banner

Recensione Nessun Pericolo Per Te

La recensione di Nessun Pericolo Per Te secondo Human Equation

Nessun Pericolo Per te Recensione

nessun pericolo per te copertina Tracklist
  1. Un Gran Bel Film
  2. Benvenuto
  3. Gli Angeli
  4. Mi si Escludeva
  5. Sally
  6. Praticamente Perfetto
  7. Le Cose Che Non Dici
  8. Nessun Pericolo Per te
  9. Io Perdero'
  10. Marea
Recensione by Human Equation avatar di human equation
Siamo nel 1996 quando Vasco ci propone questo disco, rischioso certamente, e per chi non lo sarebbe stato dopo Gli spari sopra? L'album parte con Un gran bel film ed è subito una mazzata... Rock... Ironica... riff rotondi e crudi con un testo bellissimo... quasi non ci si crede ma Vasco sembra tornato ai vecchi tempi, illusione che non dura molto perche con Benvenuto si cade in una delusione fortissima... testo in cui tratta la vita di coppia dopo l'arrivo di un figlio... ma in maniera quasi imarazzante... specie con quei interminabili oh yeah... la musica praticamente assente dove si denota solo una buona linea di basso. Ma ecco arrivare Gli angeli..la ballad forse più riuscita degli ultimi anni con un bellissimo testo dedicato al manager da poco scomparso, la musica scivola via dolcemente fino ad arrivare all'assolo finale... uno dei più belli della storia del Blasco. La regia del video sarà affidata a Polansky. L'altra mazzata arriva da Mi si escludeva... Vasco torna a trattare l'emarginazione... e lo fa crudemente... un'altro Rock potente che purtroppo viene sciupato, e non poco, da quella batteria elettronica che farà d'ora in poi la "fine" del Vasco Rock. Sally... Sally.... Sally... come poter parlare di questa perla??? Canzone perfetta.. musicalmente e testualmente.. forse la più bella mai scritta, che diventa assolutamente strappalacrime quando Vasco la presenta ai telegatti accompagnandosi solo alla chitarra... cosa che dovrebbe rifare più spesso nei concerti... ma forse la paura è troppa. La titletrack è il pezzo più black della carriera di Vasco.. Musicalmente molto complessa e con un testo "duro" .. ma forse scritto con troppa leggerezza... A volte dire Vafanculo in una canzone non sempre la rinforza... in questo caso l'ha indebolita. Il resto dell'album sono buone canzoni... Lo sfogo contro i soliti perbenisti in Praticamente perfetto.... e poi via via il resto... Unica nota veramente negativa dell'album è Io perderò... Che lascia presagire quello che succederà nei prossimi lavori del Blasco... e non si è smentito.
Voto:Voto 85/100