banner

Recensione Canzoni Per Me

La recensione di Canzoni Per Me secondo HumanEquation

Canzoni Per Me Recensione

canzoni per me copertina Tracklist
  1. E Il Mattino
  2. L'una Per TE
  3. Io No
  4. Quanti Anni Hai
  5. Laura
  6. La Favola Antica
  7. Idea 77
  8. Rewind
Recensione by Human Equation avatar di human
due anni di distanza da Nessun pericolo …per te, torna Vasco Rossi, con un album un pò più intimo….. Almeno così sembra iniziando ad ascoltarlo. Canzoni per me è anticipato da Io no, bellissima canzone puramente Vaschiana, urlata, e sofferta ma nel complesso questa canzone si ritrova quasi fuori posto in un album dove il filo conduttore sembra essere l'acustica, tranne per l'appunto in questa canzone e in Rewind. E il mattino, debut track dell'album, risulta spiazzante... pur suonando freschissima, bello il riff iniziale ripreso pari pari da Rimmel dell'amico De Gregori. L'una per te è uno dei migliori pezzi di questo disco, canzone sempre in salita con un arrangiamento sublime. La dolcezza è racchiusa tutta in Quanti anni hai, splendida ballata ma anche ultimo pezzo veramente bello dell'album. Laura sembra quasi una canzone buttata giù in due minuti... è carina, ma non riesce mai a prendere completamente, così come Idea 77... una canzone strana... sembra portarti in un universo veramente intimo, entrando piano piano, per poi arrivare quasi a percepirne l'anima ma ci si sbatte contro quegli interminabili la la la finali. La favola antica, quasi scherzando, risulta essere un buon blues, molto accattivante. Chiude il disco Rewind, forse la canzone che ho più odiato di Vasco. Ascoltandola la prima volta quasi non volevo crederci, avevo già avuto occasione di sentire dei Remix di Vasco che già facevano male, ma almeno erano fatti da altri, sentire un pezzo così in un album di Vasco è stata una vera pugnalata. Certo la canzone porterà a Vasco una miriade di nuovi "fans" e facendone una versione ben "rockata" nei live Vasco è anche riuscito a farla "accettare" a molti vecchi fans... ma non a me. Il disco in fin dei conti scivola via, dolcemente... piano piano... e dopo un "lato A" abbastanza buono e canzoni "passabili" nel "lato B".. non ci fosse un finale così disastroso, per altro assolutamente fuori luogo anche sentendo il disco stesso, guadagnerebbe in ascoltabilità.
Voto:Voto 63/100




Elenco Recensioni