banner

Recensione Il Mondo Che Vorrei

La recensione di Il Mondo Che Vorrei secondo Mayday78

Il Mondo Che Vorrei Recensioni

il mondo che vorrei Tracklist
  1. Il mondo che vorrei (T.Ferro /V.Rossi)
  2. Vieni qui (T.Ferro / V.Rossi)
  3. Gioca con me (T.Ferro/G.Elmi/V.Rossi)
  4. E adesso che tocca a me (V. Rossi/G. Curreri/A. Fornili)
  5. Dimmelo te (T.Ferro/G.Elmi/V.Rossi)
  6. Cosa importa a me (T.Ferro/G.Elmi/V.Rossi)
  7. Non vivo senza te (V. Rossi/G. Curreri/A. Fornili)
  8. Qui si fa la storia (T.Ferro/G.Elmi/V.Rossi)
  9. Colpa del whisky(R.Casini/V.Rossi)
  10. Non sopporto (V.Rossi)
  11. Ho bisogno di te(V.Rossi)
  12. Basta poco(V.Rossi)
Recensione by Mayday78avatar di Mayday78
1)Il mondo che vorrei : Pawer ballad maestosa,e primo singolo del disco,a sorpresa ci troviamo un vasco disilluso,amareggiato,che prende consapevolezza della normalita' della vita,a cui,nemmeno lui puo' sfuggire,parte piano,e comincia,come se fosse un discorso del quale ti ti sei perso delle parole..."ed e' proprio quello che non si potrebbe ,che vorrei",poi vasco ci ricorda che che non si puo' fare sempre quello che si vuole,e che da li',da dove canta lui,non si piange neanche piu',questa e' la vera sorpresa,il finale e'triste,non c'e' il lieto fine,canzone intensa,con un'assolo finale davvero bello,lungo senza pensare ai tempi delle radio,ma solo per il piacere della buona musica.Qualcune pensera' che e' di troppo,io penso che e' un valore aggiunto allla canzone.Se non e' capolavoro poco ci manca.Ritornato. (T. Ferro-V. Rossi)

2) Vieni qui : e' un mid tempo,molto orecchiabile,con la chitarra acustica in evidenza,molto bello l'intro,il testo e' uno dei tanti tentavi di rapporto con le donne di vasco "perche' non resti qui...non hai tempo mai"...in assoluto la canzone piu' commerciale del disco.Si lascia ascoltare,ma non lascia il segno.(T. Ferro-V. Rossi)
3)Gioca con me: alla terza conzone Vasco gioca il "Jolly" Slash:quindi il jack della chitarra elettriche e' ben piantato nell'amplificatore ...(e si sente),sul testo abbiamo gia' parlato,lo si puo' vedere in modo ironico (quindi accettare),oppure come qualcuno ha gia' detto no. Una cosa e' da dire:dal vivo rendera' un casino. Pensavo peggio. l'assolo e' ottimo. la batteria ben in evidenza sopratutto nel cantato,mentre nel ritornello,e' un po' troppo "leggera",avrei preferito piu' groove.Gioca con me ha un testo un po' troppo sempliciotto,per una canzone dove suonava Slash,mi aspettavo di piu',pero' potrebbe risultare divertente ai concerti,se la prendi come va presa,cioe' una canzone dova vasco mette la sua classica ironia guascona(T. Ferro-G. Elmi-V. Rossi)
4) E adesso tocca a me:Lo dico subito,una grandissima canzone. Splendido il cantato "e adesso che sono arrivato,fin qui grazie ai miei sogni,che cosa me ne faccio della realta'"...è il Vasco migliore, poche parole ma che arrivano,canzone malinconica,con chitarra acustica,e una grande batteria.Una delle migliori del disco.(V. Rossi-G. Curreri-A. Fornilli-)
5)Dimmelo te:Sorpresa,mi piaceva pochino,dalle anteprime,sembrava carina,invece e piu' che carina."Che cosa c'e',cosa ti manca,che cosa pensi,vuoi emigrare in africa..povero te..".Canzone che sale,parte piano per poi esplodere nel ritornello,bella musica,bel testo,qui c'e' un bel basso cha fa da tappeto a tutta la canzone.Pezzo che piacera' sicuro.(T. Ferro-G. Elmi-V.Rossi)
6)Cosa importa a me:Strana sensazione...piu' l'ascolto e piu penso che se ci avessero lavorato di piu' sopra sarebbe stata molto meglio.I primo 40 secondi sono l'essenza del rock,qui la chitarra viaggia impazzita,la batterira,velocissima...perde un po' nel ritornello,un po' troppo facile,e sopratutto troppo orecchiabile...peccato poteva essere la nuova "Gli spari sopra",non ci arriva,ci va vicino,comunque divertente,per pogare dal vivo.il testo e' sulle donne.."Anche se sembra non e' cosi...tu pensi sempre di fottermi,forse sei capace di tutto ormai,anzi son sicuro mi tradirai..". Non male.(T. Ferro-G. Elmi-V.Rossi)
7)Non vivo senza te:Questa dividera' parecchi:il cantato e' ottimo,a qualcuno potrebbe non piacere il "non vivo senza te" con quel tipo di coro...musica soffusa,anche qui il ritornello sale,"Vuoi che lo canti in una splendida canzone,cosi' la sentirai cantare da milioni di persone"..un po' troppo sdolcinato secondo me..(V. Rossi-G. Curreri-A. Fornilli-)
8)Qui si fa la storia:Mettiamola cosi:se l'avessero fatta i Guns'n'roses,sarebbe un classico in scaletta,Hard rock vero,chitarre distorte,batteria "pesante"....e' gia' un classico nel repertorio di Vasco."Quello che tu cerchi tu forse non lo sai,quello che tu cerchi e' gia' qui.e' davanti a te,non lo vedi che,sono il tuo destino,sono ogni tuo perche'...O Yeah!!!!!!!!!".....Duro cosi' Vasco lo abbiamo sentito poche volte..(T. Ferro-G. Elmi-V.Rossi)
9)Colpa del whisky:Altra canzone che nel cantato da' il meglio di se',intima,"Sara' colpa del whisky,o sara' colpa del caffe',ma non mi ricordi piu' di te..."...sul ritornello abbiamo gia' detto qualcosa aggiungo poteva essere un paio di tonalita' minori,e un po meno banale "Mi piaci tu..mi piaci tu ..ma come te lo devo dire",nonostante il ritotnello un po'semplice e' una bella canzone,con la voce di vasco ,che sembra quella di 20 anni fa',c'e' pure la chitarra suonata in slide.(V. Rossi-R. Casini)
10)Non sopporto:Gia' discussa,aggiungo che nel disco prende nuova vita,con una batteria incessante,buona song.(V. Rossi)
11)Ho bisogno di te:Minimalista.4 parole,vasco dice che e' una scelta,io dico mi spiace perche' con un testo un po' piu' consistente poteva essere la zampata finale di un gran disco,e' bella,la musica e' ottima,ma poteva davvero essere un gran finale,con qualche parola in piu',anche qui la chitarra di Landau e' in grande spolvero......Pezzo minore.(V. Rossi)
12)Basta poco:Ancora mi chiedo perche' l'hanno messa.Canzone a quanto pare venuta in flash a Vasco,il testo vorrebbe essere un'omaggio a Jannacci,e al tempo stesso una provocazione,ci riesce solo a meta',perde parecchio sul lato musicale,dove l'elettronica la fa da padrona,e l'accoppiata Vasco-Elettronica non ha mai dato grandi frutti.Trascurabile.....(V.Rossi)

In definitiva un bel disco,che ci riporta il vasco piu' rock,un album in cui chitarra,basso,batteria la fanno da padrona,e l'elettronica si sente poco,i testi sono un po' stringati (non tutti),ma tutti funzionali alla canzone,siamo ai livelli de gli spari sopra..(Un gradino sotto),buoni gli arrangiamenti,ottimi i cambi di ritmica in alcune canzoni,Insomma un bel ritorno,al rock,agli assoli,con qualche piccola caduta commericiale (ma sono davvero pochissime,e non danno fastidio secondo me)..questo e' quello che mi e' venuto dopo 4 ascolti,un po poco,ma sono sicuro ne discuteremo per un po' salute a tutti e buon ascolto.Bentornato Vasco.

Voto 75/100