News:


+ Vasco Rossi Forum |Vascoforever.it » Tutto Vasco Rossi » Vasco Rossi » Vasco sul web
|-+ Vasco su Facebook appoggia i lavoratori della Ims

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


Autore Topic: Vasco su Facebook appoggia i lavoratori della Ims  (Letto 9505 volte)

ogni_volta

  • Rock Sotto L'Assedio Member

  • Offline
  • *******

  • 3023
Re: Vasco su Facebook appoggia i lavoratori della Ims
« Risposta #15 il: Dicembre 27, 2011, 19:44:22 »
concordo, con itunes  puoi acquistare una singola canzone che ti interessa a pochissimo, non sei costretto a comprare tutto l album, e' un buon modo contro la pirateria ma di conseguenza togli lavoro a tutta un altra "catena" come per esempio chi stampa le copertine.

un cd non e' un bene di consumo primario, c'e' tutto un lavoro dietro, e quindi spese.
poi che i prezzi siano troppo alti questi e' anche vero, ma alla fine per un prodotto che interessa, chi puo' ovviamente lo preferisce confezionato e spende quello che viene chiesto.

chi lavora per vasco ha preferito mettere le tracce con l album su itunes, se avessero scelto di pubblicare il live in cartoncino a 6.99€ avrebbero vinto  :ok: perche' e' un prezzo giusto per il tipo di prodotto.




allora, a parte che secondo me vasco non ha tolto poi tutto sto lavoro alla ims (un singolo e un mini album, che non sono in niente in confronto a tutti i dischi di vasco che la ims ha stampato...), ma poi io resto convinto che itunes sia il male minore e che la colpa maggiore sia dei prezzi dei dischi.
che se sono alti, cara any, non è solo per le "spese", ma anche perchè ci sono tutta una serie di ricarichi dettati da chi su quel disco ci vuole mangiare e contromangiare.
per cui io sono convinto che se le case discografiche, gli artisti e compagnia bella cominciassero a darsi una regolata su quest'ultimo aspetto e si cominciasse a far pagare i cd non dico a prezzo di costo ma a prezzi molto simili a quelli di itunes, problemi come quello della ims, ma anche la pirateria e simili scomparirebbero :ok:
E' vero che...IO VIVO SOLO PER TE!!!!!!!

ieri ho sg. mio figlio

  • Utente Storico
  • Rock Sotto L'Assedio Member

  • Offline
  • *****

  • 3817
Re: Vasco su Facebook appoggia i lavoratori della Ims
« Risposta #16 il: Dicembre 27, 2011, 20:13:16 »
il problema è che credo si sia entrati in un giro senza uscita...i prezzi alti dei cd invitano la gente a comprarne sempre meno e a scaricare "illegalmente"(itunes come dice giustamente fabio è il minor problema,fa concorrenza alle case discografiche legalmente,e quindi se posso comprare un cd a prezzo minore,se non sono collezionista,perchè non farlo?)...se nessuno compra cd,le case discografiche sono "costrette" ad aumentare il prezzo,cosi ci saranno sempre meno persone che comprano cd e cosi via...non so come se ne possa uscire...da "ignorante" immagino che le case discografiche potrebbero vederla a lungo termine la cosa,ovvero da oggi faccio pagare meno i cd,che ne so metto tetto max 10euro,magari nei primi anni guadagno poco,ma magari a prezzi relativamente bassi ci saranno più compratori e fra qualche tempo ci sarà guadagno..

anymore.blu

  • Moderatore
  • Fronte Del Palco Member

  • Offline
  • *****

  • 48205
  • Testo personale
    Un minuto un età...
Re: Vasco su Facebook appoggia i lavoratori della Ims
« Risposta #17 il: Dicembre 28, 2011, 12:42:50 »
non ho idea di quanto si spenda per confezionare un cd ben fatto ..... e quanto ci guadagnano sopra......
che sono cari e' certo per le mie tasche  :ok:



che itunes toglie lavoro anche  :ok:
...
La combriccola è un gruppo di amici...i migliori di sempre...quelli che ci sono nonostate tutto...quelli che ci sono SEMPRE....anche a distanza...quelli che ci puoi contare davvero...quelli che non ti lasciano mai da sola... :mucca:


Siete il posto più bello dove essere se stessi... Vale :carino:
Senti Che Bel Rumore...

ferra

  • Utente Storico
  • C'è Chi Dice No Tour Member

  • Offline
  • *****

  • 1163
Re: Vasco su Facebook appoggia i lavoratori della Ims
« Risposta #18 il: Gennaio 05, 2012, 11:47:30 »
il problema è che credo si sia entrati in un giro senza uscita...i prezzi alti dei cd invitano la gente a comprarne sempre meno e a scaricare "illegalmente"(itunes come dice giustamente fabio è il minor problema,fa concorrenza alle case discografiche legalmente,e quindi se posso comprare un cd a prezzo minore,se non sono collezionista,perchè non farlo?)...se nessuno compra cd,le case discografiche sono "costrette" ad aumentare il prezzo,cosi ci saranno sempre meno persone che comprano cd e cosi via...non so come se ne possa uscire...da "ignorante" immagino che le case discografiche potrebbero vederla a lungo termine la cosa,ovvero da oggi faccio pagare meno i cd,che ne so metto tetto max 10euro,magari nei primi anni guadagno poco,ma magari a prezzi relativamente bassi ci saranno più compratori e fra qualche tempo ci sarà guadagno..

Personalmente credo che 20-30 euro per un CD di 10 canzone fatte bene non sia tanto. E' un prodotto artistico e come tale ha alle spalle l'inventiva e l'abilità di musicisti con anni di studio.

Ben diverso il discorso se su 10 canzoni un paio sono accettabili (quelle per intenderci che passano in radio) e le altre 8 sono delle schifezze messe li per fare un album.

Come mai nessuno si scandalizza per delle mutande che costano 20 euro perchè sono firmate? E chissà come mai nella moda (ABOBINEVOLE) di far vedere la striscia delle mutande fuori dai calzoni le mutande sono FONDAMENTALI e tutti i rgazzini di 15-20 anni le hanno? Non è lo stesso costo del CD? Per prendere delle mutande non mancano i soldi?

Io credo che innanzi tutto i dischi dovrebbero essere di qualità. Se i dischi sono di qualità la gente li compra ancora. Per me è proprio un periodo in cui la musica in generale non produce nulla di eclattante per cui vende poco. Solo il fatto che ci si attacca ai reality che sfornano cantanti ogni tre per due dal valore mediocre ne è un esempio. Guarda caso VivereONiente, venduto a un prezzo medio (20 euro circa), e un prodotto che rispetto alla produzione del Vasco è mediocre ma rispetto alla produzione italiana attuale è un capolavoro ha venduto bene. Idem Ligabue o Grignani ecc...
EGOISTA CERTO... PERCHE' NO?

Army_blasco

  • Utente Storico
  • Rock Sotto L'Assedio Member

  • Offline
  • *****

  • 3912
Re: Vasco su Facebook appoggia i lavoratori della Ims
« Risposta #19 il: Gennaio 05, 2012, 16:58:16 »
Personalmente credo che 20-30 euro per un CD di 10 canzone fatte bene non sia tanto. E' un prodotto artistico e come tale ha alle spalle l'inventiva e l'abilità di musicisti con anni di studio.

Ben diverso il discorso se su 10 canzoni un paio sono accettabili (quelle per intenderci che passano in radio) e le altre 8 sono delle schifezze messe li per fare un album.

Come mai nessuno si scandalizza per delle mutande che costano 20 euro perchè sono firmate? E chissà come mai nella moda (ABOBINEVOLE) di far vedere la striscia delle mutande fuori dai calzoni le mutande sono FONDAMENTALI e tutti i rgazzini di 15-20 anni le hanno? Non è lo stesso costo del CD? Per prendere delle mutande non mancano i soldi?

Io credo che innanzi tutto i dischi dovrebbero essere di qualità. Se i dischi sono di qualità la gente li compra ancora. Per me è proprio un periodo in cui la musica in generale non produce nulla di eclattante per cui vende poco. Solo il fatto che ci si attacca ai reality che sfornano cantanti ogni tre per due dal valore mediocre ne è un esempio. Guarda caso VivereONiente, venduto a un prezzo medio (20 euro circa), e un prodotto che rispetto alla produzione del Vasco è mediocre ma rispetto alla produzione italiana attuale è un capolavoro ha venduto bene. Idem Ligabue o Grignani ecc...

ti quoto quasi per tutto,tranne per il mediocre a vivere o niente,che x me è uno degli album più belli,ma qui andiamo sul soggettivo :)

 

WAP | RSS | XHTML
Theme by NW Updated by Diego Andrés
anything