pagine di cazzate..prima col liga, milioni di pagine per una polemica sterile, inutile, stupida, per poi concludere cosa?il nulla, perchè discutete sul nulla...cazzarola metteteci un punto, eccheccavolo non vi annoiate?sembra un forum di etica :rido: :rido: capisco la carenza di argomenti, però è meglio non parlare che parlare del nulla ;)

:onorato:

ma infatti la domanda e'... dopo tutte queste chiacchiere quale è la conclusione?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ieri ho sg. mio figlio - Aprile 20, 2012, 15:56:35
non c'è conclusione cris..se non che la pagina facebook di Vasco Rossi è diventata argomento di...critica sociale! :rido: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 15:57:00
senza offendere alcun collega, vi siete accorti che su tutta questa "autobiografia" ve ne siete altamente sbattuti di tutti i racconti(belli, inediti) di Vasco, fossilizzandovi solo sulla question Baglioni/Litfiba (Minghi non se lo caga nessuno)? io davvero non so più cosa dire/fare...scriviamo pagine su pagine di cazzate..prima col liga, milioni di pagine per una polemica sterile, inutile, stupida, per poi concludere cosa?il nulla, perchè discutete sul nulla...cazzarola metteteci un punto, eccheccavolo non vi annoiate?sembra un forum di etica :rido: :rido: capisco la carenza di argomenti, però è meglio non parlare che parlare del nulla ;)
A parte che un forum di etica non sarebbe male, al giorno d'oggi... :rido: Comunque ognuno è libero di parlare di quello che vuole: potrei benissimo dirti che, a parer mio, le discussioni su rigore negato/rigore concesso e su tante altre cose del mondo del calcio le reputo discussioni sul nulla, fatto sta che me ne tiro fuori senza per questo giudicare chi le fa. ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 16:02:49
:onorato:

ma infatti la domanda e'... dopo tutte queste chiacchiere quale è la conclusione?
Se dovessimo smettere di parlare di qualsiasi cosa su cui non si va d'accordo ed è difficile, se non impossibile, raggiungere una conclusione, faremmo meglio a smettere di parlare del tutto.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ieri ho sg. mio figlio - Aprile 20, 2012, 16:03:36
ma che cazzo di esempio fai vale?qui ci starebbe un dipietrista "ma che c'azzecca", con tanto di movimento di mani :rido: :rido: :rido:   quello è calcio, è un altra cosa, è uno sport, è una sfida tra tifoserie e tutta un'altra cosa..qui mica ci sono squadre, stiamo parlando di un cantante che sul suo profilo facebook scrive quello che vuole...si può essere d'accordo o meno, lo si può, anzi lo si deve dire(per me ti dico le frasi sul liga le trovai stupide, queste su Baglioni and co. divertenti), ma basta, senza degenerare in discorsi inutili, riempire pagine e pagine di niente.


ps tu sei libero di scrivere ciò che vuoi, io son libero di giudicare chi cavolo mi pare ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 20, 2012, 16:05:54
A parte che un forum di etica non sarebbe male, al giorno d'oggi... :rido: Comunque ognuno è libero di parlare di quello che vuole: potrei benissimo dirti che, a parer mio, le discussioni su rigore negato/rigore concesso e su tante altre cose del mondo del calcio le reputo discussioni sul nulla, fatto sta che me ne tiro fuori senza per questo giudicare chi le fa. ;)

Solo che parlare di rigore concesso e non concesso significa parlare di calcio e viene fatto nella sezione ATTUALITA' E SPORT, qui si sta parlando di etica in una sezione che si chiama VASCO ROSSI  :ok:

Se dovessimo smettere di parlare di qualsiasi cosa su cui non si va d'accordo ed è difficile, se non impossibile, raggiungere una conclusione, faremmo meglio a smettere di parlare del tutto.

Io non ho detto non parlatene piu' io ho domandato mi dite per favore a che conclusione siete arrivati?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 16:09:40
ma che cazzo di esempio fai vale?qui ci starebbe un dipietrista "ma che c'azzecca", con tanto di movimento di mani :rido: :rido: :rido:   quello è calcio, è un altra cosa, è uno sport, è una sfida tra tifoserie e tutta un'altra cosa..qui mica ci sono squadre, stiamo parlando di un cantante che sul suo profilo facebook scrive quello che vuole...si può essere d'accordo o meno, lo si può, anzi lo si deve dire(per me ti dico le frasi sul liga le trovai stupide, queste su Baglioni and co. divertenti), ma basta, senza degenerare in discorsi inutili, riempire pagine e pagine di niente.


ps tu sei libero di scrivere ciò che vuoi, io son libero di giudicare chi cavolo mi pare
;)
Su questo siamo d'accordo. Premesso che per giudicare qualcun'altro bisogna per prima cosa giudicare se stessi, e vedere se non si è inclusi in ciò che andiamo a giudicare, perlomeno per rispetto di se stessi e della propria opinione.
Dal mio punto di vista, credo che anche parlando di calcio si riempono pagine e pagine di discorsi inutili, che a te, essendo appassionato di calcio, non sembrano tali. Per milioni di persone invece lo sono. Il tuo "è tutta un'altra cosa" è il tuo rispettabilissimo punto di vista, non certo una verità oggettiva.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 16:11:32
Solo che parlare di rigore concesso e non concesso significa parlare di calcio e viene fatto nella sezione ATTUALITA' E SPORT, qui si sta parlando di etica in una sezione che si chiama VASCO ROSSI  :ok:

Io non ho detto non parlatene piu' io ho domandato mi dite per favore a che conclusione siete arrivati?
Mi pare che stiamo parlando del comportamento tenuto da Vasco Rossi, delle dichiarazioni di Vasco Rossi. Francamente non mi sento off-topic. Comunque il discorso era un altro.
Per quanto riguarda le conclusioni, francamente io ad un paio di conclusioni sono arrivato. O per essere valide, devono essere per forza condivise, le conclusioni? ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ieri ho sg. mio figlio - Aprile 20, 2012, 16:19:47
io non ho niente da "giudicarmi"...sai perfettamente della mia onestà quando vado a scrivere e spesso a criticare qualcuno e/o qualcosa...non dirmi più una cosa del genere che ti mando a cagare :ok: non accetto da nessuno una cosa del genere, tantomeno da te che ti conosco, e soprattutto mi conosci :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 16:25:09
io non ho niente da "giudicarmi"...sai perfettamente della mia onestà quando vado a scrivere e spesso a criticare qualcuno e/o qualcosa...non dirmi più una cosa del genere che ti mando a cagare :ok: non accetto da nessuno una cosa del genere, tantomeno da te che ti conosco, e soprattutto mi conosci :ok:
Che tu sia onesto non lo metto in dubbio. Che tu abbia valutato per bene ciò che ho detto e quello che significava, un po' meno.
Il tuo discorso sui discorsi inutili, a mio parere, poteva includere molti altri argomenti, comprese molte discussioni calcistiche. Che per te non sono inutili quanto per me non sono inutili tante altre discussioni. Questo perché abbiamo degli interessi diversi. Avere la pretesa di giudicare quali argomenti siano "utili" e quali no, mi pare quanto meno campato in aria. Nonché, questo sì, piuttosto inutile, perlomeno in un forum sul web, dove non è detto che debbano nascere discussioni utili, dacché non ne va certo il destino delle nostre vite.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ieri ho sg. mio figlio - Aprile 20, 2012, 16:32:36
io non ci sto vale a farmi predere per il culo da te...per me la discussione termina qui. :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 16:36:21
io non ci sto vale a farmi predere per il culo da te...per me la discussione termina qui. :ok:
Non mi pare proprio che ti sto prendendo per il culo. Ti sto dicendo la mia opinione come tu hai detto la tua.
Mi dispiace veramente che tu la stia prendendo così.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 20, 2012, 16:45:32
Mi pare che stiamo parlando del comportamento tenuto da Vasco Rossi, delle dichiarazioni di Vasco Rossi. Francamente non mi sento off-topic. Comunque il discorso era un altro.
Per quanto riguarda le conclusioni, francamente io ad un paio di conclusioni sono arrivato. O per essere valide, devono essere per forza condivise, le conclusioni? ;)

No non devi condividerle se non vuoi. Ma io la domanda ve l'ho fatta comunque :risata:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 16:49:33
No non devi condividerle se non vuoi. Ma io la domanda ve l'ho fatta comunque :risata:
Condivise nel senso di unanimi e diffuse, non nel senso di divulgate (effettivamente era un'espressione ambigua, come capita di usarne a volte, e quando capita è bene rispiegarsi meglio): comunque le conclusioni mie personali le ho espresse, qua e là.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 20, 2012, 16:52:57
Volete la conclusione?
Ebbene io vi dò la mia......  anche se qualcuno lo tratta come se fosse il Dio in terra per me Vasco si è bevuto il cervello
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 20, 2012, 17:02:08
Volete la conclusione?
Ebbene io vi dò la mia......  anche se qualcuno lo tratta come se fosse il Dio in terra per me Vasco si è bevuto il cervello

Ecco questa è una conclusione che puo' essere condivisa oppure no.... ma almeno è una CONCLUSIONE :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 20, 2012, 17:03:14
Ecco questa è una conclusione che puo' essere condivisa oppure no.... ma almeno è una CONCLUSIONE :ok:
Mi pare di aver espresso, se non la stessa, un'opinione piuttosto simile in qualche post di questo topic. :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 20, 2012, 17:06:51
Mi pare di aver espresso, se non la stessa, un'opinione piuttosto simile in qualche post di questo topic. :ok:

E va bene. Ma infatti io non sto dicendo nulla.

Siccome ho seguito il discorso e ho anche detto la mia, volevo chiedervi se eravate riusciti dopo tutte queste chiacchiere ad avere una vostra conclusione, se c'era stato qualcosa che vi aveva fatto cambiare o comunque modificare l'idea iniziale oppure no.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: nick_tp - Aprile 20, 2012, 17:52:56
semplicemente si riassume tutto con....Vasco come artista è un genio che riesce sempre a farmi emozionare..come persona è arrogante stronzo e straparla e con tanti difetti(che a me piace anche così visto che mi somiglia anche un pò) :)..wow incredibilie è umano..!...ora dire xke non evita di scrivere quello che pensa visto che lo fa in modo sbagliato e con cose inesatte e si limiti solo a scrivere le canzoni...bè è sbagliato e ipocrità come discorso..scrivi vasco scrivi che io TI leggo e mi diverto.. :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 20, 2012, 18:37:35
Io Vasco dopo queste ultime sparate lo ho rivalutato molto
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: nick_tp - Aprile 20, 2012, 21:31:35
io ho sempre pensato fosse così...pienissimo di difetti...e mi piace molto anche per questo..xke è uno di noi..!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: scottone - Aprile 21, 2012, 10:19:36
io ho sempre pensato fosse così...pienissimo di difetti...e mi piace molto anche per questo..xke è uno di noi..!
:clap: :clap: :clap: :clap:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: IoStoMale - Aprile 21, 2012, 10:26:09
ma esaminiamo cosi per divertissment Esaminiamo bene la parte incriminata..della auto...biografia nella quale si sostiene abbia dato dell'imbecille a Baglioni....
“Eh… Cosa fai, allora, quando incontri un cantante che consideri un perfetto imbecille per le cose che canta? (non è un’offesa alla persona ma al personaggio e alle canzoni che canta.) Quando ti trovi di fianco ad uno che, secondo te, dovrebbe andare a zappare la terra, piuttosto che continuare a frignare stupide canzoni che sono tutte la stessa lagna? Canzoni lagnose che non sopporti, ma non glielo puoi dire certo in faccia. Allora lo guardi solo negli occhi, ma in un certo modo provocatorio ed inequivocabile, aspettando (e sperando!) che abbia almeno una qualsiasi reazione visibile, che dica anche soltanto una parola, per poter scatenare una battaglia dialettica, per fargli qualche battuta cattiva ma sincera, qualche critica impietosa ma oggettiva.”
(qui c’è un punto che interrompe e finisce il discorso. A chi si riferisce non lo dice non fa nomi e cognomi anche perché forse sarebbero più di uno. Ma poi comincia un altro periodo e parla di un personaggio preciso e nominato con il nome Baglioni e del quale comincia da ora in avanti a parlare e giudicare definendolo e raccontando l’esperienza personale di averlo avuto come collega…e non definendolo certo uno qualsiasi avendo preso da lui negli anni ottanta tante batoste e legnate nei numeri, e nei successi, anche se non sulla qualità)
“Quando incontri un Baglioni, insomma, che per te impersona… che per te è l’emblema… delle musichette da sala d’attesa… Con testi che non raggiungono neanche il livello dei peggiori discorsi sul più e sul meno, infarciti dei soliti luoghi comuni, come quelli che si fanno per ammazzare il tempo quando si sta in fila alle Poste o che fanno tra loro le signore dal parrucchiere durante una messa in piega… Lo hai conosciuto agli inizi della sua carriera, quando sembrava la brutta copia di Battisti. Certo… “la tua maglietta fina”… in confronto alle “scarpette rosse”… “Passerotto non andare via”… rispetto a “Dieci ragazze per me”…! O “La mia canzone per Maria”, “La vita è adesso” in confronto a “Emozioni”… Eh, insomma! …Impallidivano un po’! Sarà forse per questo che lo hai preso subito in antipatia…”

V.R. ("Profilo" ufficiale)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 21, 2012, 12:11:03
voi sapete che non darei così spazio ne importanza a un articolo di giornale che parla male di me.  rispondo solo perchè  l'articolo mi da la possibilità di esprimere dei miei concetti importanti che voglio trasmettervi e comunicarvi.
 
Caro Renato Tortarolo sai perché voglio darvi lezioni di vita, perché ve le posso dare. Ma non definirei in modo cosi antipatico e impreciso quello che ho detto. cioè che dopo tutte le esperienze che ho fatto e le consapevolezze che ho raggiunto credo di poter aiutare informare e comunicare quello che so che conosco e che ho imparato sulla mia pelle.
Non voglio dare lezioni di vita a nessuno ma non me ne puoi dare nemmeno nessuna tu.
Io mi sono sempre preso le mie responsabilità e non mi sono mai sottratto dal pagarne le conseguenze. Stai tranquillo che rispondo di quello che dico.
Ma Tu non puoi scrivere una volgare menzogna come quella che ho dato dell’imbecille a Baglioni quando NON  è vero non l’ho fatto e neppure mi sognerei di farlo. E di questo me ne dovrai rendere conto! Se tu avessi letto con attenzione quello che ho scritto avresti potuto constatare  che  non ho mai offeso la persona del divino Claudio ma ho semplicemente espresso le mie opinioni sulla figura artistica e le composizioni. Mi meraviglio di te che conosco e che stimo una persona seria. Ma questa alzata di scudi e tutta questa scandalizzata reazione così nobile e cosi preoccupata per una supposta offesa ad un artista non l’avevo mai vista quando scrivevano di me che ero brutto ebete balordo grezzo buzzuro e tante altre offese, tra l’altro alla persona, non all’artista.
A voi non ve ne frega di niente e di nessuno. Non avete rispetto neanche per  l’informazione onesta e la verità. Siete sempre pronti a sostenere tutto e il contrario di tutto a seconda di quello che vi fa più comodo per vendere più giornali Anche in questa faccenda vi siete proprio comportati come avevo previsto.
Siete dei superficiali lettori distratti  che cercano solo di inventare scoop e di fare del sensazionalismo estrapolando da un racconto di tre pagine che parla di tante cose, un personale giudizio negativo molo particolareggiato e volutamente un po’ esagerato , infiorato condito di paradossali affermazioni da prendere poco sul serio su un artista Claudio Baglioni. indiscusso grande protagonista nel panorama musicale italiano. Certamente uno dei più grandi talenti musicali, amato e adorato da milioni di persone e definito da me cantante per parrucchiere autore di testi della consistenza dei più banali discorsi del più e del meno pieni di luoghi comuni e tante inutili parole.
 
Ma non parlo solo di Baglioni e certamente non per offenderlo. Si tratta di una parte dell’inizio di una autobiografia sincera, molto particolare scritta di getto con un travolgente ritmo e una sensazione di una urgenza di comunicare e che parte dalla testimonianza quasi una telecronaca         
Vi porto nel misterioso e affascinante mondo degli artisti. Vi faccio vivere con noi una delle nostre serate dopo un manifestazione. Vi porto a cena con noi. Vi svelo e cerco di raccontarvi i nostri veri rapporti umani e artistici. Vi parlo di comportamenti ufficiali e ufficiosi. Scherzo e ironizzo su quelli che sarebbero miei colleghi e che considero più amici e conoscenti. Sul clima che c’è tra noi di festa e allegra compagnia, quando ci sembra di conoscerci tutti di essere tutti amici e la piacevole sensazione di rilassamento e di tranquillità che a noi manca sempre quando siamo in pubblico. La gradevole sensazione di appartenenza, ci permette di sentirci liberi di scherzare parlare discutere sparare cazzate, prenderci in giro o poco sul serio. Dirci quello che pensiamo dell’uno e dell’altro senza problemi. di chi ci piace chi non ci piace. Delle canzoni o di calcio. E spesso scontrarci in vere e proprie risse verbali, quando abbiamo idee talmente diverse contrarie e incompatibili su come interpretare e fare questo mestiere. Che arriviamo a considerare che la propria esistenza artistica non possa tollerare né convivere con quella dell’altro talmente diverso da noi come stile forma sostanza motivazioni e senso del proprio lavoro creativo da non considerarsi nemmeno colleghi e arrivare tranquillamente a  sostenere seriamente  che uno dei due dovrebbe morire  (artisticamente naturalmente,) essendo uno la negazione dell’altro.
E poi il racconto procede nel raccontare esperienze motivazioni e urgenze di scrivere le canzoni per comunicare coi propri simili  momenti vita vissuta da artista. E tante altre cose finendo con la scelta spericolata all’inizio degli anni 90 di costruire una famiglia, uscire dallo stupido hotel e cominciare un’altra sfida. quella di riuscire a mantenere l’attività di rock star e costruire una altra storia. Sfida vinta e famiglia mantenuta in piedi a costo di grandi sacrifici per più di vent’anni.  anche per questo non accetto lezioni di morale o di vita da chi non è riuscito nemmeno a mantenere in piedi un matrimonio ha  divorziato e unito a una puledra più giovane e vorrebbe sostenere  di poter mantenere in piedi qualcosa, magari uno stato.
 
Eh no così non va
 
A parte il fatto che Vasco non si è costruito niente come qualsiasi abitante di questo pianeta. Al contrario di quasi tutti gli altri artisti compreso Baglioni che hanno avuto successo quasi subito e sono andati a fare concerti di fronte a pubblici che non vedevano l’ora di poterli ammirare io mi sono fatto anni di gavetta nei locali a prendere insulti mentre scrivevo splendide canzoni che nessuno ascoltava perché un oscuro opinionista di quarta categoria aveva scritto un vergognoso delirante e offensivo  articolo su di me dove senza alcun problema arrivava ad offendere la persona in un modo indegno definendolo brutto ebete  e schifoso. Coniando per la prima volta la definizione di drogato appiccicandogli senza alcun motivo la vergognosa immagine che per sempre lo avrebbe seguito. Decretando cosi quel “pregiudizio” che altri giornalisti molto pigri avrebbero continuato a diffondere facendo copia e incolla  senza nemmeno prendersi la pena di andare a vedere, sentire se era vero che nelle sue canzoni inneggiava alla droga o predicava l’autodistruzione o corrompeva le coscienze dei giovani con un messaggio negativo. Siete riusciti a far diventare Vita Spericolata” lo slogan di  una vita drogata quando nella canzone non c’è il minimo accenno né sottinteso e nemmeno simbolico alla droga. È  un inno alla vita. Una canzone che parla di vita vissuta al massimo piena di avventure e pericolosamente ma non per cercare la morte bensì  per cercare la vita!!
 
Quando a SanRemo ho cantato Vita Spericolata siete riusciti a scrivere solo che barcollavo sul palco, ero inciampato ed ero uscito prima della fine della canzone. 
Avete scritto per anni tante porcherie su di me e sulle mie canzoni da farmi diventare un pericolo pubblico, responsabile della esistenza e della diffusione della droga. Mi avete descritto in un modo tale che la gente non ascoltava nemmeno le mie canzoni perché aveva paura. proibiva ai figli di ascoltarle e di venire ai miei concerti. (mentre li incitava ad andare a quelli di Baglioni) Chi le ascoltava e le amava doveva confessarlo a bassa voce e sentirsi insultato.  Nessun altro artista Baglioni compreso con le sue straordinarie canzonette sarebbe sopravvissuto a una tale campagna promozionale di denigrazione.
Ma le mie erano canzoni straordinarie e quando è nata una nuova generazione che non vi aveva letto e le ha ascoltate senza pregiudizio ha scoperto che non erano affatto pericolose ma erano molto belle!! a quel punto è scoppiata la bolla. E voi siete andati a farvi fottere.
 
 
Un’ultima cosa. Dici addirittura che non è andata esattamente come la racconto la storia del concerto Rock organizzato da Amnesty International per beneficenza. Almeno non nel suo valore simbolico!
E dici il falso. Perché tutto si è svolto nel modo che ho raccontato.
Dici di non credersi meglio di altri riferito a me quando io avevo semplicemente offerto la mia disponibilità prima, in quanto rocker italiano di razza mentre fu Bagliori che scese dall’olimpo e credendosi migliore di tutti propose la Sua candidatura dopo, che fu immediatamente accettata per la sua immagine pulita e divina, dimenticando che non c’entrava niente con lo spirito e il clima della kermesse. E questo fu il suo grande peccato di orgoglio e vanità.
Tu a questo punto per giustificare lui e la sua infausta scelta vorresti ribaltare il discorso arrivando a sostenere delle idiozie tali che mi lasciano di stucco. Dichiari  che un pubblico rock accorso ad un concerto rock che si aspettava del rock, avrebbe dovuto accettare anche  Claudio Baglioni con le sue belle canzoni (in pratica l’antitesi del rock) per non essere “settario”!?.. ma che parole scomodi!! ? o per avere l’umiltà?! Un pubblico? doveva avere l’umiltà? di dire !? va bene a me Baglioni non mi piace ma è qui per un nobile motivo e quindi non gli tiro la bottiglia di birra che ho in mano.   (e potremmo anche parlare della nobiltà di partecipare a un concerto di beneficenza!?)…
Poi dici mi dispiace Vasco ,ma è andata cosi. Quei fans hanno sbagliato.
 
Io credo che tu non sappia nemmeno quello che dici.
Il  pubblico non pensa e non ragiona. O si diverte o non perdona.
E ha tutto il diritto di applaudire o di fischiare chi si mette su un palco ad esibirsi.
Caro il mio Tortarolo questa è la verità e la legge dello spettacolo.
Mi spiace. È Baglioni che ha sbagliato.
 
Con tanto affetto
 
Vasco
 
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 21, 2012, 12:23:14
Ecco che ha spiegato... come avevo detto io precedentemente, non si tratta di INSULTI ma di un RACCONTO DI VITA, che non è ne giusto ne sbagliato, ne educato ne sfacciato... ma semplicemente E' STATO E COSI' VA RACCONTATO...
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: blasco74 - Aprile 21, 2012, 13:18:12
senza offendere alcun collega, vi siete accorti che su tutta questa "autobiografia" ve ne siete altamente sbattuti di tutti i racconti(belli, inediti) di Vasco, fossilizzandovi solo sulla question Baglioni/Litfiba (Minghi non se lo caga nessuno)? io davvero non so più cosa dire/fare...scriviamo pagine su pagine di cazzate..prima col liga, milioni di pagine per una polemica sterile, inutile, stupida, per poi concludere cosa?il nulla, perchè discutete sul nulla...cazzarola metteteci un punto, eccheccavolo non vi annoiate?sembra un forum di etica :rido: :rido: capisco la carenza di argomenti, però è meglio non parlare che parlare del nulla ;)
  :rido:  nemmeno a pagarlo trovi uno che difende minghi....
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 21, 2012, 14:04:18
   :rido:  nemmeno a pagarlo trovi uno che difende minghi....

poraccio :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 21, 2012, 15:48:32
   :rido:  nemmeno a pagarlo trovi uno che difende minghi....

poraccio :rido:

 :rido:  :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 24, 2012, 17:06:19
povero Minghi... e' un poeta incompreso :hitler: alcune canzoni ( due che io conosco) sono bellissime :hitler: ....

si ci siamo un po' fossilizzati sulle informazioni che Vasco ci ha dato riguardo ai suoi colleghi/amici  :sisi:  ... mi aspetto un po' di racconti che si incentrino su di lui, su alcune particolarita' della sua vita magari che ancora non ci ha raccontato senza soffermarsi su artisti vari... tanto i sassoletti che si voleva levare penso li abbia tolti no  :hihih: :hihih: :hihih: :hihih:



Dai Vasco....rivelaci cose che nessuno sa' di te  :heavy:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 17:08:38
povero Minghi... e' un poeta incompreso :hitler: alcune canzoni ( due che io conosco) sono bellissime :hitler: ....

si ci siamo un po' fossilizzati sulle informazioni che Vasco ci ha dato riguardo ai suoi colleghi/amici  :sisi:  ... mi aspetto un po' di racconti che si incentrino su di lui, su alcune particolarita' della sua vita magari che ancora non ci ha raccontato senza soffermarsi su artisti vari... tanto i sassoletti che si voleva levare penso li abbia tolti no  :hihih: :hihih: :hihih: :hihih:



Dai Vasco....rivelaci cose che nessuno sa' di te  :heavy:

http://www.youtube.com/watch?v=Z3nWBocJF3I  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 24, 2012, 17:13:13
http://www.youtube.com/watch?v=Z3nWBocJF3I  ;)

http://www.youtube.com/watch?v=a6sIaqPjV0k (http://www.youtube.com/watch?v=a6sIaqPjV0k)
a me piace questa lele  :delusa:



Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 17:16:01
http://www.youtube.com/watch?v=a6sIaqPjV0k (http://www.youtube.com/watch?v=a6sIaqPjV0k)
a me piace questa lele  :delusa:





non mi piace  :delusa: :rido:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 24, 2012, 17:43:10
a me di minghi piace 1950, ma solo quella però  :sisi:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ieri ho sg. mio figlio - Aprile 24, 2012, 18:12:36
intanto oggi il Tg2 ha risposto a Vasco......
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 19:04:05
intanto oggi il Tg2 ha risposto a Vasco......

cosa hanno detto ?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 19:09:55
Ho visto il servizio ... gran bella risposta da parte del tg2  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: bLaScO_93 - Aprile 24, 2012, 19:24:51
come hanno risposto??
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 24, 2012, 20:40:16
intanto oggi il Tg2 ha risposto a Vasco......
cosa hanno detto ?
Ho visto il servizio ... gran bella risposta da parte del tg2  ;)
come hanno risposto??

no ma vi prego tenetevelo per voi  :hihih: :hihih: :hihih: :hihih: :hihih: :hihih:

che hanno dettoooooooooo :hitler: :hitler: :hitler: :hitler:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 20:47:37
Tra poco Vasco su tg2  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 24, 2012, 20:58:30
Oooo cosa hanno detto?
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 21:00:42
Ennesima figuraccia di Vasco  :rido: :rido:

In pratica hanno spiegato che loro non hanno mai detto che Vasco ha scritto "imbecille" a Baglioni  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 24, 2012, 21:04:08
non hanno tutti i torti...alla fine hanno riportato ciò che ha scritto vasco... :sisi:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 24, 2012, 21:05:04
Non ho capito!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 21:07:39
non hanno tutti i torti...alla fine hanno riportato ciò che ha scritto vasco... :sisi:

Chiaramente questo servizio (il tg 2 ) l'ha fatto per sputtanare Vasco , questo è poco ma sicuro  ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 24, 2012, 22:57:17
Chiaramente questo servizio (il tg 2 ) l'ha fatto per sputtanare Vasco , questo è poco ma sicuro  ;)
Povera italia :svengo:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 24, 2012, 23:50:49
Povera italia :svengo:

hanno ragione scusa  ;) ;)

Vasco ha accusato il tg per una cosa mai accaduta  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ferra - Aprile 25, 2012, 11:06:00
Beh al di là che ritengo che Vasco ultimamente su facebook dica una fesseria via l'altra il fatto che i TG NAZIONALI PAGATI CON IL CANONE RAI, spendano una notizia su quello che dica Vasco è veramente IMBARAZZANTE!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: antobe91 - Aprile 25, 2012, 12:05:50
Beh al di là che ritengo che Vasco ultimamente su facebook dica una fesseria via l'altra il fatto che i TG NAZIONALI PAGATI CON IL CANONE RAI, spendano una notizia su quello che dica Vasco è veramente IMBARAZZANTE!

beh e gli inviati speciali dalla russia germania e regno unito quando nasce un orsetto in uno zoo dove li metti? :sisi: :rido:


 :ot:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 25, 2012, 15:26:32
Beh al di là che ritengo che Vasco ultimamente su facebook dica una fesseria via l'altra il fatto che i TG NAZIONALI PAGATI CON IL CANONE RAI, spendano una notizia su quello che dica Vasco è veramente IMBARAZZANTE!

vabbè ferra, vasco li aveva tirati in ballo, era pure logico che gli rispondessero  :ok:
sulla risposta, sono d'accordo: secondo me qui vasco ha un pò esagerato a chiedere le scuse (scritte per giunta: in fondo mica lo hanno insultato! :ok:). se proprio quelli del tg2 hanno detto qualcosa di inesatto, bastava una rettifica e finiva lì  :ok:
 
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vasconvolto_vdr - Aprile 25, 2012, 19:33:29
Beh al di là che ritengo che Vasco ultimamente su facebook dica una fesseria via l'altra il fatto che i TG NAZIONALI PAGATI CON IL CANONE RAI, spendano una notizia su quello che dica Vasco è veramente IMBARAZZANTE!
Ma perché il TG2 è un telegiornale? Quella di Vasco è quasi una delle notizie più utili: di solito metà del tempo è impiegata per parlare di "notizie strambe" come la signora del Paraguay che adotta 66 gatti... manco fosse il GTRagazzi :delusa:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 26, 2012, 07:45:04
hanno ragione scusa  ;) ;)

Vasco ha accusato il tg per una cosa mai accaduta  :ok:

estica..... cioe' parliamo del TG nazionale, mica di un canale di musica.
Ci sono sezioni a posta per parlare di questo.

comunque, volevano fare ascolti... bravi, tanto a questo servono questi servizi ..... mica per davvero a qualcuno che non sia interessato all argomento frega qualcosa di quello che scrive il Sig. Rossi  :caffè:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ferra - Aprile 26, 2012, 08:27:59
vabbè ferra, vasco li aveva tirati in ballo, era pure logico che gli rispondessero  :ok:
sulla risposta, sono d'accordo: secondo me qui vasco ha un pò esagerato a chiedere le scuse (scritte per giunta: in fondo mica lo hanno insultato! :ok:). se proprio quelli del tg2 hanno detto qualcosa di inesatto, bastava una rettifica e finiva lì  :ok:
 

Non vado mai sul facebook di vasco perchè mi fa pena. Leggo quello che c'è scritto qui! Quindi io i video con gli occhiali da pirla evito di vederli. Ho smesso da un pò!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 29, 2012, 02:14:39
(Quinto Capitolo)
(un altro punto di vista)
 
 
Comincia con Albachiara ….. ritratto delicato e romantico di una adolescente che “con una mano si sfiora” nel 78….rompe un tabù, spara una bordata al perbenismo ipocrita ed apre in un modo straordinariamente dirompente….provocatorio…la produzione artistica del più grande unico sconvolgente vero fenomeno musicale  italiano!
 
Nel secondo album arriva Colpa d’Alfredo una straordinaria rottura con il linguaggio politically correct della musica leggera e impegnata dichiarando un “è andata a casa con il negro la troia” che lascia di stucco.
 
Poi arriva  Alibi chiara e ironica critica alla totale incapacità investigativa della polizia….
 
Asilo Republik feroce e ironico atto d’accusa e allegorica rappresentazione di uno dei fatti più vergognosi dell’inizio degli anni di piombo quando in seguito alle bombe di piazza fontana le indagini presero subito una direzione unica ed esclusiva nei confronti degli ambienti anarchici e l’ anarchico Pinelli arrestato durante un drammatico interrogato in questura fini per volare giù dalla finestra….mentre il  l’ufficiale non era presente nella stanza…e mai si è saputo come sia successo….
 
 
Nell’ottantuno arriva 
Siamo Solo Noi”, una canzone che diventa un inno generazionale. La risposta alle generazioni precedenti da parte di una generazione considerata stupida vuota e sbandata solo perché andava in discoteca invece che ai cinema d’essai. Perché non credeva più nei sogni e negli ideali degli anni settanta e cercava di sopravvivere al vuoto più totale che si era creato, alla cultura dei paninari, alla Milano da bere e al questione  morale che la politica non riusciva a risolvere. E continuava allegramente a farsi finanziare da soldi neri…e potenze mondiali e corruzione
 
Poi arriva “ogni volta” che sarebbe come la “certe notti” di Ligabue ….tra il roxy bar e il bar mario
 
E  La NOIA. È strano ma per noi sai tutto l’Infinito…FINISCE QUI!
Una sintesi straordinaria della condizione umana servita come una frase da bacio perugina. Del resto quello è il linguaggio corrente….quello dei baci perugina e questa è la e la straordinaria capacità di Vasco capace di usare qualsiasi linguaggio, semplice e superficiale …. Per comunicare concetti di una profondità straordinaria.  Anche il linguaggio della pubblicità dei tempi intellettual - radicalschic figlio degli anni settanta  che vuole farsi ricercato più profondo e alto del la pancia non c’è più  e si presenta con un “chi vespa mangia le mele”  viene utilizzato senza pudori o falsi intellettualismi da un ironico e amaro Vasco che ricorda che chi non vespa più e si fa le pere…….
 
 
Bollicine
capolavoro di provocazione e denuncia durissima contro la pubblicità e i suoi disvalori le sue menzogne e le sue false promesse. La sua continua  creazione di falsi bisogni ed infine la cosa più importante  la vera causa del crollo di tutti i valori … bevi la coca cola che ti fa bene…che ti fa digerire…con tutte quelle bollicine!!! Certo le bollicine sono anche quelle delle droghe che diventano sempre più presenti nella vita degli adolescenti sotto gli occhi assonnati e distratti dei genitori depressi dal crollo dei loro ideali e dalla travolgente pubblicità che promette uomini che non devono chiedere mai e che sono protagonisti con una bottiglia di coca….cola in mano…. Già COCA…cola!!!                         
Che nome ambiguo eppure ormai così familiare.
 
A questo punto esce un capolavoro assoluto. Quello che non tutti gli artisti hanno la fortuna di fare.
 
La sintesi di tutta una carriera.
"Voglio una vita spericolata"...quella che vogliono tutti.
Che si stampa nel firmamento delle canzoni più importanti del secolo
Canzone che esalta la vita vissuta pienamente, avventurosa e rischiosa ma che non muore mai……fraintesa e avvilita dal pregiudizio nato grazie dall’articolo di un oscuro giornalista bigotto che conia il termine di DROGATO per definire musica e artista.     
 
 Il tempo di chiedersi cosa succede in città….non c’è più religione…che confusione….
 
Che finito un discorso. Finita una carriera finita anche la vita pensava l’artista…quando si sveglia dopo due anni di coma farmacologico….deve essere stato difficile ricominciare a scrivere una canzone. Infatti il silenzio dura tre anni.
Poi
Il miracolo
Comincia la seconda fase della storia di vasco rossi
 
C’è chi dice no.
Si ricomincia di brutto e ancora più provocatori Una chiara dichiarazione di guerra allo svilimento della persona e dell’uomo considerato e valutato solo in base al grado di corruttibilità e mancanza di dignità. Ci si vende per quattro soldi…. E si considera furbo il ladro e coglione l’onesto.
 
Liberi Liberi …..Arriva la consapevolezza  la presa di coscienza che essere liberi e non sapere da che cosa o per che cosa…essere liberi è un bel problema…essere liberi non è facile e comporta delle scelte. Difficili.
 
Con  “Gli spari sopra” si conclude definitivamente il discorso con quelli che hanno pelo sullo stomaco e tengono la testa bassa…sotto gli spari….
 
Poi arriva
STUPENDO
 
un gran bel film
e Sally
 
siamo soli
stupido hotel
 
UN SENSO
 
Basta poco
 
Vivere o niente
 
Il Manifesto della Nuova Umanità
 
e
 
I soliti.
 
 
Questo è Vasco Rossi!
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vascomin - Aprile 29, 2012, 02:18:14
Racconto senza senso  :delusa:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Army_blasco - Aprile 29, 2012, 02:36:49
concordo
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 29, 2012, 10:30:58
(sesto capitolo)

 

 

Quella volta che andai a Sanremo. Fu Ravera che mi invitò. Mi aveva dato un premio credo  a Riva del Garda non ricordo bene e mi disse ” tu devi venire al festival di Sanremo”. Lo guardai esterrefatto e gli dissi ma stai scherzando? Io sono un rocker cosa c’entro con la canzone i fiori e le rose. Lui mi guardò e mi disse “tu hai bisogno di una platea nazionale”…ma posso venire a fare quello che mi pare?”- lui disse: “tu vieni e fai quello che vuoi!”. Allora pensai…bene! MI ricordavo di Antoin?! (quello che cantava se sei bello ti tirano le pietre se sei brutto ti tirano le pietre)…faccio come lui…vado là a fare il matto con una canzone pazzesca e per farmi notare da tutti nel bene e nel male. Perché San Remo lo guardano tutti chi per ridere e chi per piangere. Quelli che lo avrebbero guardavano per ridere si sarebbero divertiti e gli altri si sarebbero scandalizzati ma,  mi avrebbero notato tutti!! Guido non era d’accordo perchè pensava che mi sarei rovinato l’immagine del rocker e io pensavo che se fossi riuscito a farmi notare  da tutta l’Italia sarebbe stato un grande colpo. Guido non mi accompagnò e andai da solo. Cominciai a pensare alla canzone mentre in macchina con Fini guardavamo un tramonto dal monte Questiolo e pensavamo ai nostri amici che erano partiti per una vacanza il Messico e noi eravamo rimasti a casa. Ci avevano mandato una cartolina con scritto. “costa come li”

 Mentre con la chitarra scherzavo e cantavo vado in messico vado in messico vado a gonfie vele. Fini si sveglia un attimo dal suo solito letargo e dice “vado al massimo”!...poi si riaddormenta.  mi viene l’illuminazione. Vado al massimo vado massimo vado a gonfie vele….e poi giù tuto il resto voglio vedere come va a finire…meglio rischiare che diventare come quel “tale” che scrive sul giornale. E qui mi toglievo la soddisfazione finalmente di rispondere a quel meschino di Salvalaggio pace all’anima sua  che l’anno prima aveva scritto un articolo su di me talmente offensivo e talmente violento nell’attaccarmi per distruggermi offendendomi personalmente, dandomi del brutto ebete drogato. Privo di qualunque talento capace solo di barcollare su di un palco farfugliando, con occhiali fumè da zombie. Uno che  inneggiava alla droga e allarmato metteva quindi in guardia dall’ascoltare le mie canzoni portatrici di un messaggio pericoloso in grado di corrompere le coscienze dei giovani.   

MI appiccicò così  quel “pregiudizio” che tutti gli altri giornalisti molto pigri avrebbero continuato a diffondere per anni, facendo copia e incolla,  senza nemmeno prendersi la briga di andare a vedere, sentire se era vero che nelle mie canzoni inneggiavo alla droga o predicavo l’autodistruzione.

 

Quando arrivai a Sanremo nel 1982 ed entrai nel retropalco del mitico Ariston pieno di tutti gli artisti che avevo sempre in televisione…mi sembrava di essere al cinema!..Li guardavo e mi sentivo talmente lontano da loro, dalle loro preoccupazioni per i loro vestiti e per le loro canzoni…per come le avrebbero cantate, per il loro sogno …. di vincere Sanremo!... …mi sembravano tutti dei ragazzini che giocavano…mentre io non scherzavo un cazzo!

Io non potevo tornare indietro. Non mi fregava niente di vincere o di avere il vestito più bello..

io volevo farmi notare da tutti!!...quella era la cosa più importante da fare!

 

Ce la misi tutta per riuscirci…a metà della canzone presi il microfono in mano e mi lanciai verso il pubblico mentre red ronnie li sotto con i giornalisti mi incitava. Alla fine della canzone mi resi conto che avrei dovuto infilare il microfono dentro l’asta e centrare con un solo colpo, un movimento deciso che sarebbe stato piuttosto difficile eseguire. Quindi pensai di mettermi il microfono in tasca e portarlo al cantante seguente. A un certo punto il filo del microfono finì e strappo via il microfono dalla mia tasca. Io non mi voltai e non feci una piega. se fossi tornato indietro a raccoglierlo avrei dato al pubblico la sensazione di uno sfigato che aveva fatto cadere un microfono…mentre andandomene via , senza girarmi, sarei stato una VERA Rockstar.

Direi una notevole differenza per presentarsi a un pubblico.

Quella  fu la mossa vincente. Forse se fossi tornato indietro oggi non sarei qua.

 

Tra parentesi nessuno aveva notato la epocale svolta che aveva fatto il Festival di SanRemo e Ravera nel bocciare e non mandare in finale il grande e mitico Claudio Villa e mandare in finale Vasco Rossi! Un fatto che decretava il cambio di un’epoca!! anche questa è sfuggita a tutti i critici musicali e non….ne ho mai sentito parlare da nessuno!!!!

 

L’anno dopo Ravera giustamente voleva che ripartecipassi al festival. Glielo dovevo per riconoscenza. Ma io gli rispondevo che non potevo tornare. Perché fare una volta il matto è un conto farlo due non è più divertente. Non ci sarei più andato. Poi a settembre nacque “Vita Spericolata”! una canzone straordinaria. La canzone della mia vita. Una canzone storica. Una canzone talmente bella. Quella si che potevo andare a cantarla di fronte a quella platea ingessata come il mio più grande sberleffo. E non vedevo l’ora di andarci…

 

Il resto è storia, ma il “pregiudizio”era talmente forte che  Quando a SanRemo ho cantato Vita Spericolata la stampa e la tivu sono riusciti a scrivere solo che barcollavo sul palco, ero inciampato ed ero uscito prima della fine della canzone.

 

Sono riusciti a far diventare Vita Spericolata” lo slogan di  una vita drogata quando nella canzone non c’è il minimo accenno né sottinteso e nemmeno simbolico alla droga. È  un inno alla vita. Una canzone che parla di vita vissuta al massimo, piena di avventure e pericolosamente ma non per cercare la morte bensì  per cercare la vita!

 

Avete scritto per anni tante porcherie su di me e sulle mie canzoni da farmi diventare un pericolo pubblico, responsabile della esistenza e della diffusione della droga. Mi avete descritto in un modo tale che la gente non ascoltava nemmeno le mie canzoni perché aveva paura. proibiva ai figli di ascoltarle e di venire ai miei concerti. (mentre li incitava ad andare a quelli di Baglioni) Chi le ascoltava e le amava doveva confessarlo a bassa voce e sentirsi insultato.  Nessun altro artista Baglioni compreso con le sue straordinarie canzonette sarebbe sopravvissuto a una tale campagna promozionale di denigrazione.

Ma le mie erano canzoni straordinarie e quando è nata una nuova generazione che non vi aveva letto e le ha ascoltate senza pregiudizio ha scoperto che non erano affatto pericolose ma erano molto belle!! a quel punto è scoppiata la bolla. E voi siete andati a farvi fottere.

 

 
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Dix88 - Aprile 29, 2012, 10:34:09
Apparte il fatto che queste cose ce le ha già dettemolte volte ... non capisco il motivo di tutto questo livore...insomma ormai vasco è stato apprezzato da tutti e osannato...è il più grande quindi non vedo il motivo per continuare ad essere risentito per critiche che sono state fatte molti anni fa...Ormai si è levato ogni tipo di soddisfazioe e gli sono stati dati molti meriti da un po tutte le parti...Ormai vasco è apprezzato da tutti non ha più bisogno di mandare a farsi fottere nessuno.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: vedraichevitavedrai - Aprile 29, 2012, 13:11:05
Be' forse fino a adesso tutte queste cose ci sono state dette da bocche/mani diverse da quelle di Vasco Rossi in persona ;)
Quando usci la versione di Vasco e' stato criticato perché ci aveva venduto un libro facendolo passare per un'autobiografia e invece erano solo pensieri, i suoi pensieri. Ora e' come se ci stia dicendo volevate l'autobiografia bene ve la scrivo pero' poi non vi lamentate che sono cose che già sapete perché tutto quello che già avete letto in passato e' la mia storia e' la mia verità quindi non troverete nulla di diverso :ok:
Insomma "NON MI SONO MAI NASCOSTO"... questo ci sta dicendo ;)
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 29, 2012, 13:14:04
ma anche quando racconta cio' che ha vissuto e da libero sfogo a qualche suo pensiero dobbiamo rompergli l anima..... veramente dai.
lasciamolo scrivere nel modo che conosce e lasciamolo libero di sfogarsi, si vede che ha bisogno di parlare  ;)


non mi sembra sia stato offensivo con nessuno qui......
se e' noioso perche' molte cose gia' le sapevamo ok usciranno altre chicche  :hihih:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 29, 2012, 19:34:52
ma anche quando racconta cio' che ha vissuto e da libero sfogo a qualche suo pensiero dobbiamo rompergli l anima..... veramente dai.
lasciamolo scrivere nel modo che conosce e lasciamolo libero di sfogarsi, si vede che ha bisogno di parlare  ;)


non mi sembra sia stato offensivo con nessuno qui......
se e' noioso perche' molte cose gia' le sapevamo ok usciranno altre chicche  :hihih:

 :onorato: concordo
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: maximus86 - Aprile 29, 2012, 19:35:45
Be' forse fino a adesso tutte queste cose ci sono state dette da bocche/mani diverse da quelle di Vasco Rossi in persona ;)
Quando usci la versione di Vasco e' stato criticato perché ci aveva venduto un libro facendolo passare per un'autobiografia e invece erano solo pensieri, i suoi pensieri. Ora e' come se ci stia dicendo volevate l'autobiografia bene ve la scrivo pero' poi non vi lamentate che sono cose che già sapete perché tutto quello che già avete letto in passato e' la mia storia e' la mia verità quindi non troverete nulla di diverso :ok:
Insomma "NON MI SONO MAI NASCOSTO"... questo ci sta dicendo ;)

 :onorato: :onorato: concordo ancora di più
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 30, 2012, 11:35:40
stavo vedendo che con il 6° capitolo si spiega il perchè all'inizio aveva criticato baglioni, minghi... perchè a differenza sua, non sono mai stati artisti "scomodi"... insomma, li ha presi a simbolo di quella società perbenista e ipocrita che lui tanto critica, per contrapporli a sè stesso.
ha detto "da una parte c'ero io, il cattivo maestro, che le mamme proibivano ai loro figli di ascoltare e andare ai concerti, e dall'altra c'era gente come baglioni e minghi, con le loro canzonette leggere, che di certo non avevano di questi problemi..."
ma poi secondo me vasco ha preso a esempio loro, perchè sono i più conosciuti, "popolari" se vogliamo, ma avrebbe potuto benissimo fare tanti altri esempi.
quindi, come vedete, vasco non ha offeso proprio nessuno, ha solo criticato un modo di vedere le cose a lui non congeniale, come ha sempre fatto del resto :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: gmasi1971 - Aprile 30, 2012, 11:42:02
stavo vedendo che con il 6° capitolo si spiega il perchè all'inizio aveva criticato baglioni, minghi... perchè a differenza sua, non sono mai stati artisti "scomodi"... insomma, li ha presi a simbolo di quella società perbenista e ipocrita che lui tanto critica, per contrapporli a sè stesso.
ha detto "da una parte c'ero io, il cattivo maestro, che le mamme proibivano ai loro figli di ascoltare e andare ai concerti, e dall'altra c'era gente come baglioni e minghi, con le loro canzonette leggere, che di certo non avevano di questi problemi..."
ma poi secondo me vasco ha preso a esempio loro, perchè sono i più conosciuti, "popolari" se vogliamo, ma avrebbe potuto benissimo fare tanti altri esempi.
quindi, come vedete, vasco non ha offeso proprio nessuno, ha solo criticato un modo di vedere le cose a lui non congeniale, come ha sempre fatto del resto :ok:

Ribadisco che non è tanto il fatto delle offese su Baglioni e affini (che ci sono state), quanto le cose NON VERE E INESATTE che ha detto in proposito.
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 30, 2012, 16:41:38
non ne posso più che ogni scusa è buona per dire che vita spericolata non accenna alla droga ma ad una vita vissuta intensamente
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 30, 2012, 17:10:21
non ne posso più che ogni scusa è buona per dire che vita spericolata non accenna alla droga ma ad una vita vissuta intensamente

VOGLIO UNA VITA MALEDUCATA
DI QUELLE VITE FATTE FATTE COSI'
VOGLIO UNA VITA CHE SE NE FREGA
CHE SE NE FREGA DI TUTTO SI'
VOGLIO UNA VITA CHE NON E' MAI TARDI
DI QUELLE CHE NON DORMO MAI
VOGLIO UNA VITA DI QUELLE CHE NON SI SA MAI
E POI CI TROVEREMO COME LE STAR
A BERE DEL WHISKY AL ROXY BAR
O FORSE NON C'INCONTREREMO MAI
OGNUNO A RINCORRERE I SUOI GUAI
OGNUNO COL SUO VIAGGIO
OGNUNO DIVERSO
E OGNUNO IN FONDO PERSO
DENTRO I CAZZI SUOI
VOGLIO UNA VITA SPERICOLATA
VOGLIO UNA VITA COME QUELLE DEI FILM
VOGLIO UNA VITA ESAGERATA
VOGLIO UNA VITA COME STEVE MCQUEEN
VOGLIO UNA VITA CHE NON E' MAI TARDI
DI QUELLE CHE NON DORMI MAI
VOGLIO UNA VITA, LA VOGLIO PIENA DI GUAI

E POI CI TROVEREMO COME LE STAR
A BERE DEL WHISKY AL ROXY BAR
OPPURE NON C'INCONTREREMO MAI
OGNUNO A RINCORRERE I SUOI GUAI
OGNUNO COL SUO VIAGGIO
OGNUNO DIVERSO
E OGNUNO IN FONDO PERSO
DENTRO I CAZZI SUOI

... voglio una vita in cui faccio di testa mia, sbaglio, mi butto, decido e rompo le palle a tutti..... poi se mi drogo per sballarmi  non c'e' scritto ma e' soggettivo penso no......


Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: ogni_volta - Aprile 30, 2012, 18:22:34
secondo me gli unici punti a cui uno si può attaccare sono VIAGGIO e PERSO, che però sono anch'essi controversi secondo me... :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: anymore.blu - Aprile 30, 2012, 18:35:49
si si ma ci puo' stare... perche' la vita sregolata e' sempre e solo associata ad uno sballo di alcool e droga.... ma solo perche' cosi' si deve pensare  :ok:
Titolo: Re: "L'Altra Autobiografia"
Inserito da: Ginx xx - Aprile 30, 2012, 23:14:29
VOGLIO UNA VITA MALEDUCATA
DI QUELLE VITE FATTE FATTE COSI'
VOGLIO UNA VITA CHE SE NE FREGA
CHE SE NE FREGA DI TUTTO SI'
VOGLIO UNA VITA CHE NON E' MAI TARDI
DI QUELLE CHE NON DORMO MAI
VOGLIO UNA VITA DI QUELLE CHE NON SI SA MAI
E POI CI TROVEREMO COME LE STAR
A BERE DEL WHISKY AL ROXY BAR
O FORSE NON C'INCONTREREMO MAI
OGNUNO A RINCORRERE I SUOI GUAI
OGNUNO COL SUO VIAGGIO
OGNUNO DIVERSO
E OGNUNO IN FONDO PERSO
DENTRO I CAZZI SUOI
VOGLIO UNA VITA SPERICOLATA
VOGLIO UNA VITA COME QUELLE DEI FILM
VOGLIO UNA VITA ESAGERATA
VOGLIO UNA VITA COME STEVE MCQUEEN
VOGLIO UNA VITA CHE NON E' MAI TARDI
DI QUELLE CHE NON DORMI MAI
VOGLIO UNA VITA, LA VOGLIO PIENA DI GUAI

E POI CI TROVEREMO COME LE STAR
A BERE DEL WHISKY AL ROXY BAR
OPPURE NON C'INCONTREREMO MAI
OGNUNO A RINCORRERE I SUOI GUAI
OGNUNO COL SUO VIAGGIO
OGNUNO DIVERSO
E OGNUNO IN FONDO PERSO
DENTRO I CAZZI SUOI

... voglio una vita in cui faccio di testa mia, sbaglio, mi butto, decido e rompo le palle a tutti..... poi se mi drogo per sballarmi  non c'e' scritto ma e' soggettivo penso no......



si ma non ne posso più ogni occasione è buona per dirlo