banner

Recensione Vivere o Niente

La recensione di Vivere o Niente secondo Mmuccaliu

Vivere o Niente Recensione

Vivere o Niente Tracklist
  1. Vivere non è facile (T. Ferro-G. Elmi / V. Rossi)
  2. Manifesto futurista della nuova umanità (V. Rossi-S. Principini-S. Sello / V. Rossi)
  3. Starò meglio di così (T. Ferro / V. Rossi)
  4. Prendi la strada (V.Rossi / V. Rossi)
  5. Dici che (G. Curreri-S. Grandi- V. Rossi / V. Rossi-G. Curreri-S. Grandi)
  6. Eh...già (V. Rossi-R. Casini-A. Righi / V. Rossi-R. Casini-A. Righi)
  7. Sei pazza di me (T. Ferro-G. Elmi/ V. Rossi-G. Novi)
  8. Vivere o niente (T. Ferro-G. Elmi / V. Rossi)
  9. L'aquilone (V.Rossi / V. Rossi)
  10. Non sei quella che eri (T. Ferro / V. Rossi)
  11. Stammi vicino (S. Burns-P. D’Agostino / V. Rossi)
  12. Maledetta ragione (V. Rossi / V. Rossi)
Recensione by Mmuccaliuavatar di mmuccaliu
Il mondo che vorrei", giudicato come ottimo album, siamo davanti a un altro ottimo lavoro. La canzone che ha fatto da singolo trainante degli ultimi due giorni apre come prima traccia. Vasco malinconico, riprendendo temi già presenti in passato da "un gran bel film" a "stupido hotel" a "brava giulia" , presenta nel migliore dei modi il contenuto introspettivo dell'album. Chi si aspettava un album rabbioso non sarà accontentato, o almeno non completamente. "Vivere non è facile" è il perfetto riassunto di tutto il tema dell'album....è il prologo (e che prologo) di " questa avventura inutile" (cit)....voto 9 Il "manifesto futurista della nuova umanità" ,attesa più per il titolo che per il testo, ha un ritmo alla Iggy Pop....sembra di assistere ai pezzi celebri degli anni 70 del buon James. Testo che già aveva avuto il favore dei fan(s) non si riesca a capire a chi si rivolga....sembra parlare a "potenze superiori".....che sia a distanza di anni il finale di "portatemi Dio"? voto 7,5 "starò meglio di così" riscopre la Gerardina Trovato che sta nel nostro amato vasco ridere ridere ridere ritmo piacevole e orecchiabile nella prima strofa, ma stucchevole e ripetitivo al "nananananana" e nel proseguio della canzone. Peccato perchè il testo ha dei contenuti interessanti....voto 6,5 (per il testo e il giro di basso...ma la seconda strofa rovina). ...piccolo spazio pubblicità....l'inframezzo di "prendi la strada" mi ha fatto pensare a un vasco scanzonato vecchia maniera, ma non mi ha convinto ancora una volta la musicalità legata al testo....stavolta il voto risente troppo del ritmo vagamente "jazzato" negli inframezzi di pianoforte che a mio parere si lega male al testo molto valido.....ma ritorna la Domenica e un Vasco simpaticamente ironico.....voto 6,5.. Una nuova idea77 è possibile..... il giro di basso di "dici che" la ricorda molto, ma poi la canzone si trasforma in un carinissimo blues dal giro semplice e dalle parole forti.....non la vedo adatta a un live, poteva avere più potenza, ma mi piace molto....voto 7 "e sono ancora qua"(cit)....l'avevo disprezzata, poi rivalutata, infine apprezzata.....per l'ironia, la musica semplice ma incisiva, la forza del messaggio....."eh già..." la conoscevamo e nel contesto dell'album non è inferiore alle "seconde linee"....voto 7-- In ogni album deve esserci qualche anello debole...."sei pazza di me" rappresenta un triste ritorno alle sonorità di "Buoni o cattivi".....la trovo insufficiente rispetto al valore dell'album....voto 5 "vivere o niente" è la title track e raggiunge livelli molto alti....(Rewind25) aveva visto giusto dalle anteprime di 30 secondi.....è un rock lento di gran livello.....ai livelli di "io no", del "mondo che vorrei" e di tante altre.....questo voto "te lo voglio urlareeeeeeeee" voto 9,5 Ho ancora i brividi per la title track ,che l'acustica di Samuele Dessì mi introduce in un altra gran bella canzone.....semplice la melodia, incalzante il ritmo.....interessante il testo.......e poi...."vado al massimo....." fa pensare già a bei legami in vista del live....!!!Come sempre Vasco riesce a denunciare molto bene la società in cui viviamo....ma stavolta lo fa senza rabbia, come in tutto l'album....ma con una sorta di "IRONICA RASSEGNAZIONE" una sorta di ghigno malevolo e triste come a dire...."ve lo dicevo da anni.....e adesso vi guardo da un aquilone che vola in alto....vi guardo dal lontano messico......distaccato".....voto 8 Altro anello debole....anzi stavolta debolissimo......su "non sei quella che eri" neanche mi soffermo e vado avanti.....voto 4. "stammi vicino" è particolare.....non so se mi convince o no.....sembra una melodia da Sanremo eppure ha delle variazioni interessanti e molto "Vaschiane" ad esempio il cambio di accordo sulla frase "stammi vicino" in cui a logica ci si aspeterebbe un'altra nota musicale.....altro rock lento di buona fattura, con contenuti però inferiori agli altri dell'album....bello ma breve il solo di stefvoto 6 "maledetta ragione" che io amo chiamare per come la conoscevo "maledetta canzone" ha avuto bisogno dell'ascolto multiplo della versione demo di 20 e più anni fa, della versione dell'ultimo "live indoor" e di questa dell'album per arrivare alla conclusione che mi piace e parecchio.....voto d'ufficio 7 Complessivamente l'album è molto valido....se fosse stato di due canzoni in meno (quelle a cui ho dato l'insufficienza) sarebbe stato superiore a "il mondo che vorrei" a mio parere .

Voto 75/100